UN PERTILE DA PRIMATO

Dopo sette anni il campione azzurro di Assindustria Sport ha migliorato il suo personale nei 10.000 metri, a Bilbao, in Coppa Europa

Sette anni. Tanto è durato il primato personale di Ruggero Pertile nei 10 mila metri su pista. Lo ha migliorato domenica sera, gareggiando in Coppa Europa, a Bilbao, con la maglia azzurra della nazionale: il campione di Assindustria Sport si è ben difeso in una specialità non sua, tagliando il traguardo dopo 28’54”45, tempo che gli è valso l’undicesimo posto nella serie più forte, secondo fra gli italiani presenti, dietro a Stefano la Rosa. Pertile ha così abbassato di due secondi il suo precedente record sulla distanza (28’56”63) realizzato a Vigna di Valle 2005, dando il suo contributo alla squadra italiana, alla fine quarta in campo maschile dietro a Spagna, Portogallo e Francia.

«Ora partirò per Livigno, dove rimarrò ad allenarmi in collegiale sino al 23 giugno e dove cercherò di mettere altri chilometri nel motore, per poi trasferirmi successivamente a Saint Moritz, dall’1 al 25 luglio – spiega il portacolori gialloblù – Ovviamente tutto è finalizzato per la maratona olimpica di Londra, ma la preparazione di una prova come quella di Bilbao si è inserita bene, perché in questo periodo ho lavorato sulla forza e su ritmi più brillanti. Il mio primato? Sono contento perché non corro spesso in pista e ho poche occasioni per migliorarmi in prove come questa».


Nella foto Ruggero Pertile