ROSSI, PATRON E DE’ STEFANI DI CORSA CON LE STRACITTADINE DELLA MARATONA S.ANTONIO

Simpatica “sgambata” per tre podisti d’eccezione sul percorso delle corse non competitive legate all’evento di domenica 27 aprile. «Sarà una grande festa capace di coinvolgere ventimila persone»


Abituati a vederli in giacca e cravatta negli incontri istituzionali, non capita spesso di incontrarli in tenuta sportiva. E’ capitato lunedì mattina sul Lungargine Scaricatore, come hanno avuto di vedere i tanti podisti che li hanno incrociati mentre correvano. Ivo Rossi, sindaco reggente del Comune di Padova, Mirko Patron, vicepresidente della Provincia di Padova nonché primo cittadino di Campodarsego, Federico de’ Stefani, numero uno di Assindustria Sport, accompagnati da Antonio Garavello, più volte nazionale azzurro giovanile, sono stati protagonisti di una sgambata “speciale” per lanciare le Stracittadine della Maratona S.Antonio e far scattare il conto alla rovescia che porterà all’evento di domenica 27 aprile. Saranno tre i percorsi proposti nelle prove non competitive: sulle distanze di 1, 5 e 13 chilometri, tutti con partenza in Prato della Valle alle ore 9.15.

«Sono sicuro che migliaia di persone come ogni anno animeranno quella che da sempre è una grande festa popolare» ha sottolineato Rossi nell’occasione. «Anche a questo serve lo sport: a creare momenti di condivisione e festa della nostra comunità e a promuovere l’immagine di Padova all’esterno».

Al suo fianco Patron, che ha confermato che vivrà l’evento dall’“interno”: «Mi sono allenato correndo per 12 chilometri anche ieri e mi sto preparando per l’appuntamento: ho tutta l’intenzione di affrontare la Mezza Maratona, che partirà lo stesso giorno con partenza da Camposampiero. Non posso che consigliare a tutti di partecipare per vivere un’emozione unica lungo le strade del nostro territorio: a seconda delle proprie possibilità le proposte sono diverse».

«Proprio così» ha aggiunto de’ Stefani, «in particolare con le Stracittadine proponiamo tre percorsi: da un chilometro - pensato appositamente per anziani e portatori di disabilità, che non possono affrontare distanze più impegnative ma non vogliono mancare alla Maratona - da 5 e da 13 chilometri, per chi è più allenato ma non è ancora pronto per le gare agonistiche. Per tutti, quale che sia il proprio livello di preparazione, c’è la possibilità di trascorrere una giornata assieme alla famiglia, godendosi il centro storico di Padova senz’auto e vivendo in prima persona l’evento».

Nelle scorse edizioni, ventimila persone hanno preso parte alle Stracittadine e almeno altrettante sono attese quest’anno per la quindicesima edizione della Maratona, sempre con punto di partenza in Prato della Valle. Da alcuni giorni i pettorali per poter partecipare si possono acquistare nei supermercati Alì e Alìper presenti in tutto il Veneto con 100 punti vendita. Con il pettorale, chi si iscrive in prevendita riceve la nuova t-shirt ufficiale della Maratona S.Antonio, l’attestato di partecipazione e inoltre sacca ristoro, assistenza tecnica e assistenza medica.


Nella foto Antonio Garavello, Ivo Rossi, Mirko Patron e Federico de’ Stefani