ROBLES, UN’ALTRA STELLA AL MEETING DI PADOVA

Dopo l’annuncio di Oscar Pistorius, secondo grosso colpo di Assindustria Sport per la manifestazione di domenica 17 luglio allo Stadio Euganeo. In pista nei 110 a ostacoli il campione olimpico cubano dei Giochi di Pechino, primatista mondiale della specialità

Basta il nome: Dayron Robles. Dopo l’annuncio del campione paralimpico sudafricano Oscar Pistorius, ecco subito un altro grande colpo di Assindustria Sport, che annuncia la presenza di una stella di prima grandezza dell’atletica mondiale al Meeting Città di Padova di atletica leggera, in cartellone domenica 17 luglio allo stadio Euganeo.

Il ventiquattrenne cubano Dayron Robles è il campione olimpico in carica dei 110 a ostacoli, dopo essersi imposto ai Giochi di Pechino del 2008. Ma è anche il primatista mondiale della distanza, con un primato personale di 12”87, realizzato in quello stesso anno a Ostrava, e il detentore del titolo iridato indoor dei 60hs, grazie alla vittoria di Doha 2010. Un talento assoluto che torna a correre in una pista che gli ha portato fortuna. Sì perché Robles allo Stadio Euganeo gareggiò già nel 2005, quando ancora il suo nome non era tra quelli delle stelle dell’atletica internazionale: merito degli organizzatori di Assindustria e in particolare del technical manager Giampaolo Urlando che, già allora, vide lungo.

Dopo il quinto posto colto in quell’edizione Robles è ritornato a Padova nel 2006 e nel 2007, imponendosi in entrambe le occasioni, nel primo caso davanti allo statunitense Aries Merritt, nel secondo superando l’ucraino Serhiy Demydyuk. In questa stagione, invece, ha conquistato tutte le gare in cui ha partecipato: l’ultima l’ha visto protagonista al meeting Areva di Parigi, con il traguardo tagliato dopo un notevole 13”09, davanti allo statunitense David Oliver.

Con una padre musicista, scomparso nel ’98, la madre ex nazionale di volley, lo zio campione dei 400 a ostacoli, al collo la collana della «Virgen de la Caridad del Cobre», la patrona dell’isola di Cuba, Robles, un metro e 91 di altezza per 80 chili, torna a Padova dopo quattro anni, raggiunta la definitiva consacrazione nell’olimpo della regina degli sport: avrà il compito di chiudere in bellezza la manifestazione, dato che proprio la sua gara è l’ultima del ricco programma padovano, alle 21.40. Allo Stadio Euganeo si annuncia spettacolo.

Nelle foto (di Antonio Muzzolon) Dayron Robles col numero 54 al meeting di Padova 2007