PISTORIUS CORRE AL MEETING CITTA’ DI PADOVA

Grande colpo di Assindustria Sport a una settimana dalla manifestazione di domenica 17 luglio allo Stadio Euganeo. Il campione paralimpico sudafricano sarà un dei personaggi più attesi della XXV edizione: correrà i 400 metri. Il presidente de’ Stefani: «Un grande atleta e una grande persona»


Oscar Pistorius correrà allo Stadio Euganeo. A una settimana dal Meeting Città di Padova di atletica leggera, in cartellone domenica 17 luglio, grande colpo di Assindustria Sport, che annuncia la presenza del campione paralimpico sudafricano allo stadio Euganeo.

Il suo è un nome noto anche a chi non ha mai visto una pista di atletica: è l’uomo che da amputato bilaterale ha sfidato in pista i normodotati creando scalpore anche al di fuori del mondo sportivo. Pistorius, che, in carriera, tra Atene 2004 e Pechino 2008, ha vinto quattro medaglie d’oro e un bronzo alle Paralimpiadi, sarà al via dei 400 metri, in programma alle 20.35.

Com’è noto Oscar, che detiene il record del mondo per amputati in tutte e tre le distanze che corre (10”91 sui 100, 21”41 sui 200 e 45”61 sui 400), ha ottenuto uno dei suoi più importanti successi il 16 maggio 2008, quando il tribunale sportivo l’ha riabilitato alla partecipazione alle Olimpiadi 2008, sostenendo che «al momento non esistono elementi scientifici sufficienti per dimostrare che tragga vantaggio dall’uso delle protesi». Quell’anno Pistorius non ha realizzato il minimo di qualificazione ma ha comunque vinto un’importante battaglia che andava ben oltre il piano strettamente personale e che ha fatto parlare i media di tutto il mondo. Il 9 settembre 2008 ha poi infilato al collo la medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Pechino nei 100, nei 200 e nei 400 metri. A Padova torna dopo aver corso nel giro di pista dell’edizione 2009, trascorrendo «due giorni bellissimi in città», come dichiarò subito dopo la gara.

«L’arrivo di Pistorius è il miglior modo per festeggiare il venticinquesimo compleanno del nostro Meeting – afferma soddisfatto Federico de’ Stefani, presidente di Assindustria Sport – Oscar è un simbolo di quello che si può fare con la forza di volontà. Uno dei ricordi più belli legato all’edizione del 2009 è quello di Pistorius che gira per l’albergo in cui era alloggiato con in mano un pupazzetto di peluche che gli aveva regalato un bambino allo stadio. Un’immagine di grande tenerezza, che rende bene la carica umana della persona oltre che dell’atleta. E’ un grande personaggio, ma, posso garantirlo, non sarà l’unico nel Meeting di domenica 17 luglio».

Nelle foto (di Antonio Muzzolon) Oscar Pistorius al Meeting di Padova 2009