MAMMA VALERIE CORRE IN MEMORIA DEL PICCOLO ANGELO

Domenica 27 aprile esordirà nella mezza maratona per raccogliere fondi per Un cuore un mondo Padova Onlus e salvare i bimbi malati come suo figlio. «Quest’anno sarà il quinto anniversario della sua scomparsa e vorrei ricordarlo in maniera particolare»

Ogni maratona porta con sé centinaia di storie, ognuna degna di essere raccontata. Ma quella Valerie Delcourt, francese di origine ma in Italia da quasi 15 anni – risiede a San Pietro di Feletto, nel Trevigiano – non può non colpire il modo particolare. Domenica 27 aprile esordirà alla mezza maratona per ricordare il suo Angelo e contribuire a raccogliere fondi per “Un cuore un mondo”, associazione che è stata accanto a lei e alla sua famiglia nei momenti drammatici di cinque anni fa, quando suo figlio, di soli 17 mesi, l’ha lasciata. Accanto a Valerie ci sarà, come sempre, il marito Riccardo. Ad aspettarli, al traguardo in Prato della Valle, i figli Sebastien e Massimo.

E’ stata lei stessa a raccontare la sua storia allo staff della Maratona S.Antonio al momento dell’iscrizione e attraverso il sito della Onlus padovana (a questo link la sua storia: http://www.uncuoreunmondopadova.org/angelo/).

«La primavera scorsa ho iniziato a correre un po’, per mantenermi in forma, e pian piano ho continuato ad andare con costanza e allungare i chilometri. Adesso è diventata quasi una passione. Ho coinvolto anche mio marito Riccardo e un po’ alla volta mi sono accorta che tanti amici correvano, sia in Italia sia all’estero. Qualche mese fa mi è venuta l’idea di legare questa passione ad un evento che ha cambiato per sempre la mia vita e la vita della mia famiglia: Angelo, il nostro ultimogenito, si è ammalato di una cardiomiopatia dilatativa a 14 mesi ed è deceduto a 17 mesi il 29 aprile 2009. Lui è stato curato a Padova, la città del Santo, e poi a Parigi. Quest’anno, il 29 aprile, sarà il quinto anniversario della sua scomparsa e vorrei ricordarlo in una maniera particolare… ho deciso di correre la mia prima mezza maratona in sua memoria».

«In quest’occasione vorrei anche aiutare un’associazione che nei momenti più difficili della malattia ci è stata molto vicina sostenendoci psicologicamente e logisticamente. L’associazione aiuta i familiari e cura i bambini ammalati di cardiopatie, sia in Italia che in Africa» prosegue Valerie riferendosi a “Un cuore un mondo” che sarà presente in forze anche alle Stracittadine, a cui parteciperà con una squadra di 300 persone.

«Ho scelto, per dare ancora più significato a quest’anniversario, la mezza Maratona S.Antonio a Padova, che (forse non è per caso…) avrà luogo proprio a fine aprile. Condividendo ultimamente questa mia idea con qualche amica “runner”, le ho viste entusiasmarsi a tal punto che già dopo una settimana hanno deciso addirittura di correre accanto a me per ricordare Angelo e sostenere i bambini cardiopatici».

E nelle sue parole affiora un ricordo commosso. «Il sorriso di Angelo è sempre con noi e mi sembra già di sentirlo sussurrare nel mio orecchio “Forza Mamma, ce la farai… sono con te”».

Nella foto il piccolo Angelo