LA MARATONA S.ANTONIO RADDOPPIA

A una settantina di giorni dalla gara di domenica 17 aprile è boom di iscrizioni: sono 1.559, due volte quelli dell’anno scorso alla stessa data. Il 12% sono donne, contro una media nazionale dell’8%. Già 24 le nazioni rappresentate

Un vero e proprio boom. A poco più di due mesi dalla dodicesima edizione della Maratona S.Antonio, in programma domenica 17 aprile 2011, l’interesse degli appassionati è altissimo. Lo testimonia il numero degli atleti che già hanno confermato la propria iscrizione: sono 1.559, prendendo come punto di riferimento l’1 febbraio. Vale a dire, quasi il doppio rispetto agli 810 iscritti del 2010 alla stessa data. Segno che il cambiamento di percorso, con una gara interamente padovana che partirà da Campodarsego e passerà anche davanti alla Basilica del Santo, prima del traguardo di Prato della Valle, ha destato molta curiosità.

Quella del 2011 si preannuncia come una corsa molto «rosa». A spulciare le statistiche relative agli atleti iscritti sino a questo momento, si scopre che il 12% viene da presenze femminili, un dato significativo se si considera che la media nazionale delle donne al via è dell’8%. E ancora: i paesi rappresentati alla partenza sono già 24. Al momento, il più anziano tra i partecipanti è un fedelissimo della gara, Amilcare Repaci, dei Marciatori Castellani, che, curiosamente, compirà gli anni il giorno prima della corsa: è nato il 16 aprile 1929. Il più giovane è invece il padovano Andrea Scantamburlo, di Campo San Martino, nato il 4 settembre del 1990.

Nella foto una podista: le presenze femminili alla Maratona S.Antonio sono in aumento