GIOVANA VOLPATO RIPARTE DA TORINO

La portacolori di Assindustria domenica in gara alla Turin Marathon: «Sono passati cinque anni dalla mia ultima 42 chilometri, tenevo tantissimo a esserci». Nell’occasione sarà possibile trovare informazioni sulla prossima Maratona S.Antonio allo stand dell'AIMS


Sono passati cinque anni dalla sua ultima maratona, corsa a Venezia nel 2009. Cinque anni lunghissimi, costellati da vari problemi fisici, nel corso dei quali, però, Giovanna Volpato non si è data per vinta. E ora, la portacolori di Assindustria Sport è pronta a riprovarci: domenica sarà al via della XXVIII Turin Marathon Gran Premio La Stampa.

«Proprio così» racconta Giovanna, medaglia d’oro a squadre agli Europei di Goteborg 2006, azzurra ai Mondiali del 2003 e del 2007, ma anche vincitrice a Padova, nel 2002, e Firenze, nel 2008. «Ho partecipato a diverse gare su distanze più brevi ma tenevo tantissimo a tornare a fare una maratona e ora, finalmente, sono pronta. Dove sono stata sin qui? Purtroppo ho dovuto fare i conti con l’operazione al tendine del 2010 e con diversi infortuni muscolari, dovuti anche al fatto che ho dovuto modificare il mio assetto di corsa. E poi devo anche aggiungere che in questi anni ho intensificato i miei impegni di insegnante di attività motoria, riducendo il tempo che posso dedicare agli allenamenti: attualmente lavoro per una scuola privata di Mestre».

A Torino gli obiettivi sono concentrati soprattutto sul piano personale. «So di non valere le 2 ore e 28’ del mio primato ma credo di poter puntare a un tempo attorno alle 2 ore e 34, che posso ottenere correndo a una media di 3’40” al chilometro. Non mi pongo problemi di classifica ma solo questo traguardo personale: sarei la donna più contenta di questo mondo se riuscissi a correre a questi livelli. Tra l’altro sarà una gara tecnicamente molto valida: al via ci saranno anche atlete azzurre come Anna Incerti, Emma Quaglia e Deborah Toniolo, la vincitrice della scorsa edizione Ivana Iozzia e le keniane Helena Kirop ed Esther Ndiema, che possono realizzare grandi prestazioni. Sarà di sicuro una bella maratona».

Una maratona che, qualche anno fa, ha già portato fortuna a un atleta di Assindustria Sport: a Torino, nel 2009, Ruggero Pertile firmò il suo Pb, chiudendo in 2 ore 9’53”, rilievo cronometrico che gli valse una splendida medaglia d’argento.

Ma nel capoluogo piemontese ci sarà anche un po’ della Maratona S.Antonio. A Torino sarà infatti possibile trovare le nuove schede d’iscrizione e raccogliere informazioni sulla prossima edizione della corsa su strada padovana - in programma domenica 19 aprile 2015 - direttamente all’expo di Piazza Castello, venerdì e sabato, dalle ore 10 alle 19, presentandosi allo stand dell’Aims, l’Association of International Marathons and Distance Races.

Nel collage fotografico Giovanna Volpato