Visita Padova

Città di grandi tradizioni artistiche e culturali, Padova vanta oltre tremila anni di storia, che le hanno lasciato in eredità una miniera di monumenti di grande valore storico-artistico.

Secondo la leggenda, riportata anche da Virgilio nell’Eneide, la città fu fondata dal mitico eroe troiano Antenore, compagno di Enea, di cui si può ammirare la tomba nell’omonima piazza antistante la prefettura. Padova è, tra l’altro, universalmente nota come la città di Sant’Antonio, il frate francescano nato a Lisbona nel 1195, che qui visse per alcuni anni e morì (13 giugno 1231). I suoi resti sono conservati nella Basilica di Sant’Antonio, tra i luoghi più visitati della cristianità.

Padova è anche nota come la città del Santo senza nome, del prato senza erba e del caffè senza porte. Le ragioni? Sant’Antonio qui è detto semplicemente “il Santo”, Prato della Valle è in realtà una piazza e lo storico Caffè Pedrocchi un tempo era aperto giorno e notte, servendo bevande calde lungo la sua galleria senza porte.

Sede della seconda università più antica d’Italia (fondata nel 1222), in cui insegnò anche Galileo Galilei che di suo pugno definì il periodo vissuto qui come «Li diciotto anni migliori di tutta la mia età», Padova vanta la seconda piazza più grande d’Europa, il già citato Prato della Valle, e ospita uno dei capolavori mondiali dell’arte trecentesca: l’affresco della Cappella degli Scrovegni dipinta da Giotto. Non solo: ospita il primo orto botanico costruito al mondo, realizzato nel lontano 1545 sulle terre di un monastero benedettino e dal 1997 sito riconosciuto dall’UNESCO.

Il territorio di Padova non è soltanto sinonimo di arte e cultura ma anche di benessere e natura: le Terme Euganee, grazie alla preziosa acqua che nasce negli incontaminati bacini delle Prealpi e riaffiora alla temperatura di 87°, regalano da oltre duemila anni salute e relax con oltre 100 alberghi che sono anche stabilimenti termali.

Padova è oggi un ragguardevole centro economico, uno dei più importanti e grandi centri di trasporti intermodali, anche fluviale, di tutta Europa e rappresenta attualmente il più grande interporto nel nord e centro Italia.

La sua cucina è una delle più rinomate nel panorama enogastronomico veneto: tra i piatti sicuramente da non perdere il bollito alla padovana, i risi e bisi (risotto con piselli), la pasta e fasoi (pasta all’uovo accompagnata da fagioli) e la gallina padovana.

Il fascino della città ha conquistato anche William Shakespeare. Il Grande Bardo parla di Padova nella commedia La bisbetica domata, ambientata qui.

Partecipare alla Padova Marathon ti darà modo di conoscere una citta ricca di storia, fascino e cultura e lo splendido territorio che le fa da sfondo.

Sul portale Turismo della Provincia di Padova puoi scoprire tutte le informazioni di cui hai bisogno per trascorrere un'esperienza indimenticabile