News mezza maratona

L’emergenza coronavirus porta al rinvio della corsa su strada padovana inizialmente programmata per il 19 aprile. Il presidente Leopoldo Destro: «Scelta obbligata e necessaria in questo momento drammatico per tutelare la salute di tutti i partecipanti. Ci ritroveremo dopo l’estate per contribuire al rilancio del territorio»


Arrivano momenti in cui è necessario fermarsi per poter ripartire con ancora più slancio. Questo è uno di quei momenti. La XXI edizione della Padova Marathon cambia data, nella consapevolezza che la salute è il bene più prezioso e che va tutelata più di ogni altra cosa: dal 19 aprile slitta così in calendario a domenica 20 settembre 2020.

«Correre è gioia, è passione, è entusiasmo. Oggi non può esserlo. Ma proprio nei giorni in cui il nostro Veneto vive uno dei momenti più terribili della sua storia recente abbiamo voluto dare un segnale, attraverso una scelta difficile ma necessaria», sottolinea Leopoldo Destro, Presidente di Assindustria Sport, società organizzatrice dell’evento. «Abbiamo provato a tenere duro, sperando che l’emergenza potesse finalmente essere messa alle spalle. Quando abbiamo capito che non era più possibile ci siamo subito messi al lavoro per fissare una nuova data, di concerto con le amministrazioni dei Comuni attraversati dalla gara (in primis Padova, e poi Rubano, Selvazzano Dentro, Teolo, Abano Terme e, per la mezza maratona, Montegrotto Terme), e con Provincia di Padova, Regione Veneto e Fidal, individuandola nel 20 settembre. Mai, infatti, abbiamo pensato di annullare l’evento e questo perché siamo convinti che proprio lo sport possa avere un ruolo fondamentale per ripartire dopo questo drammatico momento».

«Ripartirà Padova, ripartirà lo splendido territorio che le sta alle spalle. Un territorio ferito, ma che vuole rialzarsi, anche grazie alla maratona. Per questo non cambieremo nulla della ricetta che ha fatto crescere la Padova Marathon in questi anni: confermeremo la gara principale da 42 chilometri, la mezza maratona e le Stracittadine che hanno il proprio fulcro in Prato della Valle. E confermiamo da subito la voglia di coinvolgere le tante onlus che hanno deciso di associare alla sfida sportiva una sfida solidale, così come confermiamo l’obiettivo di accompagnare la competizione agonistica a un nutrito programma di iniziative legate all’arte, la storia, la musica e l’ambiente. Perché la Padova Marathon è tutto questo, ed è un’occasione per rilanciare quel turismo che oggi ha subito un duro colpo».

«Sappiamo bene che una decisione come questa comporta anche inevitabili disagi per gli stessi maratoneti già iscritti, la cui adesione sarà spostata al 20 settembre. Confidiamo anche che tutti comprenderete le ragioni che ci hanno guidato in un momento come questo. A ognuno promettiamo un impegno ancora maggiore per regalare quella gioia che oggi ci è preclusa. Il motto della ventunesima edizione della Padova Marathon è “All runners are winners”, tutti i podisti sono vincitori. Un motto che mai come adesso vogliamo riproporre e rilanciare nel momento in cui comunichiamo la nuova data. Perché con la realizzazione della Padova Marathon 2020 vogliamo essere tutti vincitori, ognuno a suo modo. Assieme ripartiremo, ancora più forti. Pronti a riabbracciarci in Prato della Valle domenica 20 settembre, con il sorriso in volto».

«Il rinvio della Padova Marathon al 20 settembre è una decisione tanto dolorosa quanto inevitabile», aggiunge il Sindaco di Padova Sergio Giordani. «Ringrazio gli organizzatori per il grande senso di responsabilità che hanno dimostrato. In questo momento la salute di tutta la nostra comunità è la priorità, e tutti i nostri sforzi debbono andare in questa direzione. Approfitto di questa occasione per invitare i tanti sportivi appassionati di corsa e maratona a fare un sacrificio e rinunciare in questi giorni alla corsa e agli allenamenti. So bene che la corsa è benessere e salute, ma se c’è anche solo una possibilità che involontariamente, trovarsi a correre possa portare a un contagio, oggi abbiamo il dovere di fare un passo indietro. Finita questa emergenza, ci sarà il tempo di correre tutti assieme, abbracciati e vicini, ora è il momento della responsabilità. Sono certo che Padova Marathon tornerà ancora più bella e partecipata che mai e io sarò certamente con voi al via».

«In queste settimane siamo sempre stati in stretto contatto con gli organizzatori» sottolinea l’Assessore allo sport Diego Bonavina. «Come loro abbiamo sperato che l’edizione 2020 della Padova Marathon potesse svolgersi regolarmente. La decisione di rinviare la data è una scelta responsabile, ormai inevitabile. Sono grato agli organizzatori per aver deciso di non cancellare l’evento, ma di riprogrammarlo, e a tutti i soggetti la cui collaborazione è fondamentale per rendere questo possibile: tutte le amministrazioni comunali coinvolte, gli sponsor, le categorie economiche, i runner. Siamo certo che tutti metteranno il massimo di impegno per rendere indimenticabile la prossima edizione. La Padova Marathon è una grande festa da sempre e in questa occasione avrà un sapore davvero speciale».


Nelle foto la locandina con la nuova data; Leopoldo Destro, Sergio Giordani e Diego Bonavina

Simpatica partnership tra la mezza della Padova Marathon e la Corri la Mezza di Galzignano, con uno sconto all’iscrizione e non solo… Per ogni atleta saranno sommati i tempi dello scorso 28 aprile e del prossimo 2 novembre, elaborando una classifica speciale sui 42 chilometri


La si può definire una maratona “virtuale”, perché sarà corsa in due giorni e molto probabilmente consentirà ai partecipanti di realizzare il proprio miglior tempo di sempre. È con questo spirito che gli organizzatori di Padova Marathon e di Corri La Mezza hanno pensato a una simpatica partnership fra i due eventi, che di sicuro incontrerà il favore dei podisti, dando vita alla Thermae Marathon.

L’iniziativa si rivolge a chi lo scorso 28 aprile ha corso la gara da 21,097 chilometri della Padova Marathon, e ora è intenzionato a prendere parte alla Corri La Mezza, in programma il prossimo 2 novembre a Galzignano Terme. Al termine i due tempi al traguardo, del 28 aprile e del 2 novembre, saranno sommati in modo da ottenere una nuova classifica virtuale per categorie Fidal sui 42,195 chilometri. Il 2 novembre, al termine della seconda gara, saranno premiati tutti i vincitori di categoria.

Ovviamente il risultato non sarà inserito nelle graduatorie federali, ma consentirà, idealmente, di mettersi alla prova sulla distanza più classica dell’atletica leggera su strada coprendo tutta l’area delle Terme, se si considera che il primo evento parte da Abano e coinvolge Montegrotto e il secondo ha il proprio epicentro, appunto, a Galzignano.

Non è tutto: chi ha già corso la mezza della Padova Marathon potrà avvalersi di uno sconto di 2 euro sull’iscrizione della seconda gara, applicato sulla quota del momento. L’iniziativa è frutto della storica collaborazione Assindustria Sport e Vis Abano, le società che organizzano i due eventi, e potenzialmente si rivolge ai circa 2.500 runners iscritti alla scorsa Padova Half Marathon. Pronti a “raddoppiare”, per correre più veloce che mai.Per info e adesioni si può consultare il sito www.corrilamezza.it.


Nella foto la partenza (bagnata) della Padova Half Marathon 2019 da Abano Terme

L’olimpionico del nuoto e conduttore tv sarà al via nella mezza maratona di Abano Terme, affiancato dalla campionessa azzurra Anna Incerti: entrambi sabato mattina saranno all’Expo in Prato della Valle assieme ai top runners nella conferenza stampa che lancerà l’evento. «Sono abituato alla fatica in piscina e da podista mi diverto. In bocca al lupo a tutti e… anche a me!»


La sua dettagliata biografia su Wikipedia nelle prime righe recita: “È un ex nuotatore e conduttore televisivo italiano, campione olimpico a Sydney nel 2000 e mondiale a Fukuoka nel 2001 nei 200 metri misti; inoltre tra il 1995 e il 2008 è stato quattordici volte campione europeo e 60 volte a medaglia in queste importanti manifestazioni internazionali: Giochi olimpici, campionati mondiali ed europei”. E basterebbe solo questo “assaggio” per dare l’idea di chi sia Massimiliano Rosolino. Anche se, per completare il quadro, nel conto andrebbe aggiunto che ormai è anche un provetto podista. Tanto da presentarsi al via della mezza maratona della Padova Marathon, in programma domenica 28 aprile, con partenza ad Abano Terme e arrivo in Prato della Valle. E non sarà solo: al suo fianco correrà infatti la campionessa azzurra Anna Incerti, che da poco meno di un anno cura la sua preparazione.

«Sono contento di venire a Padova per affrontare questa mezza maratona. Sarò accompagnato da una maratoneta vera come Anna, che mi sta dando consigli sulla programmazione e sull’approccio corretto alla corsa», afferma Rosolino, confermando la sua presenza in gara. «Arrivando dal nuoto sono abituato alla fatica, ma con la corsa sto trovando grande piacere. Anna sarà il mio pacer per provare a correre meglio possibile in un percorso che, da quello che mi dice lei che se ne intende, è velocissimo. Faccio un in bocca al lupo a tutti i partenti e… anche a me!».

Rosolino è alla terza prova da 21 chilometri ufficiale ed è sceso a un personale di un’ora e 41’, migliorandosi nonostante i numerosissimi impegni che lo coinvolgono. Anna Incerti, dal canto suo, torna a Padova dopo l’esperienza nelle Stracittadine del 2018, riprendendo a correre dopo un infortuno al piede destro, che l’ha rallentata dopo un positivo stage in Sud Africa. Nel suo curriculum il titolo europeo vinto nella maratona a Barcellona 2010 e la medaglia d’oro conquistata ai Giochi del Mediterraneo dell’anno precedente nella mezza, a Pescara.


Nella foto Anna Incerti e Massimiliano Rosolino


Significativo ritocco nella gara da 42km, mentre l’Half Marathon si rifà il look, salutando l’ingresso di Montegrotto Terme nella grande famiglia della maratona. Area termale sempre più coinvolta per un impulso ancora maggiore al turismo sportivo. E a marzo al via un programma di incontri con i ragazzi delle scuole


Non sarà un’edizione qualsiasi, quella in cartellone il prossimo 28 aprile. Nata nel 2000, la Padova Marathon si appresta infatti a soffiare sulle sue 20 candeline. E per celebrare la ricorrenza nel migliore dei modi e rendere le gare - maratona e mezza maratona - ancora più accattivanti e… veloci, Assindustria Sport, società organizzatrice, ha riservato importanti novità ai podisti sia nella corsa su strada da 42 chilometri sia - soprattutto - in quella da 21.

Per la prova principale si tratta di un significativo ritocco all’altezza del 23° chilometro, nel tratto fra Abano Terme e Teolo, mentre se ci si sposta sulla mezza non è sbagliato dire che l’evento si rifà letteralmente il look. Si cambia già dal punto di partenza, che sarà posto in via Monteortone ad Abano Terme, per poi dirigersi subito verso il centro di Montegrotto Terme, comune che entra con gioia nella “famiglia” della Padova Marathon. Il ricongiungimento con la gara principale avverrà all’incirca al 30° chilometro, con un innesto fra i due percorsi reso ancora più fluido rispetto alle precedenti edizioni grazie alla variante adottata.

Molte le novità, insomma, ma gli ingredienti principali rimarranno quelli che tanto successo hanno riscosso da quando è stato introdotto il nuovo percorso, a partire dalla suggestiva partenza dallo Stadio Euganeo di Padova, dal coinvolgimento di Rubano, Selvazzano Dentro e Teolo, dal passaggio nel cuore pedonale di Abano Terme, sfilando davanti al Kursaal e allo storico Hotel dell’Orologio e, poi, con il rientro a Padova attraverso la parte più affascinante e storica della città, toccando Piazza dei Signori, Piazza della Frutta, il Caffè Pedrocchi, Palazzo del Bo e la Basilica di Sant’Antonio, luogo simbolo della cristianità, fino all’arrivo nello straordinario scenario offerto da Prato della Valle.

«La Padova Marathon si prepara al meglio per questo compleanno, con il preciso intento di offrire nuovi stimoli agli atleti e mettere ognuno nelle condizioni ideali per esprimersi al massimo. Lo fa accogliendo il Comune di Montegrotto Terme, che ringraziamo per l’entusiasmo con cui ha accettato sin da subito di essere dei nostri. Con le modifiche adottate coinvolgeremo in modo ancora più importante l’area termale, che già nelle ultime edizioni ha saputo conferire all’evento una dimensione più internazionale e più attenta al turismo sportivo, adottando promozioni ad hoc studiate per i maratoneti in grado di offrire la possibilità a chi sceglie il nostro evento di approfittare di un’oasi di benessere, peraltro perfetta per il recupero muscolare del runner e dello sportivo in generale», evidenzia il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro. «Dal canto nostro, possiamo offrire ulteriore visibilità ai comuni dell’area termale, che si traduce in una preziosa ricaduta per le sue strutture ricettive. A tal proposito, c’è un rilievo statistico relativo all’edizione 2018 che ci inorgoglisce più di altri: sono state 51 le nazioni rappresentate al via, con atleti giunti da Stati Uniti, Francia e Paesi Bassi, ma anche dal Perù, dalla Thailandia, dalla Cina e dal Giappone. Segno che l’evento sta intercettando un interesse sempre più ampio anche all’estero. Quando abbiamo deciso di spostare la manifestazione in un territorio della provincia mai toccato prima, sapevamo che i risultati avrebbero ripagato la scelta e credo che sempre più sarà così».

«Anche quest’anno la Città di Abano Terme, in collaborazione con Assindustria Sport e gli altri comuni del territorio, è al lavoro per la Padova Marathon. 42 chilometri percorsi da migliaia di atleti provenienti da tutta Italia e che vedranno la nostra città protagonista con la partenza della mezza maratona. Per quest’edizione ci saranno diverse novità a partire dal tracciato rinnovato e dalla nuova location scelta per la partenza, maggiormente adatta per l’accoglienza delle migliaia di atleti che ogni anno scelgono questo tipo di percorso», afferma il Sindaco Federico Barbierato, affiancato dall’Assessore allo sport Francesco Pozza. «La nostra Amministrazione continua ad investire energie importanti per portare in città eventi sportivi di livello internazionale, un’occasione per avvicinare ad altre discipline sportive i più giovani ma anche una vetrina importante per tutto il territorio e da questo punto di vista la Padova Marathon è sicuramente uno dei fiori all’occhiello nel calendario degli appuntamenti sportivi in città. Una manifestazione così importante - infine - non sarebbe possibile senza il prezioso contributo dei tanti volontari, dalla protezione civile, all’Associazione Carabinieri, alle società sportive di Abano Terme, che ogni anno rendono possibile tutto questo. A loro va il ringraziamento di tutta la città».

«La Padova Marathon è da sempre una grande festa per la nostra provincia e dal 2016 lo è, in particolare, per il territorio termale. Per questo annunciare l’ingresso di Montegrotto Terme nella grande famiglia della maratona è per me un motivo di profondo orgoglio», aggiunge il Sindaco Riccardo Mortandello, affiancato dall’Assessore allo Sport Pier Luigi Sponton. «Grazie al prezioso supporto delle nostre associazioni e dei tanti volontari presenti nel Comune ci stiamo preparando a vivere una grande giornata di sport e aggregazione, al contempo consapevoli dell’opportunità che abbiamo a disposizione: quella di far conoscere le meraviglie del nostro territorio anche ai tanti podisti in arrivo da altre regioni e da altre nazioni, che avranno modo di apprezzare luoghi ricchi di storia e fascino. Per questo ci stiamo già mobilitando, con entusiasmo e spirito di squadra, anche noi al lavoro per la buona riuscita del più importante evento sportivo della provincia».

Le novità del percorso sono state presentate mercoledì 30 gennaio nel Comune di Abano Terme, presenti, tra gli altri relatori, anche il Consigliere della Provincia di Padova Vincenzo Gottardo e Sabrina Doni, sindaco di Rubano. E sono davvero numerose le iniziative che coinvolgeranno il territorio nelle settimane precedenti all’evento. In particolare, da marzo, si svolgeranno diversi incontri con i ragazzi delle scuole medie a cui prenderà parte anche l’ex campione azzurro Ruggero Pertile, attuale Direttore tecnico di Assindustria Sport: obiettivo coinvolgerli nell’avvicinamento a un appuntamento che è sempre più una grande festa per il territorio, ma anche far conoscere loro la lunga e affascinante storia di questa disciplina, in modo che possano apprezzarne ancora di più il significato. Padova Marathon e Half Marathon coinvolgeranno ovviamente diverse centinaia di volontari, coordinati dalla Protezione Civile e provenienti anche dalle società sportive del territorio - con in prima fila l’Atletica Vis Abano, storica partner di Assindustria Sport, molto attiva, in particolare, nella gestione della partenza della mezza maratona - e dagli Alpini. Allo studio anche iniziative con le associazioni del commercio, con particolari pacchetti promozionali.

Oltre 200 volontari impegnati nel solo territorio aponense per l’evento di domenica 22 aprile. Coinvolte le scuole e i commercianti (con l’iniziativa Food&Shopping). Tre spazi di intrattenimento musicale lungo il percorso. E sabato 21 si entrerà nel clima sportivo con la Family Run


La Padova Marathon è, da sempre, una grande festa popolare. E dal 2016 lo è, in particolare, per l’area termale, doppiamente coinvolta: Abano sarà infatti attraversata dal percorso della gara da 42 chilometri (che scatterà dallo Stadio Euganeo e passerà per Rubano, Selvazzano Dentro e Teolo), ma sarà anche il punto di partenza della mezza maratona, all’altezza del Parco di San Daniele, in prossimità dei Giardini del Montirone. Un doppio appuntamento che coinvolge migliaia di persone e che ha enormi ricadute sul territorio.

E se la macchina organizzativa si mette in moto dal giorno dopo la gara per l’edizione successiva, sono proprio questi giorni di vigilia quelli più frenetici. Le iniziative che coinvolgeranno il territorio sono state presentate giovedì 5 aprile nella sala Consiliare del Municipio. Ad Abano Terme i volontari chiamati all’opera saranno più di 200, coordinati dalla Protezione Civile, che da sola ne schiererà più di 100, ma provenienti anche dalle società sportive del territorio - con in prima fila l’Atletica Vis Abano - e dagli Alpini. Il percorso di avvicinamento ha preso il via ufficialmente a marzo, con l’incontro fra il campione azzurro Ruggero Pertile, attuale Direttore tecnico di Assindustria Sport, e 200 ragazzi delle scuole medie “Vittorino da Feltre”. Ma la Padova Marathon coinvolgerà anche il mondo del commercio: nelle sacche consegnate agli iscritti è infatti inserito un pacchetto promozionale con 10 buoni-sconto del 20% ciascuno da utilizzare in numerosi esercizi commerciali, grazie alla collaborazione con Appe, Ascom e Confartigianato (l’elenco è disponibile nel sito dell’evento a questo link http://www.padovamarathon.com/it/food-shopping-marathon/=).

Non mancherà l’intrattenimento musicale: saranno tre le aree allestite lungo il percorso: di fronte all’Hotel Orologio la C Family Quartet suonerà i più grandi successi musicali dagli anni ’60/’70 ad oggi; in Piazza Caduti, la Banda Folkloristica Euganea sarà accompagnata dalle coloratissime e bravissime majorettes che contribuiscono a rendere unico e insostituibile ogni spettacolo; in Via San Pio X, dietro al campo di calcio, si esibirà invece la “Eno Brass Band”.

La gara sarà anticipata dalla prima edizione della Family Run, corsa non competitiva di 1,8 chilometri dedicata alle famiglie e ai bambini che si terrà sabato 21 aprile alle ore 15 con partenza e arrivo nel Parco Urbano Terme. Una giornata all’insegna della promozione dello sport e del divertimento, con tante attività allestite all’interno del Parco, seguendo il fortunato esempio delle Stracittadine che animano Prato della Valle. Sarà anche un modo per entrare nel clima agonistico in attesa del doppio appuntamento del giorno dopo. E, a proposito di clima agonistico, va rimarcato che i top runner che si contenderanno la vittoria della Half Marathon per la prima volta alloggeranno in una struttura termale - l’hotel Ariston Molino Buja - del territorio.

«Anche quest’anno la Città di Abano Terme, in collaborazione con Assindustria Sport e gli altri comuni del territorio, ha organizzato la Padova Marathon, 42 km che saranno percorsi da migliaia di atleti provenienti da tutta Italia. In particolare dalla nostra città prenderà il via la mezza-maratona, percorso caratteristico e apprezzato da moltissimi sportivi», sottolinea il Sindaco Federico Barbierato «Oggi non posso non approfittare di questo momento per ringraziare tutti i volontari che hanno reso possibile la realizzazione di questo evento, gli atleti che gareggeranno e le loro famiglie che li seguiranno. Auguro ad ognuno di poter realizzare il proprio obiettivo trovando il modo di ammirare le bellezze del nostro territorio. Buona corsa a tutti!».

Gli fa eco l’Assessore allo sport Francesco Pozza: «La nostra Amministrazione sta investendo energie importanti per portare in città eventi sportivi di livello internazionale. Lo facciamo per il loro effetto benefico, perché crediamo che i grandi eventi possano spingere i ragazzi a praticare sport, e per la ricaduta, non solo a livello di immagine, che questi eventi hanno per il territorio: tra fine marzo e il mese di aprile saranno 6 quelli di respiro nazionale o internazionale in programma ad Abano Terme. E la Padova Marathon è il fiore all’occhiello in questo calendario di appuntamenti».

«Quando abbiamo deciso di spostare la manifestazione in un territorio della provincia mai toccato prima, coinvolgendo l’area termale e in particolare la città di Abano, abbiamo voluto conferire all’evento una dimensione ancora più internazionale e più attenta al turismo sportivo, costruendo un fitto carnet di eventi e iniziative di sicuro interesse», aggiunge Leopoldo Destro, presidente di Assindustria Sport. «I risultati stanno ripagando questa scelta e credo che sempre più sarà così, specie nell’area termale, che, con promozioni ad hoc studiate per i maratoneti, offre la possibilità a chi sceglie il nostro evento di approfittare di un’oasi di benessere, peraltro perfetta per il recupero muscolare del runner e dello sportivo in generale».


Nelle foto (di Massimo Bertolini) alcuni momenti della conferenza stampa ad Abano Terme