PERTILE D’ARGENTO AI GIOCHI DEL MEDITERRANEO

Il campione di Assindustria Sport sul podio della mezza maratona a Mersin. «Ho provato sino alla fine a far sentire l’inno ma sono contento. Ho corso d’esperienza»


Una splendida medaglia d’argento. Ruggero Pertile voleva migliorare il quarto posto colto nell’edizione di Pescara 2009 e ci è riuscito alla grande. A Mersin, in Turchia, il campione azzurro di Assindustria Sport Padova ha tagliato il traguardo per seconda nella mezza maratona dei Giochi del Mediterraneo, bloccando il cronometro dopo un’ora 07’07”, a 13 secondi dalla medaglia d'oro del marocchino Ahmed Baday (un’ora 06’54”). Terzo è il tunisino Hosni (un’ora 08’32”).

«Ho provato sino alla fine a far sentire l’inno di Mameli per la vittoria: vorrà dire che sarà per la prossima edizione... – ha commentato “Rero, che rientrerà all’aeroporto di Venezia domenica sera, pronto a ricevere le congratulazioni dei colleghi di maglia gialloblù e dei supermercati Alì – E’ stata una gara difficile per via del caldo (28 gradi e un tasso dell’89% di umidità, ndr) ma anche per i continui strappi degli atleti nordafricani. Io, invece, ho corso d’esperienza, cercando di mantenere un ritmo regolare. Una tattica che, alla fine, ha pagato».

Dietro a Ruggero anche l’altro atleta italiano in gara, il campione europeo di cross Andrea Lalli, più attardato rispetto alla testa della corsa, che si è ritrovato ad affrontare per buona parte da solo: il molisano delle Fiamme Gialle chiude al sesto posto in un’ora 10’11”. Nella prova femminile, che si è svolta in contemporanea, vittoria della piemontese Valeria Straneo con il record della manifestazione (un’ora 11’00).


Nella foto (Fidal) Ruggero Pertile in gara a Mersin