News

Simpatico messaggio video della campionessa azzurra attraverso i social dell’evento. «Domenica 28 aprile sarò per la prima volta al via nella mezza maratona ad Abano, voglio divertirmi e… andare forte»


«Venite a correre con me a Padova!». Oltre che molto forte, Sara Dossena è molto… social. E, non a caso, proprio attraverso le pagine Facebook e Instagram della Padova Marathon arriva la conferma della sua presenza all’evento di domenica 28 aprile, al via della mezza maratona che scatterà da Abano Terme. La campionessa azzurra l’annuncia in un video diventato subito virale.

«Ciao ragazzi, sarà la mia prima esperienza in gara in questa città», racconta Sara, che lo scorso marzo, a Nagoya, in Giappone, ha sfiorato il record italiano sui 42 chilometri bloccando il cronometro dopo due ore 24’00”. «Sono davvero contenta, perché ho proprio voglia di gareggiare, divertirmi, stare in compagnia e… andare forte. Un grossissimo in bocca al lupo a tutti i maratoneti, ci vediamo a Padova sabato 27 e domenica 28 aprile!».

Sara, che ha come grande obiettivo stagionale i Mondiali di Doha, ha mostrato di recente di essere già in grande condizione migliorando il suo primato personale sui 10 chilometri alla T-Fast 10k La Velocissima di Torino, dove è scesa a 32’17”. «È andata bene, quando si migliora il personale si è sempre soddisfatti», aveva commentato nell’occasione sul traguardo. «Non è stato facile tenere certi ritmi (passo da 3’13 al chilometro, ndr) e posso dire di aver faticato più che in maratona. Dopo un buon passaggio ai 5 km, sotto i 16 minuti, ho un po’ ceduto nel finale, in lieve salita, ma sono molto contenta perché volevo scendere sotto i 33 minuti e ce l’ho fatta». Dossena già a Torino aveva anticipato la sua presenza nell’evento organizzato da Assindustria Sport: «Correrò a Padova la mezza maratona domenica 28 aprile e poi sarò di nuovo sui 10 km a Manchester il 19 maggio. In questo momento la preparazione è focalizzata su distanze più brevi perché voglio partecipare alla Coppa Europa dei 10.000 in pista a Londra il 6 luglio».

A questo link il video di Sara Dossena su facebook: https://www.facebook.com/padovamarathon/videos/423323095068415/

…e su Instagram: https://www.instagram.com/p/BwWn0zfIG0R/


Nella foto un frame del video in cui Sara Dossena annuncia la sua presenza a Padova

Lo staff di Assindustria Sport Padova ha risegnato il percorso della gara di domenica 28 aprile: ogni podista si troverà così nelle migliori condizioni per esprimersi


È un appuntamento ormai consueto. A pochi giorni dall’evento Luca Zampieri, responsabile dello staff operativo della Padova Marathon, chiama all’opera i suoi uomini. Le abitudini sono rodate negli anni: sveglia prima dell’alba, per non incappare nel traffico, e maniche tirate su, perché di strada da fare ce n’è tanta.

Al lavoro con lui stavolta c'era anche uno che di maratone se ne intende davvero, il Dt di Assindustria Sport Ruggero Pertile, e poi Giorgio Stirini, Samuele Pastore e Gino Corrocher. Per l’esattezza i chilometri da coprire erano 42,195, quelli che separano lo Stadio Euganeo da Prato della Valle a Padova, se si passa per Rubano, Selvazzano Dentro, Teolo e Abano Terme, vale a dire per i comuni interessati dalla gara in programma domenica 28 aprile. Già, perché la “missione” che li ha visti all’opera è l’annuale segnatura del percorso, chilometro dopo chilometro, rintracciando i segni lasciati sull’asfalto quando è stata eseguita la misurazione ufficiale dell’Aims-Iaaf (Association of International Marathons and Distance Races).

Adesso, oltre a essere veloce, il percorso ha anche i chilometri freschi “di stampa”. E allora non resta che infilare le scarpe da ginnastica e… correre.


Nelle foto alcuni momenti della segnatura del percorso

L’Abbazia di Praglia ha ospitato il gala dell’evento in programma domenica 28 aprile coinvolgendo 150 ospiti fra autorità, sponsor e campioni. Il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro svela il nome della prima stella al via e conferma: «Festeggeremo le 20 edizioni in grande stile»


L’annuncio è arrivato a margine della serata, a impreziosire un incontro che già di suo aveva i contorni della festa. Sara Dossena, atleta di punta della maratona azzurra che giusto un mese fa, a Nagoya, in Giappone, ha sfiorato il record italiano portando il suo primato personale a uno strepitoso 2 ore 24’00”, sarà alla partenza di Abano Terme per partecipare alla mezza maratona di domenica 28 aprile, in programma nello stesso giorno della prova da 42 chilometri. Il suo nome arriva come la più gustosa ciliegina sulla torta del tradizionale gala della Padova Marathon, ospitato da un teatro davvero eccezionale come l’abbazia di Praglia. Il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro ha così potuto brindare davanti a circa 150 ospiti, tra autorità, sponsor e sportivi, ringraziando tutti per la preziosa collaborazione nella riuscita di un evento che coinvolge felicemente l’intero “Sistema Padova”.

«Tre anni fa ci siamo ritrovati all’interno della Basilica di Sant’Antonio, un privilegio di pochi. Nel 2017 ci siamo invece spostati a Rubano, seguendo il percorso della maratona e immergendoci tra le peculiarità del Parco Etnografico. Nel 2018 siamo andati alla scoperta di altre eccellenze come “La Montecchia” e Villa Emo Capodilista nel territorio di Selvazzano Dentro. Ora proseguiamo la risalita lungo il nostro tracciato soffermandoci tra queste storiche mura. Lo spirito che ci anima è proprio questo: la voglia di unire all’evento sportivo la valorizzazione del territorio, richiamando sulla città e sulla provincia di Padova l’attenzione del mondo», ha affermato Destro nel corso della serata. «Ci ritroviamo in un’occasione speciale, perché quella alle porte non sarà un’edizione qualsiasi, ma la numero 20. Sembrava un traguardo lontanissimo nel 2000, quando tutto è iniziato grazie all’allora presidente Giuliano Tabacchi e a un’intuizione di Silvana Santi. E invece oggi siamo qui a festeggiare il compleanno di un evento, la Padova Marathon, che ha saputo regalare alla città e al suo territorio una fama sportiva e di accoglienza di livello internazionale. Oggi non posso ancora svelare altri nomi dei top runners, perché stiamo definendo gli ultimi dettagli, ma ci saranno degli atleti di livello internazionale non solo nella maratona ma anche nella mezza, come testimonia la presenza di Sara Dossena, stella di primo piano del firmamento azzurro».

Non sono mancati i momenti di intrattenimento, con la visita dell’Abbazia accompagnati dalle note all’arpa di Alessandro Tombesi, e la presentazione del libro “Padova Marathon. Una storia, migliaia di storie”, curato da Andrea Schiavon e Diego Zilio, con postfazione di Stefano Edel: attraverso le suggestive e spesso inedite immagini di Antonio Muzzolon il volume ripercorre le emozioni vissute dal 2000 a oggi. Ma il gala, che si è tenuto grazie all’importante contributo del partner KPMG, è stato anche una passerella speciale dedicata ad altri talenti del territorio di Teolo premiati con una targa dal sindaco Moreno Valdisolo, come l’ex rugbista azzurro Mauro Bergamasco, la siepista di Assindustria Sport Laura Dalla Montà, i pattinatori Greta Turetta e Manuel Schiavon e il canottiere Gianluca Benacchio.

Numerose le autorità presenti, tra cui il prefetto Renato Franceschelli e il questore Paolo Fassari, il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, il sindaco di Rubano Sabrina Doni, il sindaco di Selvazzano Dentro Enoch Soranzo e il sindaco di Montegrotto Terme Riccardo Mortandello, il presidente della Camera di Commercio Antonio Santocono e il presidente di Assindustria Venetocentro Massimo Finco, che ha chiuso l’incontro sottolineando: «La Padova Marathon numero 20 punta al salto di qualità internazionale per contribuire al rilancio dell’economia e del turismo, non solo sportivo. Il percorso che da Padova risale i colli, toccando abbazie e ville storiche, le terme per poi tornare in Prato è un’esperienza emozionale e un biglietto per il mondo. Lo sport dà un contributo fondamentale alla buona salute della società, all’ambiente, all’accoglienza, all’apertura a mondi diversi, alla crescita dei giovani. Proprio i valori che guidano l’impegno di Assindustria Venetocentro, la nuova comunità degli Imprenditori Padova Treviso, in Assindustria Sport e per la Maratona. E che quest’anno rilancia l’impulso e il valore sociale, correndo e raccogliendo fondi per 24 progetti solidali. Padova corre. E Padova Marathon è la sua festa!».

Nelle foto (di Massimo Bertolini) alcuni momenti della serata all’Abbazia di Praglia; Sara Dossena

C'è un motivo in più per partecipare alla CxP di giovedì 4 aprile. Nel villaggio allestito in Prato della Valle già dalle 19.30 ci sarà anche Assindustria Sport, presente con il consueto igloo per informazioni e iscrizioni e con una delegazione di atleti, guidata da uno che di corse su strada se ne intende... Ruggero Pertile, attuale Dt del club e, da maratoneta, azzurro in tre edizioni dei Giochi Olimpici. Nonché, ma non serve ricordarlo, due volte primo sul traguardo di Prato della Valle.

La Corri per Padova è diventata un appuntamento importante per runners e camminatori che ogni giovedì attraversano i quartieri della città con il solo scopo di fare una corsa in compagnia, spinti da uno spirito di aggregazione più che di competizione e, magari, appunto... per preparare la Padova Marathon di domenica 28 aprile.

Passa a trovarci!

Mercoledì mattina l’incontro alla scuola elementare “De Amicis”, con Pertile, Tonello e il Sindaco Barbierato


Stupore, quando Ruggero Pertile ha confessato loro di avere tutta una stanza di casa destinata alle medaglie e alle coppe che ha vinto in carriera. Interesse, quando ha spiegato qual è l’alimentazione più corretta per un atleta. Partecipazione, quando Alberto Tonello ha raccontato che, vinta la battaglia contro un tumore al sistema linfatico, attraverso la corsa si è riappropriato del suo corpo. Sono solo alcuni dei momenti della mattinata trascorsa con i ragazzi della Scuola Primaria “De Amicis” di Giarre, ad Abano Terme.

A fare gli onori di casa il Sindaco Federico Barbierato e l’Assessore allo sport Francesco Pozza, pronti a invitare i ragazzi a fare il tifo lungo le strade della Padova Marathon e a partecipare alle Stracittadine di Padova, in programma domenica 28 aprile, e alla Family Run di Abano Terme di sabato 27 aprile. Nel corso della mattinata spazio anche per un po’ di didattica, da Filippide e l’antica Grecia ad Abebe Bikila, che trionfò scalzo a Roma ’60, passando per i trionfi di Baldini e dello stesso Pertile, travolto dalle domande degli studenti.

Davvero calorosa l’accoglienza ricevuta dai ragazzi, che hanno accolto gli ospiti suonando al flauto l’Inno di Mameli e l’Inno alla gioia di Beethoven, consegnando loro le piantine di zucchine coltivate nell’orto dell’istituto. E alla fine a tutti è stato consegnato l’astuccio regalato dai supermercati Alì e Alìper per ricordarsi di una mattinata davvero piacevole. “Accogliamo anche quest’anno nelle nostre scuole due grandi atleti che saranno impegnati durante la Padova Marathon. Avvicinare i ragazzi allo sport passa anche per momenti di incontro e approfondimento come quello di questa mattina, a cui hanno partecipato oltre 100 studenti della scuola De Amicis”.

Tornano le corse non competitive che ogni anno richiamano 20 mila persone in Prato della Valle. Un fitto programma di iniziative accompagnerà l’edizione 2019: un’occasione unica per apprezzare l’arte, la storia, la cucina, la musica e l’ambiente della città e del suo territorio


È l’intero “Sistema Padova” a mettersi in moto per la Padova Marathon. Quello in programma domenica 28 aprile non è solo un appuntamento di primo piano nel calendario podistico internazionale, ma anche una vera festa della città e del suo territorio. Lo è grazie alle Stracittadine, le corse non competitive che ogni anno coinvolgono oltre ventimila persone in Prato della Valle, in programma in contemporanea con le prove agonistiche. Ma lo è anche attraverso un fitto carnet di eventi e iniziative che mirano a valorizzare l’arte, la storia, la cucina, la musica, l’ambiente e le attività commerciali di Padova e del suo territorio, in collaborazione con il Comune, la Provincia, la Camera di Commercio - attraverso Promex -, AcegasApsAmga ed EstEnergy.

«Se maratona e nella mezza maratona si rivolgono ai podisti già pronti per affrontare distanze più impegnative, con le Stracittadine vogliamo invece coinvolgere proprio tutti, perché sono una grande festa popolare, in grado di far indossare pantaloncini e scarpe da ginnastica anche a chi non è allenato ma vuole comunque vivere l’evento, partecipando. Ognuno, quale che sia il suo livello di preparazione, avrà la possibilità di trascorrere una giornata assieme alla famiglia e agli amici, godendosi le bellezze di Padova e la splendida cornice di Prato della Valle, che sarà per l’occasione in grado di offrire una serie di iniziative di sicuro interesse», afferma Leopoldo Destro, presidente di Assindustria Sport. «Abbiamo scelto di presentarle assieme alle iniziative del “Sistema Padova” proprio perché la Padova Marathon, oltre a essere il più grande evento sportivo della provincia, è quello che meglio sa legare in un unico filo sport e cultura, agonismo e sano stile di vita, e poi turismo, ambiente e aggregazione sociale».

I PETTORALI DELLE STRACITTADINE. C’è la Stracittadina da un chilometro - pensata appositamente per anziani e portatori di disabilità - e ci sono quelle da 5 e da 10 chilometri. I pettorali per poter partecipare si possono acquistare nei supermercati Alì e Alìper, presenti in Veneto e in Emilia Romagna con 113 punti vendita. Con il pettorale, chi si iscrive in prevendita riceve la nuova t-shirt ufficiale della Padova Marathon, inoltre sacca-ristoro, assistenza tecnica e assistenza medica. In più torna, dopo il felice esordio del 2018, la medaglia di partecipazione, che con un importante impegno organizzativo Assindustria Sport consegnerà a tutti i partecipanti.

VOTA LA SCUOLA. Legato alla collaborazione con Alì è anche il concorso legato alle scuole, riproposto dopo gli ottimi riscontri degli ultimi tre anni: più di 500 gli istituti che si sono contesi il premio nella scorsa edizione. Correndo si può dotare la propria scuola di materiale didattico: le scuole primarie, parrocchie e asili che riceveranno più voti (previa registrazione sul sito della maratona, attraverso il codice abbinato a ogni pettorale delle Stracittadine), riceveranno 100 figurine “Punti per la scuola” con cui ottenere materiale e attrezzature per la didattica in classe.

Ma, appunto, è tutto il “Sistema Padova” a essersi attivato in occasione della Padova Marathon. Ecco un excursus fra le principali attività proposte in collaborazione con Promex, Azienda Speciale per l’Internazionalizzazione della Camera di Commercio di Padova, AcegasApsAmga ed EstEnergy.

FOOD & SHOPPING MARATHON. Dal 22 al 28 aprile con il pettorale o la medaglia (della maratona, della mezza maratona o delle stracittadine 2019) sarà possibile usufruire di uno sconto dal 10% al 20% o ricevere un simpatico omaggio recandosi nei punti vendita che aderiscono alla Food & Shopping Marathon. Nel sito www.padovamarathon.com si potrà consultare l’elenco degli esercizi che partecipano all’iniziativa.

(Iniziativa in collaborazione con Appe, Ascom, Confcommercio, Confartigianato, Cna e Sotto il Salone)

PRENOTA CON APP TAXI. Taxi Padova offre a tutti i partecipanti che prenotano con App Taxi uno sconto di 3 euro sul prezzo della corsa solo per il giorno della maratona, inserendo nel campo note della App Taxi la dicitura padovamarathon19.

(Iniziativa in collaborazione con Taxi Padova)

VOLA ALL’ARRIVO CON AIRSERVICE. Air Service, dal 25 al 30 aprile, in esclusiva per tutti i partecipanti alla Padova Marathon applica uno sconto del 15% per le corse da e per gli aeroporti di Venezia e Treviso: basta inserire il codice padovamarathon19 in fase di prenotazione online.

(Iniziativa in collaborazione con Airservice)

“PIATTO PRIMAVERA” AL PASTA PARTY. Sarà possibile approfittare del buono Pasta Party, sabato o domenica, per gustare il piatto primavera con gli asparagi del territorio e l’uovo a km zero.

In Prato della Valle, domenica 28 aprile sarà inoltre possibile acquistare i prodotti del territorio presso i gazebo della Coldiretti, Cia e Confagricoltura.

(Iniziativa in collaborazione con Coldiretti, Cia e Confagricoltura)

MARATONA DELLA MUSICA. Sabato 27 aprile alle 17.30, nel Salone di Palazzo della Ragione, l’Orchestra di Padova e del Veneto, guidata dal suo Direttore musicale e artistico, M° Marco Angius, proporrà “Scherzi e tempeste”, inedito concerto sinfonico in forma di maratona, basato su uno zapping musicale che collegherà tutti gli scherzi delle nove Sinfonie di Beethoven.

Inoltre, OPV rinnoverà “Allegro con moto”, l’esclusiva playlist per correre al ritmo della più bella musica di tutti i tempi suonata dall’orchestra della città!

(Iniziativa in collaborazione con Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto)

GUSTO, SAPORI, RELAX, NATURA… Podisti e turisti potranno poi scoprire il loro itinerario perfetto in questi siti:

Only Food www.onlyfoodpadova.it

Only Bike www.bikepadova.it

Only Weekend www.weekendpadova.it

Only Wellness www.termeeuganeepadova.it

(iniziativa in collaborazione con Padova Convention & Bureau)

GUIDE TURISTICHE. Scoprire la città della Padova Marathon: il pomeriggio di venerdì 26 o sabato 27 ci si potrà recare allo stand di Promex nell’expo Village in Prato della Valle e prenotare una visita guidata. Un tour di 2 ore circa che parte da Prato della Valle e termina all’Università:

- Sabato 27 aprile tour in italiano (H. 14.00 - H. 16.00 - H. 17.00)

- Sabato 27 aprile tour in inglese (H. 16.00)

(Iniziativa in collaborazione con Ascom e Confesercenti)

LA SCARPA CHE CORRE. Gli studenti della Scuola di Design e Tecnica della Calzatura e della Pelletteria mostreranno le modalità di costruzione della scarpa tecnica sportiva sabato 27 aprile all’interno dell’Expo della Padova Marathon.

(Iniziativa in collaborazione con il Politecnico Calzaturiero)

PADOVA LOOKING AHEAD AND BEYOND. Allo stand Promex, all’Expo, sarà possibile scoprire tutte le iniziative legate alla Maratona!

GRAZIE AD ACEGASAPSAMGA, UNA MARATONA A IMPATTO ZERO! Anche quest’anno, grazie al sostegno di AcegasApsAmga, la Padova Marathon sarà un evento interamente marchiato ZeroImpactEvent by AcegasApsAmga, per valorizzare le importanti azioni realizzate dalla multiutility nel concepire un livello di servizio in grado di ridurre a zero l’impatto ambientale della manifestazione. Esempi concreti di questo forte impegno di AcegasApsAmga nei confronti dell’ambiente saranno la valorizzazione dell’acqua di rete, un accurato servizio di pulizia dell’area interessata dall’evento e un servizio di raccolta differenziata ampiamente rafforzato. Inoltre, nella giornata della competizione in Prato della Valle saranno a disposizione speciali distributori di acqua di rete, risorsa sicura e di alta qualità proveniente dalle risorgive alpine di Villaverla, che permetteranno di abbattere il consumo di bottigliette di plastica.

Domenica 28 aprile sarà, inoltre, l’occasione per informare i cittadini sui vari servizi gestiti dall’Azienda attraverso la distribuzione di materiale informativo relativo alla qualità dell’acqua padovana e alla raccolta differenziata vigente in città. Ai cittadini che si recheranno allo stand, sarà distribuito come omaggio un rompigetto universale, per stimolare l’utilizzo dell’acqua del rubinetto, che a Padova è buona, sicura, ecologica, economica e comoda, come raccontato dal report “In Buone Acque”, pubblicato a ottobre 2018.

“IO DONO ENERGIA”: ESTENERGY E I RUNNER DI PADOVA PER LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ. A partire dal weekend del 30-31 marzo, per quattro fine settimana, EstEnergy farà appello a chi si allena per la Maratona e le Stracittadine chiedendo di condividere i propri allenamenti attraverso i social network (con uno screenshot della propria App su Facebook o Instagram), utilizzando anche l’hashtag #iodonoenergia. EstEnergy conteggerà i chilometri complessivi e donerà 1 euro al “Fondo per le famiglie bisognose” per ogni chilometro corso: l’obiettivo è di raggiungere 1.000 chilometri - e, quindi, 1.000 euro di donazione - per ogni fine settimana precedente la Maratona. Il quinto e ultimo appuntamento si terrà durante il fine settimana della Maratona, con Io dono energia - Moving Edition, iniziativa che coinvolgerà in modo divertente tutti i visitatori di Prato della Valle. EstEnergy, infatti, allestirà uno stand dedicato a raccogliere l’energia “cinetica” dei partecipanti e a trasformarla in beneficenza. I visitatori, infatti, saranno chiamati a scatenarsi al ritmo della musica all’interno di un set molto speciale!

Infine, grazie alla collaborazione con Assindustria sport, quest’anno il progetto Io dono energia entra per la prima volta nel mondo delle scuole di Padova, Abano Terme e Montegrotto con l’iniziativa: PUSH THE BUTTON - 10 semplici mosse per spegnere lo spreco energetico e accendere la solidarietà.

Per sensibilizzare bambini e ragazzi sul consumo responsabile di energia e sul tema della “povertà energetica”, EstEnergy consegnerà ad ogni scuola che aderisce al progetto: una breve guida al risparmio energetico e un kit per dipingere (1 confezione di colori e 1 striscione da 3 metri). Guidate dagli insegnanti, le classi potranno raccontare attraverso scritte, disegni e illustrazioni come e a chi regalerebbero la propria energia. Le opere saranno esposte lungo il percorso della Padova Marathon 2019.


Nelle immagini il tavolo dei relatori e la foto di gruppo con la t-shirt ufficiale 2019 delle Stracittadine

Significativo ritocco nella gara da 42km, mentre l’Half Marathon si rifà il look, salutando l’ingresso di Montegrotto Terme nella grande famiglia della maratona. Area termale sempre più coinvolta per un impulso ancora maggiore al turismo sportivo. E a marzo al via un programma di incontri con i ragazzi delle scuole


Non sarà un’edizione qualsiasi, quella in cartellone il prossimo 28 aprile. Nata nel 2000, la Padova Marathon si appresta infatti a soffiare sulle sue 20 candeline. E per celebrare la ricorrenza nel migliore dei modi e rendere le gare - maratona e mezza maratona - ancora più accattivanti e… veloci, Assindustria Sport, società organizzatrice, ha riservato importanti novità ai podisti sia nella corsa su strada da 42 chilometri sia - soprattutto - in quella da 21.

Per la prova principale si tratta di un significativo ritocco all’altezza del 23° chilometro, nel tratto fra Abano Terme e Teolo, mentre se ci si sposta sulla mezza non è sbagliato dire che l’evento si rifà letteralmente il look. Si cambia già dal punto di partenza, che sarà posto in via Monteortone ad Abano Terme, per poi dirigersi subito verso il centro di Montegrotto Terme, comune che entra con gioia nella “famiglia” della Padova Marathon. Il ricongiungimento con la gara principale avverrà all’incirca al 30° chilometro, con un innesto fra i due percorsi reso ancora più fluido rispetto alle precedenti edizioni grazie alla variante adottata.

Molte le novità, insomma, ma gli ingredienti principali rimarranno quelli che tanto successo hanno riscosso da quando è stato introdotto il nuovo percorso, a partire dalla suggestiva partenza dallo Stadio Euganeo di Padova, dal coinvolgimento di Rubano, Selvazzano Dentro e Teolo, dal passaggio nel cuore pedonale di Abano Terme, sfilando davanti al Kursaal e allo storico Hotel dell’Orologio e, poi, con il rientro a Padova attraverso la parte più affascinante e storica della città, toccando Piazza dei Signori, Piazza della Frutta, il Caffè Pedrocchi, Palazzo del Bo e la Basilica di Sant’Antonio, luogo simbolo della cristianità, fino all’arrivo nello straordinario scenario offerto da Prato della Valle.

«La Padova Marathon si prepara al meglio per questo compleanno, con il preciso intento di offrire nuovi stimoli agli atleti e mettere ognuno nelle condizioni ideali per esprimersi al massimo. Lo fa accogliendo il Comune di Montegrotto Terme, che ringraziamo per l’entusiasmo con cui ha accettato sin da subito di essere dei nostri. Con le modifiche adottate coinvolgeremo in modo ancora più importante l’area termale, che già nelle ultime edizioni ha saputo conferire all’evento una dimensione più internazionale e più attenta al turismo sportivo, adottando promozioni ad hoc studiate per i maratoneti in grado di offrire la possibilità a chi sceglie il nostro evento di approfittare di un’oasi di benessere, peraltro perfetta per il recupero muscolare del runner e dello sportivo in generale», evidenzia il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro. «Dal canto nostro, possiamo offrire ulteriore visibilità ai comuni dell’area termale, che si traduce in una preziosa ricaduta per le sue strutture ricettive. A tal proposito, c’è un rilievo statistico relativo all’edizione 2018 che ci inorgoglisce più di altri: sono state 51 le nazioni rappresentate al via, con atleti giunti da Stati Uniti, Francia e Paesi Bassi, ma anche dal Perù, dalla Thailandia, dalla Cina e dal Giappone. Segno che l’evento sta intercettando un interesse sempre più ampio anche all’estero. Quando abbiamo deciso di spostare la manifestazione in un territorio della provincia mai toccato prima, sapevamo che i risultati avrebbero ripagato la scelta e credo che sempre più sarà così».

«Anche quest’anno la Città di Abano Terme, in collaborazione con Assindustria Sport e gli altri comuni del territorio, è al lavoro per la Padova Marathon. 42 chilometri percorsi da migliaia di atleti provenienti da tutta Italia e che vedranno la nostra città protagonista con la partenza della mezza maratona. Per quest’edizione ci saranno diverse novità a partire dal tracciato rinnovato e dalla nuova location scelta per la partenza, maggiormente adatta per l’accoglienza delle migliaia di atleti che ogni anno scelgono questo tipo di percorso», afferma il Sindaco Federico Barbierato, affiancato dall’Assessore allo sport Francesco Pozza. «La nostra Amministrazione continua ad investire energie importanti per portare in città eventi sportivi di livello internazionale, un’occasione per avvicinare ad altre discipline sportive i più giovani ma anche una vetrina importante per tutto il territorio e da questo punto di vista la Padova Marathon è sicuramente uno dei fiori all’occhiello nel calendario degli appuntamenti sportivi in città. Una manifestazione così importante - infine - non sarebbe possibile senza il prezioso contributo dei tanti volontari, dalla protezione civile, all’Associazione Carabinieri, alle società sportive di Abano Terme, che ogni anno rendono possibile tutto questo. A loro va il ringraziamento di tutta la città».

«La Padova Marathon è da sempre una grande festa per la nostra provincia e dal 2016 lo è, in particolare, per il territorio termale. Per questo annunciare l’ingresso di Montegrotto Terme nella grande famiglia della maratona è per me un motivo di profondo orgoglio», aggiunge il Sindaco Riccardo Mortandello, affiancato dall’Assessore allo Sport Pier Luigi Sponton. «Grazie al prezioso supporto delle nostre associazioni e dei tanti volontari presenti nel Comune ci stiamo preparando a vivere una grande giornata di sport e aggregazione, al contempo consapevoli dell’opportunità che abbiamo a disposizione: quella di far conoscere le meraviglie del nostro territorio anche ai tanti podisti in arrivo da altre regioni e da altre nazioni, che avranno modo di apprezzare luoghi ricchi di storia e fascino. Per questo ci stiamo già mobilitando, con entusiasmo e spirito di squadra, anche noi al lavoro per la buona riuscita del più importante evento sportivo della provincia».

Le novità del percorso sono state presentate mercoledì 30 gennaio nel Comune di Abano Terme, presenti, tra gli altri relatori, anche il Consigliere della Provincia di Padova Vincenzo Gottardo e Sabrina Doni, sindaco di Rubano. E sono davvero numerose le iniziative che coinvolgeranno il territorio nelle settimane precedenti all’evento. In particolare, da marzo, si svolgeranno diversi incontri con i ragazzi delle scuole medie a cui prenderà parte anche l’ex campione azzurro Ruggero Pertile, attuale Direttore tecnico di Assindustria Sport: obiettivo coinvolgerli nell’avvicinamento a un appuntamento che è sempre più una grande festa per il territorio, ma anche far conoscere loro la lunga e affascinante storia di questa disciplina, in modo che possano apprezzarne ancora di più il significato. Padova Marathon e Half Marathon coinvolgeranno ovviamente diverse centinaia di volontari, coordinati dalla Protezione Civile e provenienti anche dalle società sportive del territorio - con in prima fila l’Atletica Vis Abano, storica partner di Assindustria Sport, molto attiva, in particolare, nella gestione della partenza della mezza maratona - e dagli Alpini. Allo studio anche iniziative con le associazioni del commercio, con particolari pacchetti promozionali.

Sulla ruota di Padova esce il numero… 1! Sì, perché non manca ormai molto all'1 febbr aio: se ti iscriverai alla Padova Marathon entro questa data potrai usufruire della quota base di 40 euro per la maratona e di 25 euro per la mezza, che scatterà da Abano Terme.

E allora, cosa aspetti? Potrai confermare la tua presenza alla gara del 28 aprile 2019 online (attraverso il nostro sito), via e-mail, via posta e via fax. Per tutte le informazioni sulle modalità di iscrizione clicca qui.

Non perdere tempo!

Tra brindisi, buffet, cenoni e panettoni… è meglio infilarsi le scarpe da corsa al più presto! Nell’augurarti un buon Natale e un felice anno nuovo noi della Padova Marathon abbiamo pensato a risolvere il “problema” dei regali da fare… Come? Mettendo a disposizione un voucher con cui donare uno dei nostri tre pacchetti speciali a chi vuoi tu! Scrivici a info@padovamarathon.com ti invieremo un voucher regalo personalizzabile da destinare a chi desideri!

Pronti a venire incontro a ogni esigenza, abbiamo pensato a tre differenti tipologie di Christmas Box tra cui scegliere. Eccole.

BRONZE CHRISTMAS BOX: Il pacchetto include l’iscrizione alla maratona o alla mezza maratona.

Ti verrà inviato un voucher personalizzato che potrai consegnare alla persona che vuoi omaggiare.

Il costo? 25 euro per la mezza maratona e 40 euro per la maratona.

SILVER CHRISTMAS BOX: Il pacchetto include l’iscrizione alla maratona o alla mezza maratona e la personalizzazione della maglia tecnica inclusa nel pacco gara della Padova Marathon (da ritirarsi poi all’Expo Village nei 3 giorni di evento).

Ti verrà inviato un voucher personalizzato che potrai consegnare alla persona che desideri omaggiare. Il costo? 30 euro per la mezza maratona e 45 euro per la maratona.

GOLD CHRISTMAS BOX: Il pacchetto include l’iscrizione alla maratona o alla mezza maratona, la personalizzazione della maglia tecnica inclusa nel pacco gara della Padova Marathon (da ritirarsi poi all’Expo Village nei 3 giorni di evento) e un weekend per due persone con 3 notti in un hotel selezionato appositamente per le nostre gare a Padova o ad Abano Terme.

Ti verrà inviato un voucher personalizzato che potrai consegnare alla persona che desideri omaggiare.

Costo del pacchetto per due persone con soggiorno a Padova: 395 euro per la mezza maratona e 410 euro per la maratona.

Costo del pacchetto per due persone con soggiorno ad Abano Terme: 785 euro per la mezza maratona e 800 euro per la maratona.

Non ti resta che scrivere all’indirizzo info@padovamarathon.com e farci sapere quale pacchetto vuoi mettere sotto l’albero (BRONZE, SILVER, GOLD), noi ti invieremo tutte le indicazioni per procedere con l’acquisto e successivamente ti faremo avere il voucher digitale da consegnare.

Per Natale regalati la Padova Marathon!

Presentato il Charity Program dell’evento in cartellone domenica 28 aprile: le onlus potranno aderire entro il mese di dicembre. Torna il “Premio Rete del Dono” per le associazioni più attive. Il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro: «Siamo al lavoro per un’edizione davvero speciale: la numero 20. Sarà ancora più ricca, entusiasmante e… solidale delle precedenti. L’obiettivo è quello di superare gli 82 mila euro donati nel 2018 attraverso la raccolta diretta»


Nel 2018 sono stati donati più di 82 mila euro ai progetti di solidarietà che si sono legati alla Padova Marathon (limitandosi esclusivamente a considerare la raccolta diretta e via web, perché altrimenti la cifra sarebbe ancora più alta). E per l’edizione 2019 il Charity Program non può che puntare a superarsi. 22 le onlus che già hanno aderito come partner all’evento in cartellone domenica 28 aprile, ma altre sono pronte ad aggiungersi e potranno farlo entro il mese di dicembre. Di fatto la corsa solidale della Padova Marathon scatta… già da oggi, per dare la possibilità ai podisti di partecipare nel numero maggiore possibile a una delle prove (la gara principale che partirà dallo Stadio Euganeo, la Mezza maratona al via da Abano Terme e le Stracittadine in Prato della Valle) associando alla propria sfida sportiva una sfida solidale, correndo e raccogliendo fondi a favore di una buona causa.

Per i podisti partecipare al progetto è semplice. Il modello si basa sul personal fundraising: ogni organizzazione s’impegna a raccogliere fondi tramite il coinvolgimento di maratoneti, che a loro volta diventano ambasciatori di una buona causa e si attivano attraverso una rete personale di amici e parenti. Al momento dell’iscrizione basterà scegliere per quale non profit correre, diventando così suo “ambasciatore” e avviando una raccolta online sul sito di Rete del Dono a sostegno del progetto solidale promosso.

E, per incentivare le donazioni, sono previsti anche premi ai primi tre singoli fundraiser, a cui sarà riconosciuta l’iscrizione gratuita per la prossima edizione della Padova Marathon, e l’istituzione del “Premio Rete del Dono”, destinato alle prime tre onlus che abbiano superato i 15.000 euro di raccolta fondi sul portale di Rete del Dono: 1.500 euro saranno assegnati alla prima associazione che abbia superato i 15.000 euro, 1.000 euro alla seconda, 500 euro alla terza. Diverse fra le onlus presenti hanno già individuato un progetto specifico da abbinare all’evento, quelle che ancora non l’hanno fatto lo indicheranno nelle prossime settimane scegliendo un proprio testimonial che le rappresenterà ufficialmente.

«Siamo al lavoro per un’edizione davvero speciale: la numero 20. Sarà ancora più ricca, entusiasmante e… solidale delle precedenti. Per noi la maratona non è “soltanto” un grande appuntamento sportivo, ma un punto di riferimento per la città e la provincia, nonché una prestigiosa vetrina per le migliori eccellenze del territorio. E l’esempio più fulgido a riguardo è proprio quello delle charities. Sulla scia degli ottimi risultati raggiunti lo scorso aprile ripartiamo con un obiettivo ancora più ambizioso: vogliamo superare gli 82 mila euro raccolti in via diretta nella scorsa edizione», sottolinea Leopoldo Destro, presidente di Assindustria Sport, la società che organizza l’evento. «Oggi sono convinto che sia ancora possibile crescere e migliorare: sono sicuro che nella prossima edizione, fissata per il 28 aprile 2019, il percorso che abbiamo avviato potrà offrire frutti ancora più rilevanti e lo testimonia il fatto che tre nuove realtà abbiano deciso di correre con noi per la prima volta: sono la Fondazione Foresta Onlus, che sarà presente con un progetto sull’osteoporosi maschile, l’Università degli studi di Padova e la Fondazione Banca degli Occhi».

Un’iniziativa che la Provincia di Padova ha accolto con entusiasmo: «La nuova edizione della Padova Marathon», afferma il Presidente Fabio Bui, «si avvicina e i numeri sono ogni anno più importanti, soprattutto per quanto riguarda la solidarietà. Alla Maratona ci sarà un campione sportivo che arriverà al traguardo, ma vincerà soprattutto la solidarietà. Non abbiamo neanche idea di quanto volontariato e disponibilità ci sia in tutte le associazioni che oggi hanno già aderito alla Rete del Dono e la Maratona è la più grande vetrina per presentarci nel territorio. Il significato è proprio quello di mettere questa grande impresa a disposizione degli altri. Solo con l’impegno e la determinazione infatti si possono ottenere importanti risultati e in questo caso i progetti in cantiere sono moltissimi e tutti meritevoli perché serviranno a sostenere le persone più deboli. La Maratona ha catalizzato negli anni le migliori energie del territorio, unite dal comune intento di dare un’immagine efficace di quanto di meglio possiamo offrire in termini di sport, accoglienza, natura, cultura e solidarietà».

«La Padova Marathon», dice Diego Bonavina, Assessore allo Sport del Comune di Padova, «è un grandissimo evento e noi siamo pronti a sostenerlo con enorme entusiasmo. Il coinvolgimento sempre più numeroso delle charities rende il tutto ancora più fantastico, vuol dire che la gente ci crede ed è partecipe. Sport è integrazione, prevenzione, salute, ma anche solidarietà. L’amministrazione comunale è felice quindi di partecipare a questa grande manifestazione che consentirà di costruire insieme splendidi risultati».

Il progetto si appoggia a Rete del Dono, piattaforma per la raccolta di donazioni online a favore di progetti d’utilità sociale. In collaborazione con gli eventi sportivi Rete del Dono coordina il Charity Program aiutando di volta in volta runner e ciclisti ad associare alla sfida sportiva quella solidale e a raccogliere fondi. Dalla nascita del portale a oggi, tramite Rete del Dono sono stati raccolti fondi per oltre 6 milioni e mezzo di euro, in gran parte grazie all’impegno di tanti sportivi solidali che si sono attivati in prima persona dedicando le loro imprese alla solidarietà.

CHARITY PROGRAM 2019 - Onlus già confermate:

  • Amici di Adamitullo;
  • Asem Italia Onlus;
  • Fondazione Città della Speranza;
  • Associazione Un Cuore un Mondo;
  • Medici con l’Africa CUAMM;
  • De Leo Fund;
  • VIMM Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata;
  • Fondazione Banca degli Occhi;
  • Fondazione Foresta Onlus;
  • Gruppo Polis;
  • NF Italia Onlus;
  • Malattie Rare p63 Sindrome EEC International;
  • Associazione Piccoli Punti;
  • Team For Children;
  • Associazione Luca Ometto;
  • Fondazione Salus Pueri;
  • Casa Priscilla;
  • Progetto Itaca
  • Soroptimist International Club;
  • Associazione Zia Francesca;
  • Università degli Studi di Padova;
  • Valentina Penello Onlus.

Nella foto (fonte Ufficio stampa Provincia di Padova) i partecipanti alla conferenza stampa di Palazzo S. Stefano