PERTILE, PRIMO MAGGIO DI CORSA

Il campione di Assindustria domenica sarà tra gli atleti da battere a Oderzo: «Dopo Milano avevo molta voglia di gareggiare. E subito dopo sarò alla festa di compleanno di Alì». Con lui anche i fratelli Titon

Ruggero Pertile riparte da Oderzo. Dopo il secondo posto alla Milano City Marathon, il campione azzurro di Assindustria Sport si presenta al via del 16° circuito internazionale Città Archeologica, nella prova di 9,8 chilometri, in programma domenica primo maggio alle 18.15.

«Dopo l’ultima maratona mi è rimasta addosso una gran voglia di tornare a gareggiare – spiega “Rero”, che anche nel capoluogo meneghino ha confermato di essere il miglior specialista italiano in attività – La condizione è buona e non escludo, nelle prossime settimane, di togliermi lo sfizio di ripresentarmi a correre anche in pista, prima di tornare a immergermi nella preparazione di una maratona. L’obiettivo, a medio termine, è ovviamente quello di partecipare ai Mondiali in Corea, anche se dalla Federazione non ho ancora ricevuto indicazioni a riguardo e le attendo, per potermi allenare al meglio in vista di quell’appuntamento».

A Oderzo, l’atleta di Villanova di Camposampiero dovrà confrontarsi con un cast agguerrito, con in prima fila Meucci, De Nard, El Mazoury, Bona, Scaini e i rumeni Ionescu e Irimia. «Sarà una bella prova, ci tenevo a partecipare. Subito dopo la gara avrò il tempo di una doccia e poi mi sposterò alla fiera di Padova, dove si svolge la festa per i quarant’anni dei supermercati Alì, che da sempre mi sostengono».

La testa è proiettata al futuro ma è inevitabile fare un passo indietro e tornare a Milano, lì dove Ruggero ha tagliato il traguardo per secondo, in 2 ore 11’23”. «Ripenso a quella maratona con rammarico, perché ero veramente in grande condizione e potevo provare a migliorare il mio primato personale (2 ore 09’53”, ndr). Purtroppo abbiamo trovato la giornata più calda dell’anno e condizioni in cui non solo era difficile correre, ma anche interpretare tatticamente la gara. Nelle scorse settimane, in Kenya, mi sono allenato assieme a Ben Chebet, che è arrivato secondo alla Maratona S.Antonio in 2 ore 09’26”, e ho visto che potevo tenere senza problemi i suoi ritmi: avessi corso solo una settimana dopo probabilmente ora mi troverei a commentare un risultato diverso».

Pertile non sarà l’unico portacolori gialloblù a Oderzo. Nella categoria juniores saranno di scena gli azzurrini Letizia e Dylan Titon, con quest’ultimo, fresco del titolo di campione veneto dei 10.000 metri, conquistato a Treviso.

Nella foto Ruggero Pertile