PERTILE E VALLORTIGARA, DOPPIETTA ASSINDUSTRIA ALLA FESTA DELLA REGINA DEGLI SPORT

Ruggero premiato come atleta veneto dell’anno, Elena come miglior promessa. I riconoscimenti saranno assegnati sabato a Camposampiero


Ruggero Pertile atleta veneto dell’anno, Elena Vallortigara miglior promessa della regione. Assindustria Sport Padova cala una fantastica doppietta ad «Atletica veneta in festa», appuntamento che suggella l’ultima annata agonistica, offrendo un bilancio di quanto fatto nel 2010. Sabato 12 marzo, dalle ore 16, nel nuovo Auditorium Comunale di Camposampiero, i colori giallo e blu del club saranno inoltre presenti per numerosi altri riconoscimenti, a dimostrazione della bontà del lavoro svolto anche nell’ultima stagione.

«Rero» è alla seconda affermazione in carriera, dopo quella di quattro anni fa. Succede all’astista Giorgio Piantella e raccoglie i frutti di un’annata che difficilmente dimenticherà, dopo il quarto posto agli Europei di Barcellona e la vittoria alla Turin Marathon. «Ho saputo solo ora di questo riconoscimento, che mi fa molto piacere e arriva a coronamento del lavoro svolto – spiega l’atleta di Villanova di Camposampiero, che in questi giorni si sta allenando in Kenya –. Purtroppo mi dispiace davvero tanto di non esserci, ma avevo programmato da tempo questo stage sull’altopiano di Eldoret, dove rimarrò sino al 23 marzo. Sto lavorando duramente in vista di una prossima maratona».

Elena sarà invece premiata per la medaglia di bronzo vinta ai Mondiali under 20 di Moncton e per il primato italiano del salto in alto, da lei portato a 1.91 metri. Ma Assindustria sarà sul palco di Camposampiero anche per i risultati di club colti nel settore assoluto, a partire dal terzo posto conquistato nella Finale Oro dei campionati di società di Borgo Valsugana con le donne. Inoltre ci saranno menzioni speciali per altre due atlete azzurre, la marciatrice Sibilla Di Vincenzo e la primatista italiana del salto triplo Magdelìn Martinez. Patrick Pandolce (lungo allievi), Letizia Titon (3.000 siepi juniores), Tommaso Parolo (peso juniores) e Maddalena Purgato (giavellotto promesse) saranno invece premiati per i nuovi primati regionali realizzati nelle rispettive specialità. Ai loro nomi si aggiungono poi quelli di tutti gli atleti saliti sul podio ai campionati italiani o andati a vestire la maglia della nazionale.

«Ruggero è un esempio di quello che può voler dire l’atletica. Il suo impegno, la sua costanza, la sua forza di volontà dovrebbero essere presi a modello – afferma Federico de’ Stefani, presidente di Assindustria Sport Padova –. Di Elena mi piace ricordare che la gara che le ha permesso di sbloccarsi, superando per la prima volta il metro e 90, l’ha disputata allo stadio Colbachini, il tempio dell’atletica veneta, che gestisce proprio la nostra società. Ma tutti questi risultati sono la dimostrazione che dietro alle nostre stelle c’è un gruppo compatto di alto livello, che sa lavorare bene».


Nella foto Ruggero Pertile al traguardo della Turin Marathon