News March 2015

Lo staff di Assindustria Sport Padova ha risegnato il percorso della gara di domenica 19 aprile. Ogni podista si troverà così nelle migliori condizioni per esprimersi

Partecipazione in massa alla prossima edizione della mezza per il gruppo podistico inglese tutto femminile. La corsa su strada di domenica 19 aprile scelta come appuntamento primaverile del 2015, con una precisazione: «Con noi niente mariti, figli o accompagnatori che non corrano»

Germania, Olanda, Spagna, Svizzera. Ma anche Stati Uniti, Kenya, Etiopia, Australia, Sud Africa. Sono come sempre numerosi i paesi rappresentati alla Maratona S.Antonio. Fra le adesioni giunte all’edizione 2015, in programma domenica 19 aprile, c’è però anche quella di un gruppo che ha subito destato l’attenzione degli organizzatori. A comporlo, le podiste di “Women running the world”, associazione che ha sede a Londra e che riunisce un centinaio di atlete che, ogni settimana, hanno come punto di ritrovo la zona di St. John Wood Barclays, base per i propri allenamenti. Ogni anno, il gruppo individua una mezza maratona in giro per il mondo a cui iscriversi in forze: stavolta a essere prescelta è stata la corsa su strada padovana, che accoglierà una novantina di loro.

«Siamo partite come un gruppo informale di amiche, grazie all’iniziativa di Paula Mitchell. Oggi siamo cresciute, socializzando e divertendoci» si legge nel sito del gruppo (www.womenrunningtheworld.com). «Nel 2015 seguiremo i passi di Sant’Antonio, che nel 1231 compì questo cammino in punto di morte. La gara inizia nella città di Camposampiero e termina a Padova, nel magnifico scenario di Prato della Valle, una delle più grandi piazze d’Europa» si legge invece nella pagina dedicata all’appuntamento scelto per la primavera di quest’anno. «La corsa padovana riceve recensioni eccellenti per il percorso pianeggiante, la folla entusiasta e le bellezze paesaggistiche».

L’invito a iscriversi, rivolto alle “runners” del gruppo, prosegue con una precisazione curiosa, che tradisce un certo orgoglio tutto femminile: «Molte di voi sono nuove per la nostra corsa di gruppo, ecco allora come funziona il viaggio annuale: per prima cosa va detto che è riservato solo alle podiste. Niente mariti, figli o accompagnatori che non corrano. Quel fine settimana sarà tutto dedicato a voi e alle donne del gruppo. Se volete partecipare, fatecelo sapere». Ovviamente la mezza maratona di domenica 19 aprile, che si svolgerà come da tradizione in concomitanza con la maratona vera e propria, è il momento principale del viaggio, che poi vivrà di un’appendice turistica attraverso la città del Santo e il territorio che le fa da sfondo. E Padova accoglierà a braccia aperte le podiste-turiste inglesi.

Nella foto le podiste di Women running the world

Il campione di Assindustria Sport ha chiuso la maratona capitolina in 2 ore 15’40”, sotto la pioggia. «Corso in condizioni difficili, è un buon risultato. Ora? Punto ai Mondiali di Pechino, dove possiamo fare una bella squadra azzurra»

«E’ stata una giornata difficile e alla fine devo dirmi bravo, perché questo è un buon risultato». Ruggero Pertile commenta così il suo quinto posto alla Maratona di Roma, chiusa sotto la pioggia in 2 ore 15’40” al traguardo in via dei Fori Imperiali. «I problemi maggiori li ha creati il maltempo: ho avuto qualche problema muscolare e in più ho fatto fatica a correre sui sampietrini, che erano parecchio scivolosi a causa della pioggia. Ho comunque cercato di mantenere il mio passo e arrivare alla fine. Devo ringraziare tutto il pubblico che mi ha incitato molto. Ora? Punto ai Mondiali di Pechino, penso che con tutti i bravi maratoneti italiani che stanno crescendo possiamo fare una bella squadra» sottolinea il quarantenne campione azzurro, lo scorso agosto settimo agli Europei di Zurigo. A tifare per lui anche la moglie Chiara, la figlia Alice e i tanti amici di Assindustria Sport e di Alì, la catena di supermercati che da sempre lo sostiene.

La gara capitolina, che ha richiamato al via oltre 15 mila runners, ha avuto una partenza spedita (15’05 ai 5 chilometri) con una decina di atleti africani a fare l’andatura. Al decimo chilometro il ritmo è decisamente sostenuto (passaggio in 30’10”) con i pacemaker keniani Kibor e Kipkoech a trainare la sempre nutrita pattuglia di testa. Oltre a Chatbi (30’11), subito dietro è la volta di altri tre azzurri: Pertile (30’59”) affiancato dai finanzieri Lalli ed El Mazoury. Quando si arriva al giro di boia (21,097 km) Kibor e Kipkoech continuano nel loro ruolo di battistrada (un’ora 04’08”) portandosi al seguito un quartetto di etiopi composto da Degefa, Achame, Wakeyo e Gemeda. Chatbi viaggia in settima posizione, leggermente più indietro c’è Pertile (un’ora 05’59”). Chilometro numero 30 con Pertile ottavo (un’ora 35’01”). Per i battistrada, il ritmo nel finale crolla, gli azzurri sono in rimonta. Vince Degefa in 2 ore 12’23” precedendo Achame (2 ore 12’3232) e il debuttante Chatbi (2 ore 14’04”) che negli ultimi chilometri acciuffa e supera l’altro etiope Gemeda (2 ore 15’05”). Pertile finisce quinto in 2 ore 15’40”.

Nella foto (Colombo) Ruggero Pertile

Il campione di Assindustria Sport tra gli atleti da battere nella maratona capitolina di domenica 22 marzo: «Molte cose sono cambiate dalla mia vittoria del 2004. L’obiettivo? Salire sul podio». Intanto nei supermercati Alì e Aliper sono in vendita i pettorali per partecipare alle Stracittadine della Maratona S.Antonio di domenica 19 aprile

In un certo senso, per lui, è come tornare sul luogo del delitto. Un bel delitto. Lungo quelle strade, nel 2004, si impose infatti all’attenzione degli appassionati di atletica, vincendo la Maratona di Roma. Domenica Ruggero Pertile tornerà nella capitale, stella italiana della XXI edizione della corsa che scatterà (alle 8.50) e si concluderà in via dei Fori Imperiali. La gara, confermata nel circuito dei migliori eventi su strada al mondo IAAF Road Race Gold Label, ha già raccolto 15mila iscrizioni da 110 nazioni.

«Rispetto al 2004 molte cose sono cambiate, a partire dal percorso che, in un certo senso, è stato semplificato. E diverso sono io, che ora ho ovviamente qualche anno in più ma anche più esperienza» afferma il quarantenne campione azzurro di Assindustria Sport Padova, in agosto settimo agli Europei di Zurigo. «Credo che proprio l’esperienza potrà rivelarsi utile anche domenica: al via ci sono diversi atleti che vantano personali al di sotto delle 2 ore e 8’ e so che è previsto un passaggio a metà maratona molto veloce, attorno all’ora 3’40”. Io, però, punto a correre le due parti della gara attorno agli stessi tempi. Oggi so di valere fra le 2 ore e 10’ e le 2 ore e 12’ e non nascondo di puntare al podio».

Al via, ma solo per un test propedeutico, ci saranno anche i due azzurri delle Fiamme Gialle Andrea Lalli e Ahmed El Mazoury, che hanno in programma di correre per 25-30 chilometri. In lizza per la vittoria ci saranno invece diversi atleti africani. I più accreditati sono i keniani John Kipkorir Komen (PB 2 ore 7’17”) e Peter Chesang Kurui (2 ore 8’56”), gli etiopi Teshome Gelana Etana (2 ore 7’37”) e Habtamu Assefa Wakeyo (2 ore 8’28”) e il marocchino Mustapha El Aziz (2 ore 7’55”) con l’ucraino Oleksandr Sitkovskyy da tenere d’occhio quale possibile outsider.

«Mi presento all’appuntamento in buone condizioni, dopo il test fatto a Treviso, dove ho corso per 25 chilometri per ritrovare il clima-gara e per aiutare un amico come Stefano La Rosa. In un certo senso nella gara della Marca ho fatto da guida, un ruolo in cui mi riconosco in questa fase della carriera» continua “Rero”. «Ora mi presento a Roma dopo i due stage di più di venti giorni svolti in Kenya, a gennaio e a febbraio. E’ l’ottava stagione in cui mi preparo in Kenya, ospitato dallo staff di Rosa Associati, e, se ho la possibilità di riuscirci, è perché al mio fianco ho una realtà come i supermercati Alì, che da sempre mi sostengono dandomi la possibilità di dedicarmi allo sport che amo».

STRACITTADINE, I PETTORALI NEI SUPERMERCATI ALI’ E ALIPER. A proposito di Alì: i pettorali per poter partecipare alla prossima edizione delle Stracittadine di Padova, che si svolgeranno domenica 19 aprile in concomitanza con la Maratona S.Antonio, si possono già acquistare nei supermercati Alì e Aliper presenti in tutto il Veneto con oltre 100 punti vendita. Con il pettorale, chi si iscrive in prevendita riceve la nuova t-shirt ufficiale della Maratona S.Antonio, quest’anno di colore giallo fluo, l’attestato di partecipazione e inoltre sacca ristoro, assistenza tecnica e assistenza medica.

Nelle scorse edizioni, ventimila persone hanno preso parte alle Stracittadine e almeno altrettante sono attese quest’anno per la sedicesima edizione della Maratona, sempre con punto di partenza in Prato della Valle. C’è la prova da un chilometro – pensata appositamente per anziani e portatori di disabilità, che non possono affrontare distanze più impegnative – e ci sono quelle da 5 e da 10 chilometri. E proprio alla Stracittadina più lunga è legata una delle grandi novità dell’edizione 2015: ai podisti sarà infatti data la possibilità di affrontarla anche in modo più competitivo, partecipando alla “10km Challenge”, che sarà cronometrata (iscrizioni online nel sito www.maratonasantantonio.it).

Nella foto (di Antonio Muzzolon) Ruggero Pertile

Il campione di Assindustria Sport tra gli atleti da battere nella maratona capitolina di domenica 22 marzo: «Molte cose sono cambiate dalla mia vittoria del 2004. L’obiettivo? Salire sul podio». Intanto nei supermercati Alì e Aliper sono in vendita i pettorali per partecipare alle Stracittadine della Maratona S.Antonio di domenica 19 aprile

In un certo senso, per lui, è come tornare sul luogo del delitto. Un bel delitto. Lungo quelle strade, nel 2004, si impose infatti all’attenzione degli appassionati di atletica, vincendo la Maratona di Roma. Domenica Ruggero Pertile tornerà nella capitale, stella italiana della XXI edizione della corsa che scatterà (alle 8.50) e si concluderà in via dei Fori Imperiali. La gara, confermata nel circuito dei migliori eventi su strada al mondo IAAF Road Race Gold Label, ha già raccolto 15mila iscrizioni da 110 nazioni.

«Rispetto al 2004 molte cose sono cambiate, a partire dal percorso che, in un certo senso, è stato semplificato. E diverso sono io, che ora ho ovviamente qualche anno in più ma anche più esperienza» afferma il quarantenne campione azzurro di Assindustria Sport Padova, in agosto settimo agli Europei di Zurigo. «Credo che proprio l’esperienza potrà rivelarsi utile anche domenica: al via ci sono diversi atleti che vantano personali al di sotto delle 2 ore e 8’ e so che è previsto un passaggio a metà maratona molto veloce, attorno all’ora 3’40”. Io, però, punto a correre le due parti della gara attorno agli stessi tempi. Oggi so di valere fra le 2 ore e 10’ e le 2 ore e 12’ e non nascondo di puntare al podio».

Al via, ma solo per un test propedeutico, ci saranno anche i due azzurri delle Fiamme Gialle Andrea Lalli e Ahmed El Mazoury, che hanno in programma di correre per 25-30 chilometri. In lizza per la vittoria ci saranno invece diversi atleti africani. I più accreditati sono i keniani John Kipkorir Komen (PB 2 ore 7’17”) e Peter Chesang Kurui (2 ore 8’56”), gli etiopi Teshome Gelana Etana (2 ore 7’37”) e Habtamu Assefa Wakeyo (2 ore 8’28”) e il marocchino Mustapha El Aziz (2 ore 7’55”) con l’ucraino Oleksandr Sitkovskyy da tenere d’occhio quale possibile outsider.

«Mi presento all’appuntamento in buone condizioni, dopo il test fatto a Treviso, dove ho corso per 25 chilometri per ritrovare il clima-gara e per aiutare un amico come Stefano La Rosa. In un certo senso nella gara della Marca ho fatto da guida, un ruolo in cui mi riconosco in questa fase della carriera» continua “Rero”. «Ora mi presento a Roma dopo i due stage di più di venti giorni svolti in Kenya, a gennaio e a febbraio. E’ l’ottava stagione in cui mi preparo in Kenya, ospitato dallo staff di Rosa Associati, e, se ho la possibilità di riuscirci, è perché al mio fianco ho una realtà come i supermercati Alì, che da sempre mi sostengono dandomi la possibilità di dedicarmi allo sport che amo».

STRACITTADINE, I PETTORALI NEI SUPERMERCATI ALI’ E ALIPER. A proposito di Alì: i pettorali per poter partecipare alla prossima edizione delle Stracittadine di Padova, che si svolgeranno domenica 19 aprile in concomitanza con la Maratona S.Antonio, si possono già acquistare nei supermercati Alì e Aliper presenti in tutto il Veneto con oltre 100 punti vendita. Con il pettorale, chi si iscrive in prevendita riceve la nuova t-shirt ufficiale della Maratona S.Antonio, quest’anno di colore giallo fluo, l’attestato di partecipazione e inoltre sacca ristoro, assistenza tecnica e assistenza medica.

Nelle scorse edizioni, ventimila persone hanno preso parte alle Stracittadine e almeno altrettante sono attese quest’anno per la sedicesima edizione della Maratona, sempre con punto di partenza in Prato della Valle. C’è la prova da un chilometro – pensata appositamente per anziani e portatori di disabilità, che non possono affrontare distanze più impegnative – e ci sono quelle da 5 e da 10 chilometri. E proprio alla Stracittadina più lunga è legata una delle grandi novità dell’edizione 2015: ai podisti sarà infatti data la possibilità di affrontarla anche in modo più competitivo, partecipando alla “10km Challenge”, che sarà cronometrata (iscrizioni online nel sito www.maratonasantantonio.it).

Nella foto (di Antonio Muzzolon) Ruggero Pertile

Mercoledì 18 marzo, allo stadio Colbachini, incontro con il responsabile medico nutrizionale della nazionale di Ultramaratona. Al centro della serata le dinamiche metaboliche e le richieste del podista

Manca poco più di un mese a domenica 19 aprile, data della 16^ edizione della Maratona S.Antonio. Come ogni anno, Assindustria Sport Padova si avvicina all’appuntamento ospitando un convegno tecnico sui principali temi di interesse per gli sportivi, con particolare attenzione ai maratoneti. Quest’anno, al centro dell’incontro col dottor Luca Speciani, ci saranno le “Basi di medicina per lo sportivo: un aggiornamento necessario”. L’appuntamento, aperto a tutti, è per

MERCOLEDI’ 18 MARZO 2015, ALLE ORE 21
ALLO STADIO COLBACHINI – INGRESSO LIBERO
(PIAZZA AZZURRI D’ITALIA – ZONA ARCELLA - PADOVA)

Il dottor Luca Speciani si concentrerà sulle particolari esigenze di chi pratica sport e su come la medicina sia chiamata a prendere atto delle diverse dinamiche metaboliche e richieste nutrizionali dell’atleta. Medico chirurgo e laureato in scienze agrarie (operante come alimentarista), Speciani si occupa da anni di medicina, alimentazione e agricoltura naturale. Da ottobre 2011 è presidente dell’Ampas, associazione medici per un’alimentazione di segnale, con la quale segue progetti culturali e di divulgazione con istituzioni, scuole e aziende per la diffusione dei concetti alimentari di segnale. E’ tecnico della Federazione italiana di atletica leggera e della Federazione italiana triathlon, e responsabile medico nutrizionale della nazionale italiana di Ultramaratona.

L’incontro è organizzato dal Gruppo Podisti gialloblù coordinato da Antonio Petterlin, a disposizione di tutti gli appassionati della corsa ogni giovedì, dalle ore 16.30 alle 19.30, nella segreteria dello Stadio Colbachini per adesioni e informazioni sulle attività del Gruppo.

Nella foto la partenza della scorsa edizione della Maratona S.Antonio

Mercoledì 18 marzo, allo stadio Colbachini, incontro con il responsabile medico nutrizionale della nazionale di Ultramaratona. Al centro della serata le dinamiche metaboliche e le richieste del podista

Manca poco più di un mese a domenica 19 aprile, data della 16^ edizione della Maratona S.Antonio. Come ogni anno, Assindustria Sport Padova si avvicina all’appuntamento ospitando un convegno tecnico sui principali temi di interesse per gli sportivi, con particolare attenzione ai maratoneti. Quest’anno, al centro dell’incontro col dottor Luca Speciani, ci saranno le “Basi di medicina per lo sportivo: un aggiornamento necessario”. L’appuntamento, aperto a tutti, è per

MERCOLEDI’ 18 MARZO 2015, ALLE ORE 21
ALLO STADIO COLBACHINI – INGRESSO LIBERO
(PIAZZA AZZURRI D’ITALIA – ZONA ARCELLA - PADOVA)

Il dottor Luca Speciani si concentrerà sulle particolari esigenze di chi pratica sport e su come la medicina sia chiamata a prendere atto delle diverse dinamiche metaboliche e richieste nutrizionali dell’atleta. Medico chirurgo e laureato in scienze agrarie (operante come alimentarista), Speciani si occupa da anni di medicina, alimentazione e agricoltura naturale. Da ottobre 2011 è presidente dell’Ampas, associazione medici per un’alimentazione di segnale, con la quale segue progetti culturali e di divulgazione con istituzioni, scuole e aziende per la diffusione dei concetti alimentari di segnale. E’ tecnico della Federazione italiana di atletica leggera e della Federazione italiana triathlon, e responsabile medico nutrizionale della nazionale italiana di Ultramaratona.

L’incontro è organizzato dal Gruppo Podisti gialloblù coordinato da Antonio Petterlin, a disposizione di tutti gli appassionati della corsa ogni giovedì, dalle ore 16.30 alle 19.30, nella segreteria dello Stadio Colbachini per adesioni e informazioni sulle attività del Gruppo.

Nella foto la partenza della scorsa edizione della Maratona S.Antonio

Giovedì 12 marzo saremo presenti alla tappa di via Venezuela per informazioni e iscrizioni con la quota agevolata. E nel week end siamo al Move!

Corri per Padova e Maratona S.Antonio per forza di cose sono strettamente collegati: l’una può infatti essere vista come la preparazione dell’altra. E da giovedì 12 marzo questo legame si rafforzerà ulteriormente. Il camper della Maratona, la cui prossima edizione è in programma domenica 19 aprile 2015, sarà infatti presente alla partenza, stavolta programmata dalla sede di Radio Padova in via Venezuela, col ritrovo previsto alle ore 20 e lo start alle 20.30. Due i percorsi proposti, da 8,2 Km per i “runner” e da 4,2 Km per i walker. Chi si iscriverà alla Maratona o alla mezza maratona in questa occasione o nelle prossime due a cui parteciperemo, il 19 e il 26 marzo, avrà la possibilità di usufruire della quota agevolata!

Nel week end potrete venirci a trovare anche a Vicenza. Da venerdì 13 a domenica 15 marzo, lo staff dell’evento padovano vi attende al Move!, il salone internazionale del turismo e dell’ospitalità ospitato dalla Fiera, all’interno dello stand della Regione Veneto. Nell’occasione, la Maratona S.Antonio vi accoglierà distribuendo materiale informativo e turistico.

Giovedì 12 marzo saremo presenti alla tappa di via Venezuela per informazioni e iscrizioni con la quota agevolata. E nel week end siamo al Move!

Corri per Padova e Maratona S.Antonio per forza di cose sono strettamente collegati: l’una può infatti essere vista come la preparazione dell’altra. E da giovedì 12 marzo questo legame si rafforzerà ulteriormente. Il camper della Maratona, la cui prossima edizione è in programma domenica 19 aprile 2015, sarà infatti presente alla partenza, stavolta programmata dalla sede di Radio Padova in via Venezuela, col ritrovo previsto alle ore 20 e lo start alle 20.30. Due i percorsi proposti, da 8,2 Km per i “runner” e da 4,2 Km per i walker. Chi si iscriverà alla Maratona o alla mezza maratona in questa occasione o nelle prossime due a cui parteciperemo, il 19 e il 26 marzo, avrà la possibilità di usufruire della quota agevolata!

Nel week end potrete venirci a trovare anche a Vicenza. Da venerdì 13 a domenica 15 marzo, lo staff dell’evento padovano vi attende al Move!, il salone internazionale del turismo e dell’ospitalità ospitato dalla Fiera, all’interno dello stand della Regione Veneto. Nell’occasione, la Maratona S.Antonio vi accoglierà distribuendo materiale informativo e turistico.