News February 2015

Festa allo stadio Colbachini per il Gruppo diretto da Antonio Petterlin, nato nel 2000 assieme alla Maratona S.Antonio. Premiati i cinque fedelissimi dell’evento padovano, che sabato e domenica vi aspetta all'Expo della Treviso Marathon!

«La nostra trasferta più esotica? C’è stata qualche anno fa, quando abbiamo corso a Honolulu. Ma, se togliamo la gara di Padova, quella a cui siamo più affezionati è la maratona di New York, a cui abbiamo partecipato in forze una dozzina di volte». A parlare è Antonio Petterlin, responsabile del Gruppo Podistico Amatoriale di Assindustria Sport, che mercoledì sera ha chiamato a raccolta i “suoi” maratoneti allo Stadio Colbachini per festeggiare i primi 15 anni di attività.

Al suo fianco l’assessore allo sport del Comune di Padova Cinzia Rampazzo, che ha portato i saluti del sindaco Massimo Bitonci: il primo cittadino non ha potuto partecipare alla festa perché influenzato, così come Federico de’ Stefani, presidente del club gialloblù, che ha comunque fatto arrivare i suoi auguri ai podisti.

Avvocati, medici, bancari, pensionati, imprenditori: la composizione del Gruppo, arrivato a coinvolgere 190 tesserati, è eterogenea, come pure diversi sono gli obiettivi agonistici di ognuno. «Ricordo ancora quando il compianto Arduino Furlan mi disse: stiamo per partire con la Maratona S.Antonio, che ne diresti di occuparti di un Gruppo podistico da far nascere in contemporanea? Era il 2000 ed eravamo una decina di soci, ed è bello constatare come siamo cresciuti» confessa Petterlin.

Le trasferte in giro per l’Italia e nel mondo sono davvero tante, ma anche in casa i podisti di Assindustria tengono a fare bella figura, come in occasione della Maratona S.Antonio a cui il Gruppo partecipa ovviamente numeroso. «E’ l’appuntamento a cui teniamo di più. Siamo nati assieme a questa gara e anche domenica 19 aprile, giorno della prossima edizione, saremo presenti in forze. Sarà un momento davvero importante per tutti noi».

E proprio ai “fedelissimi” dell’evento padovano è stato dedicato uno dei momenti della festa, con un omaggio sportivo a Enrico Caporello, Paolo Turrini, Luciano Bevilacqua, Fulvio Trevisan ed Emilio Sebastianello, podisti del Gruppo che hanno partecipato a tutte e 15 le precedenti edizioni della Maratona S.Antonio.

E, a proposito di Maratona S.Antonio, prosegue il tour promozionale dell’evento: venerdì (dalle ore 15 alle 20) e domenica (dalle 10 alle 20) lo staff della corsa su strada padovana sarà presento all’Expo Run della Treviso Marathon per informazioni e iscrizioni.

Nella foto Antonio Petterlin e l’assessore Cinzia Rampazzo alla festa del Gruppo

Venerdì e sabato ci si potrà iscrivere all’evento di domenica 19 aprile allo stand presente alla «Giulietta&Romeo Half Marathon» di Verona

La Maratona S.Antonio pensa a chi si ama perché, in fondo, San Valentino si può festeggiare anche correndo. E’ quello che accadrà a Verona, nella “Giulietta & Romeo Half Marathon”, gara dedicata ai due innamorati più noti di ogni tempo. All’interno dell’expo del capoluogo scaligero, nel palazzetto dello sport di piazzale Azzurri d’Italia che accoglierà gli espositori e tutti i partecipanti, anche la Maratona S.Antonio avrà un suo stand in cui sarà possibile ricevere informazioni e iscriversi all’evento in programma a Padova domenica 19 aprile 2015. Il nostro staff vi aspetta venerdì 13 febbraio dalle ore 15 alle 20 e sabato 14 dalle ore 10 alle ore 20.

E’ il primo dei due appuntamenti in Veneto del nostro tour di avvicinamento alla 16^ edizione: il 28 febbraio ci ritroveremo all’Expo Run della Treviso Marathon!

Il campione azzurro di Assindustria Sport secondo alla Mezza maratona internazionale ligure: «Gambe pesanti, in Kenya ho lavorato duramente»

Il 2015 di Ruggero Pertile si apre col secondo gradino del podio alla Mezza maratona internazionale delle Due Perle. Il campione azzurro di Assindustria Sport, tre volte vincitore della manifestazione (nel 2009, nel 2011 e nel 2013) ha tagliato il traguardo in un’ora 6’ 53”. Davanti a lui il carabiniere Stefano La Rosa (un’ora 3’26”), mentre alle sue spalle si è classificato un altro carabiniere, Denis Curzi, in un’ora 7’53”.

«Sin da subito ho sentito le gambe imballate, il freddo mi ha bloccato. Pensavo di poter correre circa un minuto più veloce di così, si vede che sono ancora carico di lavoro dopo le tre settimane trascorse ad allenarmi in Kenya» commenta Pertile. «Complimenti a Stefano che ha fatto davvero una grande gara, migliorando il record della corsa. Adesso? Il 5 febbraio ripartirò per il Kenya, dove rimarrò a prepararmi fino al 26 febbraio, come faccio ormai abitualmente da diversi anni». La gara di domenica, sulla classica distanza dei 21,097 chilometri, si è svolta lungo la costiera ligure con passaggi panoramici per l’Abbazia della Cervara, la Baia di Paraggi, la piazzetta di Portofino e l’arrivo nei giardini a mare di Santa Margherita.

Nella foto Ruggero Pertile