News January 2015

Il campione azzurro domenica cercherà di imporsi per la quarta volta nella mezza maratona internazionale ligure

Pertile tra le Due Perle, ma anche tra due stage in Kenya. Il campione azzurro di Assindustria Sport è appena rientrato in Italia dopo tre settimane di allenamento sull’altipiano di Eldoret. Davanti, nel suo immediato futuro, c’è la partecipazione alla Mezza maratona internazionale delle Due Perle, in programma domenica mattina sulla classica distanza dei 21,097 chilometri, in uno scenario da cartolina tra Santa Margherita Ligure e Portofino.

Non è una gara qualsiasi per “Rero”, che, lungo queste strade, si è messo più volte in luce, scrivendo per tre volte il suo nome nell’albo d’oro della manifestazione, nel 2009, nel 2011 e nel 2013. «Mi sono allenato bene in Kenya e ora sono pronto a “sfruttare” il lavoro svolto. Punto a correre sui tempi delle ultime stagioni e non nascondo che mi piacerebbe salire sul gradino più alto del podio per la quarta volta» afferma Pertile. «Poi, il 5 febbraio, ripartirò per il Kenya, dove rimarrò a prepararmi fino al 26 febbraio, come faccio ormai abitualmente da diversi anni». Sulla sua strada, in Liguria, ci saranno avversari di tutto rispetto, come gli azzurri Stefano La Rosa, Danilo Goffi e Denis Curzi.

Nella foto Ruggero Pertile (in maglia gialla) alla partenza di una precedente edizione della Mezza maratona internazionale delle Due Perle

sito_maratona_home

Operazione di restyling per l’evento di domenica 19 aprile, che si presenta online in una veste più moderna e accattivante. Una vetrina per essere aggiornati su tutte le novità e per iscriversi: il 31 gennaio c’è la prima scadenza. Tante le promozioni previste

Il modo più rapido e preciso per sapere tutto sulle ultime novità relative all’evento padovano, la cui prossima edizione è in programma domenica 19 aprile 2015: è online il nuovo sito della Maratona S.Antonio (www.maratonasantantonio.it).

Una vetrina web pensata per essere uno strumento di informazione e di aggiornamento continuo, per conoscere le ultime novità ma anche per saperne di più sul percorso, le attrazioni turistiche del territorio, la storia della gara, i suoi primati e gli eventi collaterali. Il sito, elaborato dall’agenzia Matitegiovanotte, sarà a tutti gli effetti il nuovo volto dell’evento e arriva dopo il recente restyling di quello di Assindustria Sport, società organizzatrice (www.assindustriasport.it). Ma, soprattutto, è il modo più semplice per iscriversi sia alla prova principale, che partirà da Campodarsego, che alla mezza maratona, che scatterà da Camposampiero.

A proposito di iscrizioni, sono ufficialmente aperte per entrambe le gare. I podisti potranno confermare la propria presenza online, via e-mail, via posta e via fax. E manca ormai pochissimo al 31 gennaio: chi si iscriverà entro questa data potrà usufruire della quota base che, per il terzo anno consecutivo, Assindustria Sport ha preso l’impegno di mantenere inalterata: 35 euro per la maratona e 20 euro per la mezza.

Sono come sempre numerose le agevolazioni per chi sceglie la Maratona S.Antonio. Tra le promozioni di questa edizione, la novità è l’offerta “Speciale 2015: Porta un amico, conviene!”: tutti gli iscritti che porteranno a Padova un amico che non hai mai corso la Maratona S.Antonio avranno subito uno sconto di 10 euro. L’offerta è valida sia per la prova principale che per la mezza.

Nella foto un’immagine dell’home page del sito della Maratona S.Antonio

Munaro_De Vidi

Assegnati alla Maratona S.Antonio i campionati italiani per carrozzine (para e tetraplegici), amputati e non vedenti. Antonella Munaro: «E’ un premio dato dalla Fispes per l’ottimo lavoro svolto da Assindustria Sport. Io? Non so se riavrò in tempo la mia carrozzina: la stanno studiando all’università»

La Maratona S.Antonio varrà come campionato italiano disabili. Domenica 19 aprile 2015 Padova sarà la capitale paralimpica del paese, assegnando i titoli nazionali Fispes che vanno agli atleti in carrozzina (paraplegici e tetraplegici) ad amputati e non vedenti. Un premio ad Assindustria Sport, che arriva a quattro anni di distanza dall’ultima edizione tricolore, datata 2011.

«Questa scelta è un attestato di fiducia dato alla società gialloblù, che nell’allestimento della gara ha sempre messo un’attenzione che da altre parti non si trova, ma è anche un riconoscimento a un territorio, quello padovano, che ha sempre riservato un’attenzione particolare alle nostre gare. Il percorso, poi, è ideale per conseguire grandi prestazioni» afferma Antonella Munaro, atleta in prima persona ma anche consigliera della Fispes, la Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali. «Saranno in tanti a venire qui per cercare il tempo, anche dall’estero, anche perché questo è un anno pre-olimpico e in molti vogliono strappare il pass per i Giochi di Rio».

Profilo altimetrico favorevole, fondo stradale ideale, percorso chiuso al traffico, assistenza offerta dalla partenza all’arrivo e durante la permanenza in provincia. Sono solo alcuni degli ingredienti che negli anni hanno contribuito a fare di Padova un punto di riferimento per il movimento paralimpico. E i risultati di spicco non sono mancati, per un evento che nella sua storia ha visto siglare in Prato della Valle ben cinque record mondiali.

La stessa Antonella farà di tutto per essere al via. Ma, se non potrà farlo, sarà più che giustificata, come spiega lei stessa. «Attualmente la mia carrozzina da gara è sotto osservazione all’università di Milano, facoltà di ingegneria biomedica. D’accordo con il Ct della nazionale di atletica Mario Poletti abbiamo deciso di farla “studiare”, per arrivare a produrre un prototipo che possa costare meno dei 5-6.000 euro che oggi servono per avere a disposizione un mezzo da competizione. L’obiettivo è dimezzare i costi, in modo da rendere la pratica dell’attività sportiva paralimpica più accessibile. Per questo non so se avrò la mia carrozzina in tempo per prepararmi, ma è un sacrificio che valeva la pena di fare».

Nella foto (di Antonio Muzzolon) Antonella Munaro e il campione paralimpico Alvise De Vidi alla Maratona S.Antonio