News November 2014

Serata tutta dedicata ai runners allo Stadio Colbachini: prima la “Corri per Padova”, poi l’incontro col campione di Assindustria Sport. Il sindaco maratoneta: «Ne ho corse 12. Grazie per quello che fate per la città»


Il primo cittadino e… il primo maratoneta. E’ toccato al sindaco Massimo Bitonci e all’azzurro Ruggero Pertile - presente sia nella veste di capitano di Assindustria Sport che di uomo Alì, catena di supermercati partner del club ma anche sponsor della manifestazione - dare il via alla tappa della “Corri per Padova” che si è svolta giovedì sera all’Arcella, con lo Stadio Colbachini come punto di riferimento.

All’allenamento lungo le strade del quartiere è seguito l’incontro tra Ruggero e i podisti di Assindustria, coordinati da Antonio Petterlin. Pertile, che domenica parteciperà al Cross della Valsugana, a Levico Terme, ha svelato i segreti per affrontare al meglio una maratona. Al suo fianco il presidente Federico de’ Stefani e il sindaco Bitonci, che ha salutato i podisti così: «Ringrazio Assindustria Sport per quello che fa per la città: l’amministrazione comunale sarà sempre al suo fianco per garantire che eventi come la maratona e il meeting, esempi di quello che è il grande sport padovano, possano continuare anche nei prossimi anni. Allo stesso tempo ringrazio tutti coloro che si danno da fare per organizzare la Corri per Padova, appuntamento che anima i nostri quartieri e aiuta a combattere il degrado».

Bitonci ha poi rivelato alcuni ricordi personali: «Sono legato a questo impianto perché quando ero studente universitario venivo ad allenarmi qui» ha detto riferendosi allo stadio Colbachini, per poi aggiungere sorridendo: «Ho partecipato come podista alla prima edizione della Maratona S.Antonio, correndo in tutto 12 maratone, anche se con risultati cronometrici abbastanza diversi da quelli del nostro Ruggero…».

Nella foto Bitonci, Pertile, Petterlin e de’ Stefani al tavolo dei relatori nell’incontro con i podisti

Giovedì 20 novembre serata tutta dedicata ai runners allo Stadio Colbachini: prima la “Corri per Padova”, poi l’appuntamento col campione di Assindustria. Prevista anche la partecipazione del sindaco Massimo Bitonci


Sarà una serata tutta dedicata ai podisti, tra la “Corri per Padova” e l’incontro con Ruggero Pertile. L’appuntamento è per giovedì allo Stadio Colbachini, quello che è il vero e proprio tempio dell’atletica veneta.

Prima, alle 20.30, farà da base per i partecipanti alla “Corri per Padova”, che poi animeranno le strade del quartiere. Nell’occasione, lo staff della Maratona S.Antonio sarà a disposizione per le iscrizioni alla gara di domenica 19 aprile 2015, sia per la prova di 42,195 chilometri che partirà da Campodarsego sia per quella di 21,097 che si correrà da Camposampiero.

Subito dopo, alle 21.15, Ruggero Pertile incontrerà i “runners”, in una serata aperta a tutti e organizzata dal Gruppo Podistico di Assindustria Sport coordinato da Antonio Petterlin. Pertile, due volte azzurro ai Giochi Olimpici e in questo 2014 settimo ai campionati europei di Zurigo, spiegherà come affrontare in modo corretto una maratona. All’incontro è prevista anche la partecipazione del sindaco di Padova Massimo Bitonci.

Nella foto Ruggero Pertile con la figlia Alice al traguardo dei campionati europei di Zurigo

Allenamento con la medaglia d’oro dei Giochi di Atene allo Stadio Colbachini di Padova: «Che emozione tornare in questo stadio, dove nel ’92 vidi Bubka firmare un record del mondo»


Non capita tutti i giorni di poter contare su un coach d’eccezione come Stefano Baldini. E’ l’opportunità che è stata data a una cinquantina di podisti padovani grazie a ”YouRunning – scendi in pista con il tuo campione”, iniziativa voluta da Banca Popolare di Verona e da Assindustria Sport.

Sabato 15 novembre, allo Stadio Colbachini di Padova, la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Atene ha tenuto una vera e propria lezione di corsa, affiancato dalla nutrizionista Sabrina Severi. «Questo stadio mi fa riaffiorare alla mente ricordi bellissimi: ero ancora un giovane atleta che faceva i 3.000 metri in pista quando, nel ’92, Sergey Bubka ha realizzato qui uno dei suoi fantastici record del mondo» ha raccontato Baldini, oggi Direttore tecnico del settore giovanile della Fidal, prima di iniziare l’allenamento, con tanto di stretching, corsa, andature e piccola gara finale sui 1000 metri. Al suo fianco, la dottoressa Sabrina Severi, nutrizionista di provata esperienza, che ha svelato i segreti di una sana e corretta alimentazione.

«Non c’è vittoria ai Mondiali di calcio che tenga: la più forte emozione sportiva della mia vita l’ho vissuta vedendo tagliare il traguardo per primo da Stefano Baldini ai Giochi Olimpici» il saluto al campione di Federico de’ Stefani, presidente di Assindustria Sport, padrone di casa allo Stadio, assieme a Francesco Coletto, capo area di Banca Popolare di Verona, e all’assessore allo sport del Comune Cinzia Rampazzo, che ha partecipato all’allenamento.

L’evento è nato per sensibilizzare le persone all’attività fisica e alla correttezza alimentare. Nella pagina facebook della Maratona S.Antonio sono stati caricati alcuni video della mattinata: (https://www.facebook.com/pages/Maratona-SAntonio/257106734359657).


Nell’immagine, foto di gruppo con Stefano Baldini per i podisti che hanno partecipato all’incontro allo Stadio Colbachini

La portacolori di Assindustria domenica in gara alla Turin Marathon: «Sono passati cinque anni dalla mia ultima 42 chilometri, tenevo tantissimo a esserci». Nell’occasione sarà possibile trovare informazioni sulla prossima Maratona S.Antonio allo stand dell'AIMS


Sono passati cinque anni dalla sua ultima maratona, corsa a Venezia nel 2009. Cinque anni lunghissimi, costellati da vari problemi fisici, nel corso dei quali, però, Giovanna Volpato non si è data per vinta. E ora, la portacolori di Assindustria Sport è pronta a riprovarci: domenica sarà al via della XXVIII Turin Marathon Gran Premio La Stampa.

«Proprio così» racconta Giovanna, medaglia d’oro a squadre agli Europei di Goteborg 2006, azzurra ai Mondiali del 2003 e del 2007, ma anche vincitrice a Padova, nel 2002, e Firenze, nel 2008. «Ho partecipato a diverse gare su distanze più brevi ma tenevo tantissimo a tornare a fare una maratona e ora, finalmente, sono pronta. Dove sono stata sin qui? Purtroppo ho dovuto fare i conti con l’operazione al tendine del 2010 e con diversi infortuni muscolari, dovuti anche al fatto che ho dovuto modificare il mio assetto di corsa. E poi devo anche aggiungere che in questi anni ho intensificato i miei impegni di insegnante di attività motoria, riducendo il tempo che posso dedicare agli allenamenti: attualmente lavoro per una scuola privata di Mestre».

A Torino gli obiettivi sono concentrati soprattutto sul piano personale. «So di non valere le 2 ore e 28’ del mio primato ma credo di poter puntare a un tempo attorno alle 2 ore e 34, che posso ottenere correndo a una media di 3’40” al chilometro. Non mi pongo problemi di classifica ma solo questo traguardo personale: sarei la donna più contenta di questo mondo se riuscissi a correre a questi livelli. Tra l’altro sarà una gara tecnicamente molto valida: al via ci saranno anche atlete azzurre come Anna Incerti, Emma Quaglia e Deborah Toniolo, la vincitrice della scorsa edizione Ivana Iozzia e le keniane Helena Kirop ed Esther Ndiema, che possono realizzare grandi prestazioni. Sarà di sicuro una bella maratona».

Una maratona che, qualche anno fa, ha già portato fortuna a un atleta di Assindustria Sport: a Torino, nel 2009, Ruggero Pertile firmò il suo Pb, chiudendo in 2 ore 9’53”, rilievo cronometrico che gli valse una splendida medaglia d’argento.

Ma nel capoluogo piemontese ci sarà anche un po’ della Maratona S.Antonio. A Torino sarà infatti possibile trovare le nuove schede d’iscrizione e raccogliere informazioni sulla prossima edizione della corsa su strada padovana - in programma domenica 19 aprile 2015 - direttamente all’expo di Piazza Castello, venerdì e sabato, dalle ore 10 alle 19, presentandosi allo stand dell’Aims, l’Association of International Marathons and Distance Races.

Nel collage fotografico Giovanna Volpato

Sabato 15 novembre imperdibile “lezione di corsa” della medaglia d’oro dei Giochi di Atene allo Stadio Colbachini di Padova. Nell’occasione i giornalisti potranno intervistare l’attuale Direttore tecnico del settore giovanile della Fidal


Si chiama ”YouRunning – scendi in pista con il tuo campione”. E il campione è Stefano Baldini, medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Atene e oggi Direttore tecnico del settore giovanile della Fidal. Sarà lui il protagonista dell’iniziativa voluta dalla Banca Popolare di Verona e da Assindustria Sport, in programma sabato 15 novembre allo Stadio Colbachini di Padova, tempio dell’atletica leggera veneta in zona Arcella.

Quella di Baldini, nella cui strepitosa carriera si contano anche due affermazioni ai campionati europei e due medaglie di bronzo ai Mondiali di maratona, sarà una vera e propria “lezione di corsa”, dalle ore 9 a mezzogiorno. L’evento ha lo scopo di sensibilizzare le persone all’attività fisica e alla correttezza alimentare e si rivolgerà a una sessantina di podisti padovani a cui è stata regalata questa opportunità unica.

L’incontro prevede un piccolo “allenamento con il campione”, in cui l’olimpionico di Castelnovo di Sotto offrirà ai partecipanti i suoi consigli per correre bene e sentirsi sempre in forma, affiancato nell’occasione da un nutrizionista di provata esperienza, che svelerà i segreti di una sana e corretta alimentazione. La partecipazione alla lezione è a invito, ma l’evento è aperto al pubblico e, nell’occasione, i rappresentanti dei mezzi di informazione potranno intervistare Baldini.