News September 2014

Il campione di Assindustria Sport è il primo italiano a imporsi alla Maratonina friulana


Ruggero Pertile torna alla vittoria. Il campione di Assindustria Sport, reduce dal settimo posto agli Europei di Zurigo, ha tagliato il traguardo per primo alla XV Maratonina internazionale di Udine, chiusa in un’ora 4’48” davanti al keniano Robert Kirui. Corsa tutta di testa per l’azzurro, che si è imposto in volata, con l’altro keniano al via, Gidion Kurgat, staccato di quasi due minuti, persi nell’ultimo chilometro. Per la prima volta la Maratonina, che ha richiamato 1.476 iscritti, è stata vinta da due italiani, con il successo di Laila Soufyane in campo femminile.

C’è un feeling speciale tra “Rero” e la manifestazione friulana. Qui, nel 2007, siglò il suo personale sulla distanza (un’ora 2’17”). Qui ha avuto domenica nuove conferme. «E’ stata dura nella fase iniziale, anche perché ho sofferto l’alto tasso di umidità, ma dal quindicesimo chilometro ho sentito che le gambe iniziavano a girare bene» commenta Pertile. «Sono contento di essere il primo italiano a scrivere il suo nome nell’albo d’oro, sono molto legato a questa gara».

Nella foto Ruggero Pertile sul traguardo di Udine

Il maratoneta padovano tra gli atleti da battere alla XV edizione della Maratonina friulana


Domenica mattina tornerà a gareggiare Ruggero Pertile, al via della XV Maratonina di Udine, sulla classica distanza dei 21,097 chilometri. «Proprio lungo queste strade, nel 2007, ho realizzato il mio personale sulla distanza, di un’ora 2’17”. Ci torno sempre volentieri perché il percorso è veloce e la gara ben organizzata. Per me è quello di Udine anche un test per valutare la condizione e programmare il resto della stagione invernale: non escludo di affrontare un’altra maratona prima della fine dell’anno» sottolinea l’azzurro, reduce dal settimo posto dei campionati europei di Zurigo.

Sulla sua strada tre atleti keniani: Robert Kipkoech Kiruiu, Gideon Kiplagat Kurgat e David Kiplagat Tum, ma pure gli ugandesi Simon Rugut e James Kibet. Senza scordare Charles Citahi Muriithi, Francis Kamiri Waithaka e Samuel Kariuki Ndiritu. Da questa rosa scaturirà il successore di Jophet Kosgei, impostosi sia nel 2012 che 2013.

Nella foto Ruggero Pertile