News February 2014

La gara di domenica 27 aprile è stata inserita nel calendario dell'International Paralympic Committee: i tempi ottenuti a Padova varranno per il ranking internazionale. Vilnai (Cip): «Contiamo in una grande partecipazione. E a Sochi tifiamo per Porcellato, Masiello e Ruepp». Per informazioni e adesioni, intanto, appuntamento a Treviso


La Maratona S.Antonio è stata inserita nel calendario Ipc 2014. Il riconoscimento ufficiale da parte dell’International Paralympic Committee arriva a pochi giorni dai Giochi di Sochi, in cartellone dal 7 al 16 marzo, e premia l’evento padovano, quest’anno in cartellone domenica 27 aprile e da sempre tra i più importanti al mondo per quanto riguarda il numero degli specialisti coinvolti. Sono solo quattro le maratone in Italia che permettono di conseguire tempi validi per entrare nel ranking internazionale: oltre a quella di Padova ci sono le corse su strada di Roma, Milano e Venezia.

«E’ bello che questa notizia arrivi a pochi giorni dall’inizio dei Giochi Paralimpici di Sochi, dove il Veneto sarà rappresentato nello sci nordico da una campionessa di assoluto livello come Francesca Porcellato, più volte protagonista proprio a Padova, dove ha realizzato anche un primato mondiale» commenta Ruggero Vilnai, presidente regionale del Cip, il Comitato Italiano Paralimpico, pronto a partire per la città russa. Francesca, che in carriera ha vinto 10 medaglie ai Giochi Paralimpici estivi e una a Vancouver 2010, nello sprint dello sci di fondo, non è peraltro l’unica atleta ad aver fatto il “salto” verso gli sport invernali. Con lei a Sochi ci saranno anche due vecchie conoscenze della Maratona S.Antonio, il lucano Enzo Masiello (una medaglia paralimpica “estiva” e due “invernali”) e l’altoatesino Roland Ruepp, che ha recuperato in tempi da fuoriclasse dopo la frattura al bacino rimediata scivolando sul ghiaccio lo scorso novembre.

«Come Cip, ci impegneremo al massimo per promuovere l’evento assieme alla Fispes, la Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali, anche se in realtà questa è una gara che si “vende” da sola: è veloce e organizzata bene, ingredienti fondamentali per richiamare gli specialisti delle categorie paralimpiche» prosegue Vilnai. «Oltretutto, lungo le strade, si trova un calore che in altre manifestazioni non c’è, con la gente che incita i partecipanti dall’inizio alla fine».

Il nuovo percorso da Campodarsego a Padova, lo ricordiamo, ha ottenuto la certificazione internazionale di Aims (Association of International Marathons and Distance Races) e Iaaf nel 2011, per un evento che nella sua storia ha visto siglare in Prato della Valle ben cinque record mondiali, tra cui quello firmato dalla già citata Francesca Porcellato nel 2005 (paraplegici T53 - un’ora 38’29”).

Nell’attesa di domenica 27 aprile, intanto, si potranno ricevere informazioni sull’evento padovano anche a Treviso, all’Expo Run della Treviso Marathon in piazza Borsa. Lo staff della Maratona S.Antonio sarà presente sabato dalle 10 alle 19. Chi si iscriverà alla prova principale o alla mezza maratona nel capoluogo della Marca riceverà un omaggio sportivo.


Nella foto (Photosprint) Francesca Porcellato alla Maratona S.Antonio 2012

E’ stata donata da D&C Design and Consulting e Maratona S.Antonio all’azienda Ospedaliera di Padova. Il professor Basso: «Grazie, avete reso migliore la vita di questi bambini»


«Grazie a nome di tutti i nostri piccoli pazienti. Forse non avrete salvato vite, ma avete contribuito a rendere migliore la loro esistenza, perché è importante far loro capire che, nonostante le sofferenze che affrontano ogni giorno, la vita continua, e la scuola è una parte fondamentale nel loro percorso». Con queste parole il professor Giuseppe Basso, primario del reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Azienda ospedaliera di Padova, ha salutato la Lavagna Interattiva Lim donata da D&C Design and Consulting e Maratona S.Antonio alla sua clinica.

La consegna ufficiale è avvenuta martedì 18 febbraio, alla presenza di Paolo Dal Fabbro e Lorenzo Bortolato, rispettivamente general manager e presidente di D&C Design and Consulting (società che si occupa di progettazione meccanica a 360° e di sistemi interattivi multimediali in ambito educational e business), e di Federico de’ Stefani, presidente di Assindustria Sport Padova, club di atletica leggera che fa capo a Confindustria e che organizza la Maratona.

«Questa iniziativa si inserisce in un percorso da tempo intrapreso dalla nostra azienda, da sempre attenta agli aspetti educativi. Per questo, quando è nata la partnership con la Maratona, abbiamo proposto di realizzare assieme qualcosa di importante. La Lavagna Lim è una superficie interattiva su cui è possibile scrivere, disegnare, allegare immagini, visualizzare testi, riprodurre video o animazioni. L’obiettivo del progetto è mettere a disposizione uno strumento innovativo per il supporto all’insegnamento didattico» spiega Dal Fabbro, che si è impegnato a donare una nuova Lavagna Lim al reparto in occasione della prossima edizione della Maratona S.Antonio, quest’anno in programma domenica 27 aprile. Tre Lavagne di questo tipo, nella versione “business”, sono state recentemente donate anche a Forema, polo padovano per la formazione e lo sviluppo d’impresa.

«Da parte nostra siamo orgogliosi di far parte di questo progetto» aggiunge Federico de’ Stefani. «Nata come evento prettamente sportivo, la Maratona ha saputo diventare negli anni molto di più. Oggi è un punto di riferimento per la città, capace di raccogliere le migliori eccellenze del territorio e portare avanti importanti iniziative benefiche, cui siamo contenti di dare quanta più visibilità possibile».

La Clinica di Oncoematologia Pediatrica si occupa di diagnosi e cura di bambini con malattie ematologiche e neoplastiche. E’ inoltre centro di riferimento nazionale per la diagnosi delle leucemie acute e centro di coordinamento di protocolli nazionali ed europei di diagnosi e cura di linfomi, sarcomi, tumori cerebrali e tumori epatici. Esegue circa 150 diagnosi di tumori all’anno, curando all’incirca un decimo dei pazienti del paese, e conta 35 posti letto. «Oggi guariscono 4 su 5 dei bambini che frequentano il reparto» conclude il professor Basso. «Il loro è un cammino difficile, ma grazie a charity come questa possiamo renderlo migliore».

Nella foto, in piedi da sinistra Paolo Mailander, Giuseppe Basso, Federico de’ Stefani, Michele Buttarello e Paolo Dal Fabbro; seduti Valentina Ometto, Lorenzo Bortolato e Cristina Salgarello; alle loro spalle la Lavagna Lim nel reparto di Oncoematologia Pediatrica

L’iscrizione alla gara padovana è tra i “premi” della Maratona di San Valentino in programma domenica 16 febbraio a Terni. Sabato ci si potrà iscrivere all’evento di domenica 27 aprile anche allo stand presente alla «Giulietta&Romeo Half Marathon» di Verona


La Maratona S.Antonio pensa agli innamorati. Nel fine settimana che segue la festa di San Valentino saranno due gli appuntamenti che coinvolgeranno l’evento padovano, quest’anno in cartellone domenica 27 aprile, con la partenza della prova principale confermata a Campodarsego e con la mezza maratona al via da Camposampiero.

L’iniziativa più simpatica è legata alla maratona di San Valentino, in programma domenica sulle strade di Terni, in Umbria. Fra le particolarità di questa prova, giunta alla quarta edizione, c’è l’elaborazione di una speciale classifica per le coppie, in cui si sommano i rilievi cronometrici al traguardo di due partner… di corsa. I riconoscimenti in palio per i migliori classificati consistono nell’iscrizione alle più importanti manifestazioni podistiche internazionali e tra queste c’è proprio la Maratona S.Antonio, che diventa così, a tutti gli effetti, un vero e proprio premio.

In fondo, San Valentino si può festeggiare anche correndo. Ed è quello che accadrà anche a Verona, nella “Giulietta&Romeo Half Marathon”, gara dedicata ai due innamorati più noti e quest’anno valida come campionati italiano Fidal sui 21,097 chilometri. All’interno dell’expo del capoluogo scaligero, nel palazzetto dello sport di piazzale Azzurri d’Italia che accoglierà gli espositori e tutti i partecipanti, anche la Maratona S.Antonio avrà un suo stand in cui sarà possibile ricevere informazioni e iscriversi. Lo staff dell’evento padovano vi aspetta sabato dalle ore 10 alle 20!


Nella foto due innamorati sul traguardo della maratona di San Valentino