News March 2012

Pettorali a disposizione giovedì nell’appuntamento in piazza Zanellato. E ci sarà anche Ruggero Pertile. Da venerdì saranno in tutti i supermercati Alì e Alìper e nei negozi di Non solo sport: sono quattro le corse non competitive abbinate alla Maratona S.Antonio di domenica 22 aprile

L’appuntamento è per giovedì sera in Piazza Zanellato, in zona Stanga. La «CorrixPadova» torna dalle ore 20, ma già dalle 19 sarà a disposizione il gazebo della Maratona S.Antonio per un appuntamento speciale: nell’occasione si potranno infatti acquistare i pettorali per partecipare alle Stracittadine, le corse non competitive abbinate all'evento di domenica 22 aprile. All’incontro di giovedì sarà inoltre presente anche il campione azzurro di Assindustria Sport Ruggero Pertile, pronto a dispensare consigli e suggerimenti ai podisti che ogni settimana si ritrovano grazie all'iniziativa di Comune e Polizia di Stato.

I pettorali per poter partecipare alle Stracittadine si potranno poi acquistare da venerdì 30 marzo nei supermercati Alì e Alìper, presenti in tutto il Veneto con 96 punti vendita, e nei negozi Non Solo Sport della provincia di Padova. Con il pettorale, chi si iscrive in prevendita riceve la nuova t-shirt ufficiale della Maratona S.Antonio, l’attestato di partecipazione e inoltre sacca ristoro, assistenza tecnica e assistenza medica. L’iscrizione alle Stracittadine costa 5 euro.

I percorsi previsti per le Stracittadine, come detto, sono quattro. E sono quattro diverse opportunità nate per venire incontro alle esigenze di tutti: c’è la passeggiata da 1 chilometro, c’è quella di 2, c’è la prova più popolare, di 5, e, infine, c’è il tracciato di 12 chilometri per i più allenati. Per tutte e quattro le partenze ci si ritroverà domenica 22 aprile alle 9.15, in Prato della Valle.

L’anno scorso a prendere parte alle Stracittadine furono più di ventimila persone e almeno altrettante sono attese quest’anno per la tredicesima edizione della Maratona. Per tutti c’è la possibilità di trascorrere una giornata assieme alla famiglia, facendo qualcosa di diverso rispetto al solito, godendosi il centro storico di Padova senz’auto e vivendo dall’interno il clima di festa che da sempre accompagna l’evento.

Nella foto Ruggero Pertile

Appuntamento a giovedì allo stadio Colbachini, «casa» di Assindustria Sport. Tra i pacers il presidente del club gialloblù Federico de’ Stefani. Per tutti c’è la possibilità di iscriversi all’evento di domenica 22 aprile con la quota ridotta

Stavolta la Maratona S.Antonio gioca in casa. Sì, perché a ospitare la partenza e l’arrivo della tappa di giovedì 22 marzo della «CorrixPadova» è lo stadio Colbachini, in zona Arcella, impianto gestito proprio da Assindustria Sport, società che organizza l’evento di domenica 22 aprile. Un motivo in più per esserci e un modo per stringere ancora di più il legame esistente tra l’allenamento in cartellone ogni giovedì lungo le strade della città e la Maratona, evento clou per tutti i podisti del territorio.

L'appuntamento è alle ore 20, ma già dalle 19 lo staff dell'evento sarà presente in Piazzale Azzurri d'Italia. Come sempre saranno proposti due itinerari: un percorso «runners», di 7,5 chilometri, e uno «walkers», di 4,11. E tra i pacers del primo gruppo ci sarà anche il presidente di Assindustria Sport Federico de’ Stefani, che correrà indossando la maglia di ActionAid, organizzazione non governativa impegnata nella lotta alla povertà attiva in più di 50 paesi e, dalla scorsa stagione, compagna di viaggio della Maratona.

Nell’occasione, chi lo vorrà potrà chiedere informazioni e iscriversi sia alla Maratona (che parte da Campodarsego) che alla mezza (partenza da Camposampiero) potendo usufruire della quota agevolata (35 euro per la gara da 42,195 chilometri, 20 euro per la prova da 21,097), come in tutte le prossime tappe della «CorrixPadova». Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per un’altra serata di festa, nata grazie alla proficua collaborazione tra Assindustria Sport, Comune e Polizia di Stato.

Nella foto Federico de’ Stefani con Ruggero Pertile e Giovanna Volpato

Martedì 20 marzo incontro con il responsabile della sezione nutrizione del mensile «Correre». L’autore di «Dietagift» parlerà di come bisogna nutrirsi, in gara e fuori gara

Per preparare una maratona bisogna correre, questo va da sé. Ma la corsa, da sola, non basta. Anche l’alimentazione è un aspetto fondamentale tanto per chi affronta i 42,195 chilometri per la prima volta quanto per chi, più esperto, vuole abbassare il proprio primato personale sulla distanza. E proprio di alimentazione si parlerà nell’incontro con Luca Speciani organizzato dal Gruppo podistico di Assindustria Sport, diretto da Antonio Petterlin. La riunione, aperta a tutti, si terrà

MARTEDI’ 20 MARZO 2012, ALLE ORE 20.30
ALLO STADIO COLBACHINI – INGRESSO LIBERO
(PIAZZA AZZURRI D’ITALIA – ZONA ARCELLA - PADOVA)

Tema della serata sarà «L’alimentazione del maratoneta: in gara e fuori gara». A poco più di un mese dalla tredicesima edizione della Maratona S.Antonio (in programma domenica 22 aprile) si rinnova dunque l’appuntamento con Luca Speciani, dottore in scienze agrarie, tecnico Fidal e personal trainer, responsabile della sezione nutrizione del mensile «Correre», la più diffusa rivista italiana dedicata alla corsa, coautore del libro «Dietagift» e di «Lo Zen e l’arte della corsa», «Mente e Maratona» e «L’Ultramaratona», ma anche maratoneta da due ore e 33’ e consulente trasferte estere Eis-Tour. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.lucaspeciani.it.

Come detto, l’incontro è organizzato dal Gruppo Podistico gialloblù, a disposizione di tutti gli appassionati della corsa ogni giovedì, dalle ore 16.30 alle 19.30, nella segreteria dello Stadio Colbachini per adesioni e informazioni sulle sue attività.

Nuova tappa del tour promozionale della gara di domenica 22 aprile. Il camper dell’evento giovedì sarà alla «CorrixPadova» per informazioni e iscrizioni. E per i gruppi sportivi c’è la promozione «Speciale società»


Nuova tappa per il tour promozionale 2012 della Maratona S.Antonio. Giovedì 15, venerdì 16 e sabato 17 marzo lo stand della corsa su strada padovana sarà presente al Village della Maratona di Roma, ogni giorno dalle ore 10 alle 20, in piazza Kennedy.

All’interno dell’expo capitolino, che ogni anno richiama oltre 80 mila presenze, sarà ovviamente possibile visitare gli stand e assistere a concerti, spettacoli e convegni. Ma sarà inoltre possibile richiedere informazioni e iscriversi alla Maratona S.Antonio e alla mezza maratona di domenica 22 aprile, ricevendo in omaggio un gadget sportivo offerto dagli organizzatori.

Il camper dell’evento sarà però presente anche alla «CorrixPadova», l’allenamento per amatori, appassionati e neofiti in cartellone ogni giovedì nella città del Santo. Dopo il successo dell’esordio, la scorsa settimana, l’appuntamento è di nuovo in Prato della Valle, alle ore 20, con l’opportunità di iscriversi con la prima quota (35 euro per la gara da 42 chilometri, 20 euro per la mezza).

E non è l’unica promozione attiva in questo periodo. Prosegue infatti l’offerta «Speciale società»: ogni 5 iscrizioni alla Maratona della stessa società o gruppo sportivo una tra queste è omaggio. Tutti i dettagli sono presenti alla pagina «Iscriviti» nel sito www.maratonasantantonio.it.


Nella foto (dal sito www.freenewsonline.it) un’immagine della Maratona di Roma

Il camper della corsa su strada di domenica 22 aprile è stato travolto dall’entusiasmo dei podisti: ben 185 nuovi iscritti in un paio d’ore. Tra le pacers anche la campionessa di Assindustria Sport Giovanna Volpato: «E’ sempre bello partecipare a iniziative come questa: le donne hanno una marcia in più»


Il camper della Maratona S.Antonio è stato letteralmente preso d’assalto dai podisti. Segno che il feeling tra l’evento di domenica 22 aprile e la «CorrixPadova» è sbocciato subito. Giovedì sera, a un certo punto, è stato necessario interrompere le iscrizioni per far partire l’allenamento programmato lungo le strade della città, per poi riprendere a farle al rientro di runners e walkers. Alla fine sono state 185 le domande di adesione raccolte in un paio d’ore, in larga parte di donne, a cui è stata dedicata la serata. Ma non sono mancati gli uomini.

La prima partecipazione della Maratona S.Antonio all’allenamento per amatori, appassionati e neofiti in cartellone ogni giovedì ha incontrato l’entusiasmo dei presenti, in una serata tutta pensata «in rosa» grazie alla proficua collaborazione tra Assindustria Sport, Comune e Polizia di Stato. Tra le pacers anche la campionessa gialloblù Giovanna Volpato, che ha guidato il gruppo che teneva l’andatura più alta, a 4 minuti e 30” al chilometro.

«E’ sempre bello partecipare a queste iniziative – ha sottolineato Giovanna, affiancata da numerose compagne di squadra, con in prima fila la triplista e allenatrice Alessandra Pietrogrande – ci ero già stata l’anno scorso ma mi sembra che la partecipazione quest’anno sia ancora maggiore. Tenevo a esserci proprio l’8 marzo: le donne sono state stupende e mi ha fatto piacere vederle in prima linea a guidare il gruppo. Io? Vengo da una brutta influenza e praticamente ho ripreso adesso a uscire. Per ora voglio riprendermi del tutto e poi programmerò qualche gara».

E’ stata una vera serata di festa. E la collaborazione tra i due eventi non termina qui. La Maratona S.Antonio sarà presente ogni giovedì alle uscite della «CorrixPadova», nelle quali ci sarà la possibilità di iscriversi con la prima quota (35 euro per la gara da 42 chilometri, 20 euro per la mezza). Assindustria Sport, in particolare, sarà al centro della serata di giovedì 22 marzo, quando la «CorrixPadova» partirà dallo stadio Colbachini, l’impianto gestito dalla società in zona Arcella.


Nella foto (di Ruggero Cherubini) la partenza della «CorrixPadova»: Giovanna Volpato, con la maglia gialla di Assindustria Sport, apre la corsa

Appuntamento a giovedì in Prato della Valle, al camper della manifestazione. Presente anche la campionessa di Assindustria Sport Giovanna Volpato. E per i primi 100 iscritti all’evento di domenica 22 aprile c’è un omaggio

La Maratona S.Antonio festeggia le donne. E, giovedì 8 marzo, dà l’opportunità alle podiste che partecipano alla «CorrixPadova» di iscriversi gratuitamente alla corsa su strada di domenica 22 aprile, direttamente presso il camper ufficiale dell’organizzazione presente dalle ore 19 in Prato della Valle. Un regalo speciale destinato sia a chi si iscriverà alla gara da 42 chilometri sia a chi sceglierà la mezza maratona, per una serata tutta pensata «in rosa» grazie alla proficua collaborazione tra Assindustria Sport, Comune e Polizia di Stato.

Tutte le pacers coinvolte in questa tappa della «CorrixPadova» saranno donne, con in prima fila la campionessa gialloblù Giovanna Volpato, già vincitrice della Maratona S.Antonio e della Firenze Marathon, più volte azzurra, e qui accompagnata un gruppo di atlete di Assindustria Sport. Assieme a loro saranno presenti altre figure di primo piano come le portacolori delle Fiamme Oro Eleonora Berlanda, Rosanna Martin e Lara Rocco, per un evento a cui sono state invitate tutte le società femminili del territorio e che vedrà l’adesione, tra le altre, anche del Cus Padova campione d’Italia under 16 di hockey indoor.

Le iniziative, però non finiscono qui. La Maratona S.Antonio premierà i suoi iscritti: i primi 100 podisti (donne e uomini) che si iscriveranno all’evento del 22 aprile in Prato della Valle riceveranno un omaggio offerto da Assindustria Sport. Non solo, per gli uomini ci sarà la possibilità di iscriversi con la quota agevolata (35 euro per la maratona, 20 per la mezza), come in tutte le prossime tappe della «CorrixPadova».

Insomma, sarà una vera serata di festa, per un appuntamento che conoscono tutti: la «CorrixPadova» è l’allenamento per amatori, appassionati e neofiti lungo le strade della città, in programma ogni giovedì sera, con percorsi predisposti per Runners e Walkers. E gli iscritti aumentano di settimana in settimana: a oggi sono oltre 3.000 tra le due categorie.

Nella foto l’immagine di una tappa precedente, dal sito www.corriperpadova.it

Il campione di Assindustria dodicesimo in 2 ore 10’06” alla Lake Biwa Marathon di Otsu, in Giappone: è il suo secondo miglior tempo di sempre. «Ho pagato un momento di flessione verso il 25° chilometro ma ho capito che ai Giochi Olimpici di Londra potrò dire la mia»

Non è arrivato il primato personale, ma la prestazione dà fiducia in vista dei Giochi Olimpici di Londra. Ruggero Pertile ha chiuso al dodicesimo posto la Lake Biwa Marathon di Otsu, in Giappone, tagliando il traguardo dopo 2 ore 10’06”. E’ il suo secondo miglior risultato di sempre sui 42 chilometri e 195 metri, a soli 13” dal 2 ore 09’53” realizzato a Torino 2010, e va valutato anche in rapporto alle cattive condizioni atmosferiche di una giornata fredda, con 5° di temperatura massima alle 13 locali, pioggia e vento a disturbare gli atleti. Il campione di Assindustria Sport Padova è stato il secondo europeo all’arrivo.

«Ho avuto un momento di flessione subito dopo il venticinquesimo chilometro - racconta l’atleta di Villanova di Camposampiero - quando la corsa si è accesa sotto la spinta di Daba e Manza. In quel momento ho perso il contato con il gruppo di giapponesi che si giocavano la qualificazione per Londra e ho dovuto proseguire da solo. Mi sono trovato contro vento, con la pioggia un po’ più forte del solito, mentre davanti quel gruppetto si è organizzato per andare all’inseguimento di quelli che avevano seguito i favoriti. Forse un po’ più di concentrazione in quella fase mi avrebbe consentito di correre e arrivare con quei giapponesi che hanno corso fra le 2 ore 08’44” e le 2 ore 09’16”. In questo momento la mia condizione è sicuramente buona, ma non sono al top, come vorrò essere per Londra. Oggi ho capito, però, che a ritmi intorno a 3’ al chilometro posso correre e ai Giochi Olimpici ne farò tesoro per interpretare al meglio la gara e andare alla ricerca di un piazzamento da finalista, come a Daegu».

A imporsi è stato il Keniano Samuel Ndungu, che dopo essere stato utilizzato più volte come pacemaker in anni precedenti, si è aggiudicato la prova con una condotta di gara da esperto maratoneta, pur essendo al debutto sulla distanza. Ha infatti preso in mano la corsa dopo che i favoriti, Nicholas Manza (2 ore 06’34” di primato personale a Rotterdam) e l’etiope Bekana Daba (2 ore 07’04” a Houston) avevano acceso la gara, con un chilometro corso in 2’51”, non appena il lavoro dei pacemaker era terminato al 25° (1 ora 15’23” il passaggio). La loro scaramuccia è durata qualche chilometro per poi esaurirsi in un'azione progressivamente sempre più spenta (alla fine si sono ritirati) che ha consentito al gruppetto degli inseguitori di riagganciarli e quindi a Ndungu di involarsi, prima assieme al sorprendente polacco Henryk Szost (2 ore 07’39” alla fine con un miglioramento di 2’ rispetto al precedente PB) e al marocchino Abdellah Taghrrafet (2 ore 08’37”), e poi in solitaria fino al traguardo, raggiunto nel tempo di 2 ore 07’04”, secondo crono di sempre in questa maratona. La Lake Biwa Marathon, che si è corsa quando in Italia erano le 4 e mezza di notte, ha evidenziato ancora una volta la tradizionale qualità delle maratone giapponesi e la competenza organizzativa, con 12 uomini sotto le 2 ore 10’10” e 20 sotto le 2 ore 14”, nonostante le cattive condizioni climatiche.


Nella foto Ruggero Pertile

Il campione di Assindustria è a Otsu, dove domenica affronterà la Lake Biwa Marathon: «Tutto procede per il meglio, punto a un grande tempo». Venerdì e sabato la Maratona S.Antonio farà tappa col suo stand a Treviso


E’ in Giappone da lunedì scorso. Il lasso di tempo necessario per smaltire le otto ore di fuso orario e prepararsi al meglio per l’ultima fatica di questo livello prima dei Giochi Olimpici di Londra. Ruggero Pertile è pronto per affrontare la Lake Biwa Mainichi Marathon, in programma domenica a Otsu, esattamente sei mesi dopo i Mondiali di Daegu, quando fu il primo europeo al traguardo. La gara partirà alle 12.30 locali, le 4 e mezza di notte in Italia.

«Tutto procede per il meglio – racconta il campione di Assindustria Sport – proprio ieri ho svolto l’ultimo lavoro di un certo peso prima della gara e ho buone sensazioni. C’era una leggera pioggia e le previsioni dicono che troveremo una situazione simile anche domenica, ma qui a Otsu, nella parte centro-meridionale del paese, siamo vicini al lago e le condizioni possono cambiare da un momento all’altro. La temperatura, invece, è attorno ai dieci gradi, ideale per correre».

«Rero» ha scelto questa gara essenzialmente per due ragioni: «Mi serviva una corsa che cadesse presto nel calendario, in modo da avere margini di recupero in vista del 12 agosto, data della maratona olimpica. Inoltre so che è una prova molto veloce e ben organizzata, in cui poter provare a realizzare il mio primato personale: lo dico per esperienza diretta, dato che l’ho già affrontata nel 2005, quando viaggiai su tempi record prima di scontrarmi con un muro di vento negli ultimi chilometri, chiudendo all’ottavo posto. E gli organizzatori hanno garantito la presenza di tre lepri che assicureranno un ritmo sotto ai tre minuti al chilometro».

In questi giorni vive la vigilia al Biwaco Hotel, assieme agli altri top runners «ma – tiene a precisare – ho svolto i miei allenamenti da solo e non so dire in quali condizioni siano gli altri. Di certo mi aspetto una gran gara, perché a partire dal keniano Nicholas Manza, che vanta un primato personale attorno alle 2 ore e 06’, ci sono atleti di livello. E poi ci sono tutti i migliori specialisti giapponesi, perché per loro l’evento, che è a invito, vale anche come prova di selezione olimpica. Il cibo? Non mangio in albergo ma fuori: ho cercato di non cambiare le mie abitudini prima della gara e quindi mangio “all’italiana”».

A tifare per lui gli amici di Alì, la catena di supermercati che da sempre lo sostiene, e, ovviamente, tutta Assindustria Sport, la sua società. Nel fine settimana, peraltro, lo staff del club e della Maratona S.Antonio sarà presente con il suo stand all’interno dell’expo della Treviso Marathon, venerdì dalle ore 13 alle 19 e sabato dalle 10 alle 19, al centro sportivo de La Ghirada, in strada dei Nascimben. Nell’occasione ci si potrà iscrivere alla corsa su strada padovana di domenica 22 aprile: e, per chi approfitterà dell’opportunità, è in omaggio anche un simpatico gadget.


Nella foto Ruggero Pertile taglia per primo il traguardo alla Turin Marathon 2010