News June 2011

Il presidente di Assindustria Federico de’ Stefani conferma l’appuntamento con la grande atletica di domenica 17 luglio allo stadio Euganeo: «E’ un momento economicamente difficile ma anche per quest’anno garantiamo un’edizione di livello internazionale»

Mancano poco più di due settimane al Meeting Città di Padova, l’appuntamento annuale con la grande atletica leggera allo stadio Euganeo. Federico de’ Stefani, presidente di Assindustria Sport, non nasconde che le difficoltà per allestire un evento internazionale di questo spessore crescono di anno in anno e tuttavia conferma che quella in programma domenica 17 luglio allo stadio Euganeo sarà un’edizione di alto livello, anche grazie al sostegno dell’amministrazione comunale, sempre vicina al mondo dell’atletica.

«Nel 2011 cadono sia il venticinquesimo anniversario della manifestazione sia il quarantesimo compleanno di Assindustria. Per onorare al meglio questa doppia ricorrenza Confindustria Padova, di cui Assindustria è emanazione sportiva, ha fatto uno sforzo notevole, riuscendo a garantire lo svolgimento dell'evento – spiega de’ Stefani – Possiamo dunque assicurare agli appassionati di sport che anche stavolta lo spettacolo offerto sarà all’altezza della tradizione di un appuntamento che, edizione dopo edizione, ha saputo portare a Padova ben 61 campioni olimpici».

«Detto questo, non possiamo nascondere che le difficoltà ci sono – prosegue il presidente gialloblù – L’impegno di Confindustria, dell’amministrazione comunale, della Camera di Commercio e degli sponsor, con in prima fila Fischer e Nike, ci ha consentito di andare avanti ma i problemi rimangono e, a oggi, non posso dare certezze riguardo alle prossime edizioni. E’ doloroso parlare in questi termini di una manifestazione che fa parte del patrimonio della Padova sportiva e che, come può confermare qualsiasi tecnico nei vari campi del territorio, fa da traino per tutto il movimento della provincia. In altre parole, non possiamo ignorare che è accesa una spia rossa per il futuro e tuttavia, oggi, dobbiamo rallegrarci per la conferma di questo importante appuntamento per il 2011».

Dal canto suo Umberto Zampieri, assessore allo sport del Comune di Padova, esprime tutta la soddisfazione dell’amministrazione cittadina, che si è impegnata attivamente per far sì che il 17 luglio torni la grande atletica all’Euganeo. «Siamo davvero molto contenti – afferma Zampieri – perché parliamo di un evento che dà lustro al nostro territorio, capace di portare allo stadio migliaia di persone. Averlo confermato è davvero un grande risultato».

Il Meeting è nato nel 1987, sulla scia dei campionati del mondo di Roma. Un quarto di secolo dopo, quello padovano è rimasto l’unico evento di livello internazionale presente nel Triveneto. Inserito all’interno del circuito europeo EAA, è la seconda rassegna in Italia per numero di spettatori dopo il Golden Gala di Roma e ogni anno coinvolge atleti da più di trenta di nazioni diverse, regalando alla città del Santo la visibilità di due ore di diretta televisiva su Rai Sport.

Nella foto Federico de’ Stefani

Run for Children, ultimo atto. Oggi alle 13, durante la conferenza stampa in Sala Giunta del Comune di Padova, il presidente del Comitato Francesco Peghin ha consegnato l’incasso delle quote di partecipazione e i contributi per la distribuzione dei gadget, per un totale di 64.301 euro, a Stefania Fochesato, vice presidente della Fondazione Città della Speranza. Il presidente Francesco Peghin ha consegnato al vice sindaco Ivo Rossi il certificato firmato dal Guinness World Records ™ che porta Padova per la seconda volta nel Guinness dei Primati con il “maggior numero di persone che hanno corso i 100 metri a staffetta in 24 ore”: ben 4531. Nel corso della conferenza stampa è stato anche consegnato il mattone della Città della Speranza a Barbara Degani, presidente della Provincia di Padova ed è stato premiato Claudio Vettore come vincitore del concorso fotografico promosso da RCE per la più bella foto scattata nelle 24 ore fra il 17 e 18 giugno. La grande manifestazione padovana sarà pubblicata nel libro del Guinness 2011.

Oltre duecento atleti di Assindustria Sport parteciperanno alla staffetta dei record in favore della Città della Speranza dalle ore 11 alle 12 di sabato. Il presidente e i due campioni azzurri chiuderanno la prova della squadra gialloblù. Al via anche Manuela Levorato

Saranno più di duecento gli atleti di Assindustria Sport che sabato mattina, dalle ore 11 alle 12, parteciperanno a «RunforChildren 2011», la corsa a staffetta in programma in Prato della Valle, a Padova, il 17 e 18 giugno 2011. A passarsi il testimone anche il presidente della società gialloblù Federico de’ Stefani e due maratoneti del valore di Ruggero Pertile, primo atleta del club a partecipare alle Olimpiadi, ai Giochi di Pechino 2008, e la sua compagna di maglia azzurra Giovanna Volpato. Toccherà proprio a loro chiudere la prova della squadra gialloblù.

«Non potevamo che partecipare in forze a un evento come questo, capace di coniugare sport e solidarietà, visto che l’intero ricavato della manifestazione sarà devoluto a realizzare i progetti scientifici e sanitari dell’Istituto di Ricerca Pediatrica “Città della Speranza”, che, come tutti sappiamo, è in prima linea nel campo delle patologie pediatriche con particolare attenzione alle malattie oncologiche dell’infanzia – sottolinea il presidente de’ Stefani – Ci siamo subito mossi per promuovere l’evento come meritava, anche perché lo sport si esalta in occasioni come questa, in cui si mette al servizio degli altri. E mi ha fatto piacere constatare che i nostri atleti hanno risposto in forze a questo appuntamento».

Al via tanti volti noti, come quello della campionessa italiana Manuela Levorato, grande amica di Assindustria Sport. Ma anche tantissimi volti magari meno conosciuti ma altrettanto pronti a mettersi in moto per una buona causa. Per l’occasione, com’è noto, il polmone verde della città sarà attrezzato con un anello di 200 metri che consentirà agli atleti di passarsi il testimone per 24 ore consecutive: dalle ore 21 di venerdì 17 giugno 2011 alle ore 21 di sabato 18 giugno 2011. Ognuno di loro dovrà correre 100 metri, in un tempo sufficiente a battere un altro «Guinness record» già esistente: quello delle 3.807 persone che il 19 ottobre 2008 hanno corso a staffetta 100 metri a testa ininterrottamente per 24 ore al «Daugava Stadium» di Riga, in Lettonia.


Nella foto (di Antonio Muzzolon) Ruggero Pertile e Federico de’ Stefani