News January 2011

Hurry up: the closing date for the reduced fee for St.Anthony Marathon and half marathon is Monday January 31st. Only few hours are left for the registration at € 30 for the 42km race with start in Campodarsego, and € 20 for the 21km race starting in Camposampiero. Click here and register in only a fews minutes. We also remind you that contiues the special offer for clubs : every five registrations sent by the same club for the full marathon race one entry is free!

Affrettati: fino a lunedì 31 gennaio è possibile iscriversi alla Maratona S.Antonio alla quota agevolata, versando 30 euro (20 euro per la mezza) e ricevendo il pettorale a casa. A questo link avrai la possibilità di iscriverti in pochi minuti sia alla maratona con partenza da Campodarsego sia alle mezza con il via a Camposampiero.
Ti ricordiamo inoltre che prosegue l’offerta per le società: per ogni cinque iscrizioni inviate dallo stesso gruppo sportivo, una è gratuita!

Il club gialloblù nasceva nel 1971: molte iniziative previste per festeggiare il compleanno tra cui una festa, una mostra fotografica e un libro. Il presidente de’ Stefani: «Manteniamo lo sguardo rivolto al futuro». Peghin, numero uno di Confindustria Padova: «Vicini allo sport perché crediamo nei giovani»


Fine gennaio del 1971, nasceva Assindustria Sport Padova. Da allora sono trascorse quattro decadi, quarant’anni in cui l’Italia è cambiata radicalmente. E’ cambiata nel suo tessuto sociale, nelle sue prospettive, nei modelli di comportamento che prevalgono. E’ cambiato il paese, è cresciuta Assindustria, presenza oggi più viva che mai, nell’impegno quotidiano che coinvolge oltre 600 tesserati di tutte le età e nell’organizzazione di grandi eventi internazionali come la Maratona S.Antonio e il Meeting di atletica. E’ una ricorrenza importante, che il club si prepara a celebrare con diverse iniziative, a partire da un libro sulla storia del club, che sarà pronto nelle prossime settimane, passando per una grande festa aperta agli atleti di ieri e di oggi, in programma in estate allo stadio Colbachini, e per una prossima mostra fotografica.

«Dire Assindustria significa riferirsi agli oltre seicento atleti che indossano i colori gialloblù, ma anche ai più di trenta tecnici che lavorano per il team in pista, allo staff dell’ufficio, ai duemila volontari che, a partire da eventi come la Maratona S.Antonio, offrono il proprio insostituibile contributo alle attività della società, agli sponsor, alle istituzioni e alle altre società sportive che collaborano con noi nel nome dello sport – commenta Federico de’ Stefani, presidente della società –. Nel celebrare questi quarant’anni come meritano, continuiamo, però, a tenere lo sguardo rivolto al futuro. In un momento di forte riduzione dei contributi pubblici e di tagli ai budget degli sponsor come quello che stiamo vivendo, Assindustria è riuscita e riesce a fare tantissimo. E continuerà a dare il suo meglio, con la consapevolezza che l’atletica azzurra potrà crescere solo limitando sempre più l’improvvisazione e lavorando alla formazione di manager sportivi preparati».

«Allenare piccoli atleti, per formare gli uomini e le donne di domani. E’ da sempre il motto di Assindustria Sport. E’, ancora oggi, un impegno a cui Confindustria Padova tiene fede attraverso la sua emanazione sportiva, consapevole del ruolo che i colori gialloblù hanno avuto, hanno e continueranno ad avere per migliaia di giovani» sottolinea Francesco Peghin, presidente dell’associazione che raccoglie gli industriali padovani. Da sempre praticante e grande appassionato di sport, promette che continuerà a rimanere vicino ai colori gialloblù anche dopo la scadenza del suo mandato del 31 gennaio.

Come ricordato, Assindustria Sport nasce nel 1971 raccogliendo l’eredità di un’altra società, Vallesport, per volere degli imprenditori padovani. Tra gli anni Settanta e Ottanta sono tante le iniziative che vedono il club protagonista: dall’organizzazione di manifestazioni nazionali come il «Memorial Colbachini» allo storico gemellaggio con la Stella Rossa di Praga. La prima promozione in serie A della squadra assoluta maschile risale al 1990, quando a capitanare la formazione gialloblù è Giovanni Evangelisti (bronzo nel salto in lungo alle Olimpiadi di Los Angeles ’84). L’anno seguente sono gli juniores a portare a Padova uno storico scudetto under 20, mentre la squadra assoluta riuscirà a conquistare il tricolore nel 2008, anno in cui il maratoneta Ruggero Pertile e la primatista italiana del salto triplo Magdelìn Martinez portano i colori del club ai Giochi Olimpici di Pechino. Nel 1999 anche la squadra femminile approda in serie A, dopo aver collezionato tre promozioni in quattro anni. Oggi Assindustria conta 640 tesserati suddivisi in quattordici diverse formazioni che spaziano dal vivaio giovanile sino al settore senior master e continua ad affiancare a eventi internazionali come il Meeting Città di Padova e la Maratona S.Antonio, l’impegno quotidiano nella vita di campo.


Nella foto il brindisi effettuato ieri in Confindustria con Francesco Peghin, Silvana Santi, Federico de’ Stefani e i tecnici Renzo Roverato e Adriano Perrone

www.maratonasantantonio.it is on-line with all the information about the race that will take place Sunday April 17th. New contents and a completely renewed graphics, to give runners a better service.

The new website of St.Anthony Marathon is on-line at the address www.maratonasantantonio.it . With a click you will find all the information you need for the race of Sunday April 17th 2011.
Completely renewed in the graphics and in its structure, thanks to the work of the agency Matite Giovanotte of Forlì the new website has been conceived to help runners find the information they need for the race. The new site features frequently updated news where runners can leave their comments. In the internal sections the official rulebooks of marathon and half marathon, the programme of events, a rich photogallery with the best moments of all past editions and of course the contacts of Assindustria Sport Padova, the sport club that organizes the event.
For a marathon that changes its racecourse after 11 editions, and that from 2011 will be entirely in the township of Padua, its most important information interface changes as well.
The 12th edition of the paduan 42km race will maintain its finish line in Prato della Valle with the important news of the transit in front of the Basil of St.Anthony and will still have the 21km race on its side.On the same day is confirmed also the popular appointment with the short races the 4 non competitive races that every year bring families and Sunday runners out for a day of celebration!

Domenica lo stand padovano sarà ospite della corsa su strada veronese. Chi si iscriverà entro il 31 gennaio avrà la quota ridotta e riceverà il pettorale a casa. E per le società c’è la promozione gruppi

Prima tappa del 2011: la marcia di avvicinamento alla dodicesima edizione della Maratona S.Antonio passa per Monteforte d’Alpone. Domenica, la corsa su strada padovana sarà ospite con il proprio stand della cittadina veronese, sede della 36^ edizione della Montefortiana, classica non competitiva a cui si affiancheranno una mezza maratona e una prova agonistica sui 10 chilometri maschile e sui 6 chilometri femminile.

All’interno dello stand della Maratona S.Antonio (coordinato da Antonio Petterlin, responsabile del Gruppo podistico di Assindustria Sport), saranno distribuiti dépliants e materiale informativo e ci si potrà iscrivere alla rinnovata gara in programma domenica 17 aprile con partenza da Campodarsego e arrivo in Prato della Valle a Padova o alla mezza maratona con avvio da Camposampiero, che, dopo il successo delle prime due edizioni, viene riproposta anche quest’anno.

Va ricordato che chi darà la propria adesione all’evento entro il 31 gennaio potrà usufruire della quota ridotta e riceverà il pettorale della corsa direttamente a casa. Altra proposta molto interessante è la promozione per i gruppi: per i podisti della stessa società che si iscrivono contemporaneamente, ogni 5 iscritti il quinto è in omaggio. Iscriversi subito conviene!


Nella foto un’immagine d’archivio della Montefortiana

La campionessa di Assindustria parteciperà alla tappa di giovedì 20 gennaio, con partenza da piazza Zanellato alle ore 20. L’appuntamento organizzato dalle Fiamme Oro è un’utile occasione per prepararsi in vista della Maratona S.Antonio di domenica 17 aprile

Ci sarà anche Giovanna Volpato. La campionessa di Assindustria Sport parteciperà alla tappa di giovedì 20 gennaio di «Corri X Padova», l’allenamento per amatori, appassionati e neofiti che porta i padovani a correre per le strade della città, sotto la supervisione delle Fiamme Oro e del Comune di Padova. Il ritrovo è previsto per le ore 20 in piazza Zanellato, alle spalle della fontana della Stanga, con due percorsi a disposizione, «runner», di 8.2 chilometri, e «walker», di 4 chilometri. E Giovanna sarà l’ospite d’onore della serata.

«Ho accettato volentieri l’invito, perché le iniziative che avvicinano la gente alla corsa sono sempre benvenute e perché questo è un modo per riappropriarsi della città, correndo anche per strade e piazze normalmente precluse all’attività sportiva – spiega l’atleta di Oriago, che in carriera ha preso parte a 11 maratone, gareggiando anche in due edizioni dei Mondiali e due edizioni degli Europei –. Ultimamente ho avuto qualche problema fisico da cui mi sto riprendendo e ancora non ho programmato quale sarà la mia prossima maratona. Ho da poco sentito via skype Ruggero Pertile che si sta allenando in Kenya e devo dire che un po’ lo invidio perché lui se ne sta al caldo mentre qui abbiamo freddo e nebbia, ma proprio per questo è bello ritrovarsi in tanti per correre assieme come succederà giovedì».

«Corri X Padova» si svolge per le vie, le piazze, i parchi e gli argini di Padova con cadenza settimanale. E’ l’occasione per fare running assieme, in maniera organizzata, con la guida di atleti di livello nazionale che faranno da pacemaker guidando i partecipanti ad andature differenziate, in modo che ogni podista possa trovare il suo giusto ritmo e via via migliorarsi. Di fatto, è un ottimo modo per cominciare a prepararsi in vista della prossima edizione della Maratona S.Antonio, in programma domenica 17 aprile: un appuntamento rinnovato, in cui ognuno potrà scegliere la distanza più adatta alle sue caratteristiche, la gara di 42,195 chilometri che partirà da Campodarsego o la mezza maratona da Camposampiero, o, perché no, percorsi da 1, 2, 5 e 12 chilometri delle Stracittadine, in centro città.

Nella foto Giovanna Volpato

I due portacolori gialloblù si stanno allenando sull’altopiano di Eldoret

In Kenya, per prepararsi al meglio. Due degli atleti più rappresentativi di Assindustria Sport Padova, Ruggero Pertile e Yusneysi Santiusti, sono da qualche giorno sull’altopiano di Eldoret, per affinare la loro condizione in vista del ritorno alle gare. D’altra parte proprio Ruggero, inserito dalla Fidal nel gruppo degli atleti preselezionati in vista dei Giochi Olimpici di Londra 2012, ha sempre riconosciuto che aprirsi all’esperienza dei migliori specialisti africani può essere di grande aiuto.

«Ci ero già stato prima della Turin Marathon e ci sono tornato per allenarmi al meglio, per una grande maratona da affrontare in primavera – spiega “Rero”, recentemente votato come atleta europeo del mese di novembre dalla Eaa, la federazione continentale della regina degli sport –. Penso che bisognerebbe studiare di più come lavorano i keniani e gli etiopi che vanno forte e copiare da loro».

Pertile è reduce dall’esperienza al cross del Campaccio dello scorso 6 gennaio, chiuso al decimo posto, un buon risultato per lui che non è uno specialista delle corse campestri. «E’ una gara che non ho preparato, oltretutto su un terreno che non mi è congeniale, ma volevo testare la gamba in un appuntamento agonistico dopo l’incidente di novembre, quando mi ha morso un cane costringendomi a rimanere fermo per una ventina di giorni». L’atleta di Villanova di Camposampiero resterà in Kenya sino al 31 gennaio. E con lui, per la prima volta, c’è anche Yusneysi, la miglior ottocentista del club gialloblù.

Nella foto (di Antonio Muzzolon) Ruggero Pertile

Novità nel percorso della corsa su strada padovana di domenica 17 aprile 2011

Avere una proprio foto mentre si corre davanti alla Basilica del Santo più amato e conosciuto al mondo. Era uno dei desideri più diffusi tra le migliaia di podisti che ogni anno affollano le strade della Maratona S.Antonio. E ora, con il cambiamento di percorso in vista della dodicesima edizione di domenica 17 aprile 2011, finalmente ci sarà questa possibilità, tanto per i partecipanti alla prova da 42 chilometri quanto per chi si presenterà al via della mezza da Camposampiero: ogni atleta potrà tornare a casa con l’immagine che lo immortala davanti al luogo che più rappresenta Padova.

Nell’ultimo tratto della corsa su strada ci saranno da percorrere tutta via Dante, poi piazza dei Signori, il cuore della città, piazza Antenore e via del Santo. A quel punto il maratoneta si affaccerà sul piazzale, avendo sulla sua sinistra la Basilica e sulla sua destra via Beato Luca Belludi, da cui poi sbucherà in Prato della Valle, dove, come sempre, è posto il traguardo. E proprio in quel punto le foto ricordo potranno ritrarre l’impegno e la felicità di ogni atleta con lo sfondo di una delle immagini più belle e significative di Padova: la Basilica del Santo, la più importante chiesa della città e una delle più grandi e visitate, lì dove sono custodite le reliquie di Sant’Antonio.

E’, questa, una delle grandi novità fra le tante della prossima edizione in cui la corsa, per la prima volta, avrà un percorso interamente nella provincia con partenza da Campodarsego e arrivo in Prato della Valle a Padova. E, per la Maratona che ripercorre il tragitto compiuto da Sant’Antonio in punto di morte, non poteva non esserci il passaggio davanti a uno dei luoghi più simbolici della cristianità.