News Page 3

In attesa di svelare l’intero cast dei top runners ecco il primo big: il campione azzurro di Assindustria Sport sarà il grande protagonista della Maratona di domenica 17 aprile. Ruggero: «Sarà la gara che precederà la mia partecipazione ai Giochi Olimpici, sono a casa mia e voglio affrontarla al meglio». Destro: «Orgogliosi di averlo con noi per tenere a battesimo il nuovo percorso». Canella: «Tutta l’azienda fa il tifo per il campione di casa Alì»

 

E’ l’enfant du pays, per dirla alla francese. O, per rifarsi all’idioma locale, l’omo de casa. Nonché, va da sé, l’atleta più atteso della rinnovata gara da 42 chilometri in cartellone domenica 17 aprile. E’ lo stesso Ruggero Pertile ad annunciarlo: «Sì, sarò al via della Maratona di Padova - XVII S.Antonio. Sarà l’impegno più importante della mia primavera, sulla strada che mi porterà ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro».

“Rero” è stato il primo atleta a tenere a battesimo il nuovo percorso, con un sopralluogo utilizzato poi per il video ufficiale di presentazione dell’evento. E, da padovano doc, può descriverlo con cognizione di causa. «Si partirà dallo Stadio Euganeo, spostandosi verso la zona dei Colli Euganei attraverso Rubano, Selvazzano Dentro e Teolo, rimanendo però sempre in pianura e raggiungendo Abano Terme, per rientrare in centro storico. Lo trovo molto bello, perché tocca alcuni dei punti più caratteristici del territorio e credo permetterà di ottenere risultati interessanti, perché è tutto “da correre”, interamente in pianura: è piatto e veloce. Sicuramente offrirà nuovi stimoli agli atleti e, il resto, lo farà il calore della gente che, sono sicuro, non mancherà: posso assicurarvi che noi atleti in gara lo sentiamo, eccome».

Ma in che condizioni ci arriva, il campione azzurro di Assindustria Sport? «Buona» risponde pronto. «Come sapete gli scorsi mesi sono stati abbastanza travagliati a causa dell’indagine sui mancati controlli che ha riguardato molti atleti del giro della nazionale. Io ero tranquillo perché sapevo di non aver commesso nulla di irregolare ma ho dovuto rivedere i miei piani di preparazione, saltando lo stage in altura che avevo in programma in Kenya, dove sarei dovuto tornare assieme agli altri specialisti azzurri, Meucci e La Rosa. La condizione, però, c’è e quella di Padova sarà la maratona che precederà i Giochi Olimpici: un appuntamento importante nella mia stagione, da affrontare al meglio. Non partirò con l’obiettivo di realizzare un tempo di rilievo, ma credo proprio che potrà arrivare».

Sarà la quarta partecipazione di “Rero” alla gara, dopo l’esordio datato 2000 («Finii 17°, dopo aver accusato problemi di stomaco»), il quarto posto del 2003 e la vittoria del 2006. Un’escalation trionfale. «Inutile dire che la vittoria del 2006 rimarrà una delle pagine più belle della mia carriera. Quell’anno la Maratona valeva anche come campionato italiano e ricorderò sempre con emozione il tripudio di bandiere tricolori che mi accolse in Prato della Valle».

Fu la definitiva consacrazione dopo l’affermazione alla maratona di Roma del 2004. Sono passati dieci anni, eppure Pertile non si è mai fermato, infilando nel suo palmares due partecipazioni ai Giochi a cinque cerchi, a Pechino 2008 e Londra 2012, e lo straordinario quarto posto i Mondiali di Pechino del 2015, colto a 41 anni, quello che lui stesso ha definito «il miglior risultato della mia carriera».

«E ora non voglio fermarmi» conclude Ruggero, che ha già fissato anche il prossimo impegno in chiave azzurra. «Dopo aver corso a Padova parteciperò a uno stage azzurro a St. Moritz e ai campionati europei di mezza maratona, in calendario a luglio ad Amsterdam. E poi… ci sarà Rio».

La presenza di Pertile al via riempie ovviamente di soddisfazione Leopoldo Destro, presidente di Assindustria Sport Padova, società organizzatrice della Maratona: «Siamo orgogliosi di tenere a battesimo il nuovo percorso con un campione come Ruggero. Lo siamo per molte ragioni: “Rero” è uno degli atleti di punta della nazionale, è il capitano di Assindustria Sport e potrà correre lungo le strade di casa sua. Ci attende una grande edizione della Maratona di Padova, e a guidare un cast di top runners di assoluto livello ci sarà la nostra stella azzurra, pronta a sfidare gli specialisti africani».

Alì Supermercati, oltre ad essere partner storico della Maratona, è l’azienda che ha consentito a Ruggero di fare il maratoneta a tempo pieno. «E’ un onore per noi poter dire che “Rero” fa parte della grande famiglia Alì», ricorda il patron del gruppo alimentare padovano Francesco Canella. «Alla Maratona saremo tutti a fare il tifo per lui. “Rero” è per tutti noi un grande esempio di cosa significa fare sport con etica e impegno, un valore di fondamentale importanza anche per i nostri giovani. Forza “Rero”, siamo con te!».

 

Nella foto (di Antonio Muzzolon) Ruggero Pertile

Tra sport e solidarietà, il nuovo Charity Program dell’evento in cartellone domenica 17 aprile: 11 le charity che hanno aderito. Il presidente Leopoldo Destro: «Supporteremo un maggior numero di associazioni: i maratoneti diventeranno ambasciatori di una buona causa»

Sin dalla prima edizione la Maratona di Padova si è caratterizzata come la “corsa della solidarietà”. Ma, in occasione della XVII edizione, il “Charity Program” abbinato all’evento si arricchisce ulteriormente diventando un vero e proprio “programma di solidarietà”, organizzato in collaborazione con Rete del Dono. Grazie al Charity Program i podisti potranno partecipare a una delle prove (la gara principale che partirà dallo Stadio Euganeo, la mezza al via da Abano Terme e le Stracittadine che hanno il proprio fulcro in Prato della Valle) in cartellone domenica 17 aprile e associare alla propria sfida sportiva una sfida solidale, correndo e raccogliendo fondi a favore di una delle buone cause beneficiarie.

Sono undici le onlus che hanno aderito, attraverso dieci progetti solidali. Ognuna ha scelto un proprio progetto specifico da abbinare all’evento e un proprio testimonial che la rappresenterà ufficialmente, creando la propria pagina all’interno del portale online di Rete del Dono (http://www.retedeldono.it). Sono: Aice Onlus (progetto: “Epilessia-Spazio Ascolto”; testimonial Manuela Levorato, primatista italiana di 100 e 200 metri), Amici di Adamitullo Onlus (“Corri per i bambini di Adamitullo”; testimonial “Il pianista fuori posto” Paolo Zanarella), Associazione Linfa Onlus (“Lancia una sfida per la vita”), Medici con l’Africa CUAMM (“Contro la malnutrizione in Etiopia”), Fondazione Città della Speranza + Un Cuore un Mondo (“The Grohw project”; testimonial Manuela Levorato), Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata (“#Rigeneriamoci!”; testimonial il campione delle Fiamme Oro Yeman Crippa), p63 sindrome EEC International Onlus (“Rareducando”; testimonial dott. Vincenzo Di Iorio e dott.ssa Vanessa Barbaro), Piccoli Punti Onlus (“Corri per SunLab for kids”; testimonial Beatrice, Annalisa, Danilo, Giuliano, Joli, Michele e Paolo), Team for Children Onlus (“Teen Zone”; testimonial Alejandro Saorin Martinez, direttore del coro gospel True Voice, del gruppo Coristi Per Caso e del Coro Multietnico di Voci Bianche Città di Padova), De Leo Fund Onlus (“La cura della vita”; testimonial l’ex ministro Mariapia Garavaglia). Tutte le informazioni sono presenti anche nel sito della Maratona, a questo link: http://www.padovamarathon.com/charity-program/.

Per i podisti partecipare è semplice. Al momento dell’iscrizione basterà scegliere per quale non profit correre, diventando così suo “ambasciatore” e avviando una colletta online sul sito di Rete del Dono a sostegno del progetto solidale promosso.

«Come sapete, la prossima edizione della Maratona di Padova - XVII S.Antonio sarà fortemente rinnovata, a partire dal percorso che, partendo dallo Stadio Euganeo, si snoderà verso la zona dei Colli Euganei. Con l’occasione abbiamo voluto lanciare anche un nuovo Charity Program, supportando così un maggior numero di associazioni» sottolinea Leopoldo Destro, presidente di Assindustria Sport, la società che organizza l’evento. «Il modello si basa sul personal fundraising: ogni organizzazione s’impegna a raccogliere fondi tramite il coinvolgimento di maratoneti, che a loro volta diventano ambasciatori di una buona causa e si attivano attraverso una rete personale di amici e parenti. E’ un progetto a cui crediamo fortemente e che spero consentirà alle varie associazioni di realizzare qualcosa di importante».

Ma che cos’è Rete del Dono? Si tratta di una piattaforma per la raccolta di donazioni online a favore di progetti d’utilità sociale. In collaborazione con gli eventi sportivi Rete del Dono coordina il Charity Program aiutando runner e ciclisti ad associare alla sfida sportiva quella solidale e a raccogliere fondi. Dalla nascita del portale a oggi, tramite Rete del Dono sono state effettuate quasi 60.000 donazioni per circa 2,9 milioni di euro di fondi raccolti, in gran parte grazie all’impegno di tanti sportivi solidali che si sono attivati in prima persona correndo e raccogliendo fondi a sostegno di una delle organizzazioni non profit parte del Charity Program.

Nella foto il Vicesindaco di Abano Terme Sabrina Moretto, l'Assessore allo Sport Angelo Montrone, il Presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro e i rappresentanti delle charity

Saranno una finestra aperta sul sistema economico padovano le azioni condivise da Padova Promex, l'azienda speciale della Camera di Commercio, con le Associazioni di Categoria, gli Enti e le Istituzioni del Sistema locale nell’ambito della Maratona di Padova.

STAND “PADOVA LOOKING AHEAD AND BEYOND”. Uno spazio comune dove sarà possibile trovare materiale illustrativo delle diverse Associazioni di Categoria e delle Istituzioni sarà il luogo fisico dove poter raccogliere informazioni sulle opportunità per fare impresa e dove sarà anche allestito il punto di ritrovo per le partenze delle visite guidate a cura delle guide turistiche padovane.

MARATONA DEL GUSTO GRAZIE ALL'INIZIATIVA DELL’APPE. Non una vera e propria "caccia ai tesori" della cucina e delle dolcezze padovane, ma quasi. All’interno del sito della Maratona la sezione “Maratona del Gusto” elencherà i ristoranti, le pasticcerie e le gelaterie aderenti al progetto e la cartolina che il cliente potrà stampare e sulla quale farà apporre poi i timbri degli esercizi presso i quali si servirà nel mese di aprile.
Con 42 timbri si concorrerà alla vittoria della "Maratona" (i premi sono consultabili sul sito della Maratona), mentre 21 timbri faranno accedere ai premi per la mezza maratona. Ovvio che, trattandosi di una "corsa", seppur tra prelibatezze, vince chi arriva prima.

MARATONA DELL’ARTE GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE CON MUSEI CIVICI E PROVINCIALI. Come già accennato, presso lo stand “Padova Looking Ahead and Beyond” sarà possibile disporre delle guide turistiche per una visita "consapevole" ai molti tesori presenti in città.

MARATONA DELLA MUSICA GRAZIE AD OPV. Una nuova playlist “Allegro con moto”, con una selezione di brani dall’archivio di OPV da scaricare gratuitamente per accompagnare la corsa, e un evento speciale nella giornata di sabato 16 aprile sottolineeranno “con ritmo" la partecipazione dell’Orchestra della città alla maratona padovana.

TAXI. Chi arriverà in città in treno (o atterrerà all'Aeroporto Marco Polo di Venezia e usufruirà del transfer a prezzo agevolato concordato dall'organizzazione della Maratona con la Cooperativa Radiotaxi) scoprirà con piacere che il primo impatto con Padova e la sua Maratona lo offriranno i taxisti sui display delle cui auto scorreranno i video della Maratona, mentre sui poggiatesta dei sedili delle auto pubbliche sarà un alternarsi dei primati di Padova accomunati dal brand di Padova Promex “Looking Ahead and Beyond”.

 

Nella foto i relatori della conferenza stampa che si è svolta a Palazzo S. Stefano, sede nella Provincia, per presentare le iniziative culturali legate alla Maratona di Padova

Saranno una finestra aperta sul sistema economico padovano le azioni condivise da Padova Promex, l'azienda speciale della Camera di Commercio, con le Associazioni di Categoria, gli Enti e le Istituzioni del Sistema locale nell’ambito della Maratona di Padova.

STAND “PADOVA LOOKING AHEAD AND BEYOND”. Uno spazio comune dove sarà possibile trovare materiale illustrativo delle diverse Associazioni di Categoria e delle Istituzioni sarà il luogo fisico dove poter raccogliere informazioni sulle opportunità per fare impresa e dove sarà anche allestito il punto di ritrovo per le partenze delle visite guidate a cura delle guide turistiche padovane.

MARATONA DEL GUSTO GRAZIE ALL'INIZIATIVA DELL’APPE. Non una vera e propria "caccia ai tesori" della cucina e delle dolcezze padovane, ma quasi. All’interno del sito della Maratona la sezione “Maratona del Gusto” elencherà i ristoranti, le pasticcerie e le gelaterie aderenti al progetto e la cartolina che il cliente potrà stampare e sulla quale farà apporre poi i timbri degli esercizi presso i quali si servirà nel mese di aprile.
Con 42 timbri si concorrerà alla vittoria della "Maratona" (i premi sono consultabili sul sito della Maratona), mentre 21 timbri faranno accedere ai premi per la mezza maratona. Ovvio che, trattandosi di una "corsa", seppur tra prelibatezze, vince chi arriva prima.

MARATONA DELL’ARTE GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE CON MUSEI CIVICI E PROVINCIALI. Come già accennato, presso lo stand “Padova Looking Ahead and Beyond” sarà possibile disporre delle guide turistiche per una visita "consapevole" ai molti tesori presenti in città.

MARATONA DELLA MUSICA GRAZIE AD OPV. Una nuova playlist “Allegro con moto”, con una selezione di brani dall’archivio di OPV da scaricare gratuitamente per accompagnare la corsa, e un evento speciale nella giornata di sabato 16 aprile sottolineeranno “con ritmo" la partecipazione dell’Orchestra della città alla maratona padovana.

TAXI. Chi arriverà in città in treno (o atterrerà all'Aeroporto Marco Polo di Venezia e usufruirà del transfer a prezzo agevolato concordato dall'organizzazione della Maratona con la Cooperativa Radiotaxi) scoprirà con piacere che il primo impatto con Padova e la sua Maratona lo offriranno i taxisti sui display delle cui auto scorreranno i video della Maratona, mentre sui poggiatesta dei sedili delle auto pubbliche sarà un alternarsi dei primati di Padova accomunati dal brand di Padova Promex “Looking Ahead and Beyond”.

 

Nella foto i relatori della conferenza stampa che si è svolta a Palazzo S. Stefano, sede nella Provincia, per presentare le iniziative culturali legate alla Maratona di Padova

Riduzioni per tutti i partecipanti nei Musei di Provincia e Comune. E al Musme c’è l’evento “Quanto sportivo sei?”

 

Cultura e impegno sociale, lo sport come fattore educativo, sono i valori fondanti di Assindustria Sport per la Maratona. Proprio in quest’ottica si inserisce la collaborazione con i musei provinciali: tutti i maratoneti che nei giorni 15, 16 e 17 aprile si presenteranno con regolare ricevuta di pagamento dell’iscrizione alle biglietterie del MUSME (Museo di Storia della Medicina in Padova), del Museo Geo Paleontologico di Cava Bomba, del Museo archeologico del fiume Bacchiglione al Castello di San Martino, del Museo naturalistico di Villa Beatrice d’Este, di Esapolis, Museo vivente degli insetti, dei bachi e delle api e del Museo delle macchine termiche Orazio e Giulia Centanin potranno usufruire del biglietto ridotto a 2 euro, mentre tutti i partecipanti delle Stracittadine e alla “10 km Challenge”, presentando la pettorina acquistata, da venerdì 15 a domenica 24 aprile, potranno contare sulla tariffa agevolata.

Ma non è finita qui: al MUSME è legato anche l’evento-laboratorio “Quanto sportivo sei?” nei giorni 15, 16 e 17 aprile, che permetterà di affrontare alcuni simpatici test sulle proprie attitudini atletiche.

«Tutti i laboratori e gli eventi organizzati in occasione della Maratona nei Musei provinciali rappresenteranno un’occasione unica e diversa per conoscere non soltanto le collezioni conservate, ma anche le innovazioni più recenti nello studio dei diversi reperti e beni culturali in essi presenti» sottolinea il presidente della Provincia di Padova Enoch Soranzo.

Non è tutto. In occasione della Maratona di Padova l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova ha allestito uno speciale itinerario culturale.

«Si tratta di un itinerario di visita ad alcuni dei più significativi musei, monumenti e luoghi di interesse della città» dice l’Assessore alla Cultura Matteo Cavatton, «che verrà proposto agli atleti per promuovere l’arte e la storia della città in cui giungono per una competizione, ma anche per favorire momenti di aggregazione sociale e culturale».

Grazie ad accordi con i Musei Civici, l’Università (per l’Orto Botanico), il Musme e il Museo del Precinema tutte le sedi coinvolte dal percorso saranno visitabili con speciali biglietti ridotti riservati agli iscritti alla manifestazione.

Il Comune mette inoltre a disposizione delle audioguide in formato mp3 che possono essere scaricate gratuitamente dal sito padovanet.it all’indirizzo:

http://www.padovanet.it/informazione/i-padova-percorsi-turistici-audioguidati

Riduzioni per tutti i partecipanti nei Musei di Provincia e Comune. E al Musme c’è l’evento “Quanto sportivo sei?”

 

Cultura e impegno sociale, lo sport come fattore educativo, sono i valori fondanti di Assindustria Sport per la Maratona. Proprio in quest’ottica si inserisce la collaborazione con i musei provinciali: tutti i maratoneti che nei giorni 15, 16 e 17 aprile si presenteranno con regolare ricevuta di pagamento dell’iscrizione alle biglietterie del MUSME (Museo di Storia della Medicina in Padova), del Museo Geo Paleontologico di Cava Bomba, del Museo archeologico del fiume Bacchiglione al Castello di San Martino, del Museo naturalistico di Villa Beatrice d’Este, di Esapolis, Museo vivente degli insetti, dei bachi e delle api e del Museo delle macchine termiche Orazio e Giulia Centanin potranno usufruire del biglietto ridotto a 2 euro, mentre tutti i partecipanti delle Stracittadine e alla “10 km Challenge”, presentando la pettorina acquistata, da venerdì 15 a domenica 24 aprile, potranno contare sulla tariffa agevolata.

Ma non è finita qui: al MUSME è legato anche l’evento-laboratorio “Quanto sportivo sei?” nei giorni 15, 16 e 17 aprile, che permetterà di affrontare alcuni simpatici test sulle proprie attitudini atletiche.

«Tutti i laboratori e gli eventi organizzati in occasione della Maratona nei Musei provinciali rappresenteranno un’occasione unica e diversa per conoscere non soltanto le collezioni conservate, ma anche le innovazioni più recenti nello studio dei diversi reperti e beni culturali in essi presenti» sottolinea il presidente della Provincia di Padova Enoch Soranzo.

Non è tutto. In occasione della Maratona di Padova l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova ha allestito uno speciale itinerario culturale.

«Si tratta di un itinerario di visita ad alcuni dei più significativi musei, monumenti e luoghi di interesse della città» dice l’Assessore alla Cultura Matteo Cavatton, «che verrà proposto agli atleti per promuovere l’arte e la storia della città in cui giungono per una competizione, ma anche per favorire momenti di aggregazione sociale e culturale».

Grazie ad accordi con i Musei Civici, l’Università (per l’Orto Botanico), il Musme e il Museo del Precinema tutte le sedi coinvolte dal percorso saranno visitabili con speciali biglietti ridotti riservati agli iscritti alla manifestazione.

Il Comune mette inoltre a disposizione delle audioguide in formato mp3 che possono essere scaricate gratuitamente dal sito padovanet.it all’indirizzo:

http://www.padovanet.it/informazione/i-padova-percorsi-turistici-audioguidati

Svelati a Palazzo Moroni i percorsi delle prove non competitive che ogni anno richiamano 20 mila persone in Prato della Valle. E per i più allenati c’è la 10Km Challenge. Ricco cartellone di attività e laboratori per i più piccoli nell’area Expo, con Alì, l’associazione Sperimentando e AcegasApsAmga, grazie alla quale l’evento di domenica 17 aprile sarà “Zero Impact”

 

La Maratona di Padova - XVII S.Antonio, nel 2016 in programma domenica 17 aprile, non è solo un appuntamento di primo piano nel calendario podistico internazionale, ma anche una vera festa della città e del suo territorio. E fra gli ingredienti più importanti ci sono le Stracittadine, le corse non competitive che ogni anno coinvolgono oltre ventimila persone in Prato della Valle, in programma in contemporanea con le prove agonistiche. «Se i nuovi percorsi di Maratona e mezza maratona si rivolgono ai podisti già pronti per affrontare distanze più impegnative, con le Stracittadine, che abbiamo in parte ridisegnato, ci rivolgiamo a tutti, perché sono una grande festa popolare, in grado di far indossare pantaloncini e scarpe da ginnastica anche a chi non è allenato ma vuole comunque vivere l’evento dall’interno, partecipando. Ognuno, quale che sia il suo livello di preparazione, avrà la possibilità di trascorrere una giornata assieme alla famiglia e agli amici, godendosi le bellezze di Padova e la splendida cornice di Prato della Valle, che sarà per l’occasione in grado di offrire una serie di iniziative di sicuro interesse per grandi e piccoli» afferma Leopoldo Destro, presidente di Assindustria Sport Padova, società organizzatrice.

C’è la Stracittadina da un chilometro - pensata appositamente per anziani e portatori di disabilità, che non possono affrontare misure più impegnative ma non vogliono mancare alla Maratona - e ci sono quelle da 5 e da 10 chilometri.

In più ci sarà la “10km Challenge”, che sarà cronometrata: un’opportunità ulteriore offerta ai podisti che non sono ancora pronti per le competizioni agonistiche ma possono avere a disposizione una “tappa di avvicinamento”.

Da lunedì i pettorali per poter partecipare si possono acquistare nei supermercati Alì e Alìper presenti in tutto il Veneto con 108 punti vendita. Con il pettorale, chi si iscrive in prevendita riceve la nuova t-shirt ufficiale della Maratona di Padova, quest’anno di colore verde, inoltre sacca-ristoro, assistenza tecnica e assistenza medica.

Le Stracittadine e le iniziative in programma in Prato della Valle sono state presentate a Palazzo Moroni alla presenza del Sindaco Massimo Bitonci, dell’Assessore allo sport Cinzia Rampazzo (entrambi hanno anticipato che domenica 17 aprile saranno al via della Mezza Maratona da Abano Terme), e di Matteo Canella, Responsabile Affari legali di Alì Supermercati, Roberto Gasparetto, D.g. di AcegasApsAmga e Ariella Metellini, curatrice dell’associazione Sperimentando.

EXPO, C’E’ L’AREA FUN PER I PIU’ PICCOLI. Per tutta la giornata di domenica all’interno del settore “fun” dell’Expo Maratona, Alì allestisce un’area per i più piccoli all’insegna del fantasy. Giochi gonfiabili gratuiti, laboratori creativi, truccabimbi, baby dance, e tanto divertimento con i personaggi dei cartoon più amati del momento: “Paw Patrol”, “Frozen”, “Minion”, “Le Principesse”, novità assoluta 2016 i personaggi di “Star Wars”, e per finire il Maestro di “Esplorando il corpo umano” distribuirà gadget a tutti i bambini!

Ma non è finita qui. Il contributo all’ambiente di AcegasApsAmga, già coinvolto attraverso il progetto “Zero Impact” passerà anche attraverso l’organizzazione di attività di education e intrattenimento gratuite per i bambini nell’area giochi, che sarà allestita in Prato della Valle. Dalle 10 alle 18 di domenica, grazie all’animazione di operatori qualificati, i più piccoli saranno coinvolti in un mega-gioco dell’oca a grandezza naturale, in cui, muovendosi fra le caselle, impareranno attivamente i corretti comportamenti per vivere bene nel rispetto dell’ambiente. Sempre nella stessa area sarà presente un truccatore per bambini e sarà allestito un vero e proprio laboratorio di riciclo creativo per realizzare con materiali poveri (ad es. carta, cartone o plastica) vere e proprie opere d’arte, toccando con mano l’importanza di generare nuova vita per i rifiuti.

VOTA E FAI VINCERE LA TUA SCUOLA! Nel periodo dal 21 marzo 2016 al 10 aprile 2016 viene data la possibilità a tutti coloro che acquistano un pettorale per le Stracittadine nei supermercati Alì e Alìper di votare l’istituto scolastico di preferenza tra quelli che partecipano all’iniziativa e concorrono alla vincita di 100 figurine del valore ognuna di 200 Punti per la Scuola. I partecipanti troveranno sul proprio pettorale il codice necessario per votare. Dovranno inserirlo sul sito www.maratonasantantonio.it insieme al numero di pettorale, al proprio nome, cognome e indirizzo mail. Successivamente, dovranno scegliere dai relativi menù il comune e la scuola di preferenza.

Al termine dell’iniziativa l’istituto scolastico che avrà ottenuto il maggior numero di voti vincerà un premio consistente in 100 figurine del valore ognuna di 200 Punti per la Scuola, messo a disposizione da Alì. In palio un ricco catalogo di premi, fra i quali una lavagna interattiva con video proiettore Epson.

L’AGORÀ DI SPERIMENTANDO. L’Agorà di Sperimentando inizierà venerdì 15 aprile alle ore 21 con un’interessante tavola rotonda dal titolo “Quando sport e impresa creano benessere”, organizzata da Confindustria Giovani di Padova per riflettere sul legame tra sport ed economia.

Sabato 16 saranno organizzati laboratori per i ragazzi, uno a cura della redazione di Planck e l’altro a cura dell’associazione Rosso di Marte.

Stimolanti le conferenze in programma sabato pomeriggio: alle 15.30 “Quando lo sport diventa tragedia” per scoprire cause e prevenzione della morte improvvisa dello sportivo, fin dove la cardiologia può arrivare, e alle ore 16.30 “Lo sport pulito”, in particolare che cosa è il doping e quali sono le sostanze dopanti utilizzate per migliorare la resa nelle gare sportive e le implicazioni clinico-patologiche e fisiologiche dell’uso delle sostanze dopanti. I due incontri sono tenuti rispettivamente dal prof. Domenico Corrado e dottor Maurizio Schiavon.

Domenica 17 aprile, a maratona conclusa, nello stand di Prato della Valle presentazioni dal titolo “Per salvare una vita bastano le proprie mani”, a cura dottor Alessandro Zorzi e presentazione dei progetti Mètis (vela), Race-up (auto) e Quartodilitro (moto) del Dipartimento di Ingegneria industriale.

Il gran finale è alle ore 17 con il divertente spettacolo “Sfide di fisica”, di e con Giorgio Hauesermann e Loana Butu, che coinvolge grandi e piccoli con simpatici test di fisica (e fisici), in modo simpatico e scoppiettante.

UNA MARATONA “ZERO IMPACT”. Come detto, si rinnova anche per l’edizione 2016 la partnership fra la Maratona e AcegasApsAmga all’insegna della sostenibilità e dell’ambiente. «Come lo scorso anno la manifestazione potrà fregiarsi infatti del marchio ZeroImpactEvent by AcegasApsAmga grazie alle attività messe in campo dalla multiutility, che ha concepito un livello di servizio in grado di ridurre a zero l’impatto ambientale della manifestazione» afferma il Direttore generale Roberto Gasparetto. «In particolare AcegasApsAmga, che cura la pulizia dell’area interessata dalla manifestazione, potenzierà i servizi di raccolta differenziata, posizionando sia in Prato della Valle, che lungo il percorso della Maratona (in prossimità dei punti di ristoro) batterie di contenitori aggiuntivi per la raccolta differenziata. Nell’Isola Memmia, poi, saranno posizionati 4 erogatori di acqua di rete costruiti ad hoc, della lunghezza di circa 2 metri e dotati, ognuno di 10 rubinetti. Grazie a tale fornitura di acqua pubblica (proveniente dalle risorgive alpine di Villaverla), sarà possibile abbattere il consumo di bottigliette d’acqua di plastica, potenzialmente molto impattanti sull’ambiente, soprattutto se non smaltite in modo corretto».

 

Nella foto (di Andrea Piva) da sinistra a destra Canella, Rampazzo, Bitonci, Destro e Gasparetto

 

 

Svelati a Palazzo Moroni i percorsi delle prove non competitive che ogni anno richiamano 20 mila persone in Prato della Valle. E per i più allenati c’è la 10Km Challenge. Ricco cartellone di attività e laboratori per i più piccoli nell’area Expo, con Alì, l’associazione Sperimentando e AcegasApsAmga, grazie alla quale l’evento di domenica 17 aprile sarà “Zero Impact”

 

La Maratona di Padova - XVII S.Antonio, nel 2016 in programma domenica 17 aprile, non è solo un appuntamento di primo piano nel calendario podistico internazionale, ma anche una vera festa della città e del suo territorio. E fra gli ingredienti più importanti ci sono le Stracittadine, le corse non competitive che ogni anno coinvolgono oltre ventimila persone in Prato della Valle, in programma in contemporanea con le prove agonistiche. «Se i nuovi percorsi di Maratona e mezza maratona si rivolgono ai podisti già pronti per affrontare distanze più impegnative, con le Stracittadine, che abbiamo in parte ridisegnato, ci rivolgiamo a tutti, perché sono una grande festa popolare, in grado di far indossare pantaloncini e scarpe da ginnastica anche a chi non è allenato ma vuole comunque vivere l’evento dall’interno, partecipando. Ognuno, quale che sia il suo livello di preparazione, avrà la possibilità di trascorrere una giornata assieme alla famiglia e agli amici, godendosi le bellezze di Padova e la splendida cornice di Prato della Valle, che sarà per l’occasione in grado di offrire una serie di iniziative di sicuro interesse per grandi e piccoli» afferma Leopoldo Destro, presidente di Assindustria Sport Padova, società organizzatrice.

C’è la Stracittadina da un chilometro - pensata appositamente per anziani e portatori di disabilità, che non possono affrontare misure più impegnative ma non vogliono mancare alla Maratona - e ci sono quelle da 5 e da 10 chilometri.

In più ci sarà la “10km Challenge”, che sarà cronometrata: un’opportunità ulteriore offerta ai podisti che non sono ancora pronti per le competizioni agonistiche ma possono avere a disposizione una “tappa di avvicinamento”.

Da lunedì i pettorali per poter partecipare si possono acquistare nei supermercati Alì e Alìper presenti in tutto il Veneto con 108 punti vendita. Con il pettorale, chi si iscrive in prevendita riceve la nuova t-shirt ufficiale della Maratona di Padova, quest’anno di colore verde, inoltre sacca-ristoro, assistenza tecnica e assistenza medica.

Le Stracittadine e le iniziative in programma in Prato della Valle sono state presentate a Palazzo Moroni alla presenza del Sindaco Massimo Bitonci, dell’Assessore allo sport Cinzia Rampazzo (entrambi hanno anticipato che domenica 17 aprile saranno al via della Mezza Maratona da Abano Terme), e di Matteo Canella, Responsabile Affari legali di Alì Supermercati, Roberto Gasparetto, D.g. di AcegasApsAmga e Ariella Metellini, curatrice dell’associazione Sperimentando.

EXPO, C’E’ L’AREA FUN PER I PIU’ PICCOLI. Per tutta la giornata di domenica all’interno del settore “fun” dell’Expo Maratona, Alì allestisce un’area per i più piccoli all’insegna del fantasy. Giochi gonfiabili gratuiti, laboratori creativi, truccabimbi, baby dance, e tanto divertimento con i personaggi dei cartoon più amati del momento: “Paw Patrol”, “Frozen”, “Minion”, “Le Principesse”, novità assoluta 2016 i personaggi di “Star Wars”, e per finire il Maestro di “Esplorando il corpo umano” distribuirà gadget a tutti i bambini!

Ma non è finita qui. Il contributo all’ambiente di AcegasApsAmga, già coinvolto attraverso il progetto “Zero Impact” passerà anche attraverso l’organizzazione di attività di education e intrattenimento gratuite per i bambini nell’area giochi, che sarà allestita in Prato della Valle. Dalle 10 alle 18 di domenica, grazie all’animazione di operatori qualificati, i più piccoli saranno coinvolti in un mega-gioco dell’oca a grandezza naturale, in cui, muovendosi fra le caselle, impareranno attivamente i corretti comportamenti per vivere bene nel rispetto dell’ambiente. Sempre nella stessa area sarà presente un truccatore per bambini e sarà allestito un vero e proprio laboratorio di riciclo creativo per realizzare con materiali poveri (ad es. carta, cartone o plastica) vere e proprie opere d’arte, toccando con mano l’importanza di generare nuova vita per i rifiuti.

VOTA E FAI VINCERE LA TUA SCUOLA! Nel periodo dal 21 marzo 2016 al 10 aprile 2016 viene data la possibilità a tutti coloro che acquistano un pettorale per le Stracittadine nei supermercati Alì e Alìper di votare l’istituto scolastico di preferenza tra quelli che partecipano all’iniziativa e concorrono alla vincita di 100 figurine del valore ognuna di 200 Punti per la Scuola. I partecipanti troveranno sul proprio pettorale il codice necessario per votare. Dovranno inserirlo sul sito www.maratonasantantonio.it insieme al numero di pettorale, al proprio nome, cognome e indirizzo mail. Successivamente, dovranno scegliere dai relativi menù il comune e la scuola di preferenza.

Al termine dell’iniziativa l’istituto scolastico che avrà ottenuto il maggior numero di voti vincerà un premio consistente in 100 figurine del valore ognuna di 200 Punti per la Scuola, messo a disposizione da Alì. In palio un ricco catalogo di premi, fra i quali una lavagna interattiva con video proiettore Epson.

L’AGORÀ DI SPERIMENTANDO. L’Agorà di Sperimentando inizierà venerdì 15 aprile alle ore 21 con un’interessante tavola rotonda dal titolo “Quando sport e impresa creano benessere”, organizzata da Confindustria Giovani di Padova per riflettere sul legame tra sport ed economia.

Sabato 16 saranno organizzati laboratori per i ragazzi, uno a cura della redazione di Planck e l’altro a cura dell’associazione Rosso di Marte.

Stimolanti le conferenze in programma sabato pomeriggio: alle 15.30 “Quando lo sport diventa tragedia” per scoprire cause e prevenzione della morte improvvisa dello sportivo, fin dove la cardiologia può arrivare, e alle ore 16.30 “Lo sport pulito”, in particolare che cosa è il doping e quali sono le sostanze dopanti utilizzate per migliorare la resa nelle gare sportive e le implicazioni clinico-patologiche e fisiologiche dell’uso delle sostanze dopanti. I due incontri sono tenuti rispettivamente dal prof. Domenico Corrado e dottor Maurizio Schiavon.

Domenica 17 aprile, a maratona conclusa, nello stand di Prato della Valle presentazioni dal titolo “Per salvare una vita bastano le proprie mani”, a cura dottor Alessandro Zorzi e presentazione dei progetti Mètis (vela), Race-up (auto) e Quartodilitro (moto) del Dipartimento di Ingegneria industriale.

Il gran finale è alle ore 17 con il divertente spettacolo “Sfide di fisica”, di e con Giorgio Hauesermann e Loana Butu, che coinvolge grandi e piccoli con simpatici test di fisica (e fisici), in modo simpatico e scoppiettante.

UNA MARATONA “ZERO IMPACT”. Come detto, si rinnova anche per l’edizione 2016 la partnership fra la Maratona e AcegasApsAmga all’insegna della sostenibilità e dell’ambiente. «Come lo scorso anno la manifestazione potrà fregiarsi infatti del marchio ZeroImpactEvent by AcegasApsAmga grazie alle attività messe in campo dalla multiutility, che ha concepito un livello di servizio in grado di ridurre a zero l’impatto ambientale della manifestazione» afferma il Direttore generale Roberto Gasparetto. «In particolare AcegasApsAmga, che cura la pulizia dell’area interessata dalla manifestazione, potenzierà i servizi di raccolta differenziata, posizionando sia in Prato della Valle, che lungo il percorso della Maratona (in prossimità dei punti di ristoro) batterie di contenitori aggiuntivi per la raccolta differenziata. Nell’Isola Memmia, poi, saranno posizionati 4 erogatori di acqua di rete costruiti ad hoc, della lunghezza di circa 2 metri e dotati, ognuno di 10 rubinetti. Grazie a tale fornitura di acqua pubblica (proveniente dalle risorgive alpine di Villaverla), sarà possibile abbattere il consumo di bottigliette d’acqua di plastica, potenzialmente molto impattanti sull’ambiente, soprattutto se non smaltite in modo corretto».

 

Nella foto (di Andrea Piva) da sinistra a destra Canella, Rampazzo, Bitonci, Destro e Gasparetto

 

 

Non sei ancora pronto per affrontare i 42 chilometri della maratona o i 21 della mezza, ma vuoi comunque avvicinarti alle emozioni che regalano queste gare? La “10 km Challenge”, corsa non competitiva ma cronometrata, con partenza e arrivo in Prato della Valle a Padova, è la prova che fa per te!

E’ aperta a tutti coloro che abbiano compiuto i 18 anni d’età alla data del 17 aprile 2016. La partenza avverrà alle ore 9.10 circa, prima della partenza delle Stracittadine di 10 km - 5 km e 1 km in Prato della Valle - lato Foro Boario.

Da oggi è possibile iscriversi, esclusivamente online. A questo link tutte le informazioni.

Non sei ancora pronto per affrontare i 42 chilometri della maratona o i 21 della mezza, ma vuoi comunque avvicinarti alle emozioni che regalano queste gare? La “10 km Challenge”, corsa non competitiva ma cronometrata, con partenza e arrivo in Prato della Valle a Padova, è la prova che fa per te!

E’ aperta a tutti coloro che abbiano compiuto i 18 anni d’età alla data del 17 aprile 2016. La partenza avverrà alle ore 9.10 circa, prima della partenza delle Stracittadine di 10 km - 5 km e 1 km in Prato della Valle - lato Foro Boario.

Da oggi è possibile iscriversi, esclusivamente online. A questo link tutte le informazioni.